Apprendimento

Apprendimento

Azienda

RIASSUNTO DE "I MALAVOGLIA"

317

Condividi

Salva

Iscriviti per mostrare il contenuto. È gratis!

Accesso a tutti i documenti

Unisciti a milioni di studenti

Migliora i tuoi voti

Iscrivendosi si accettano i Termini di servizio e la Informativa sulla privacy.

i mala voglia
RIASSUNTO ESTREMO
Malavoglia è il soprannome dispregiativo dei Toscano, una famiglia di pescatori di Aci
Trezza, in Sicilia.
C
i mala voglia
RIASSUNTO ESTREMO
Malavoglia è il soprannome dispregiativo dei Toscano, una famiglia di pescatori di Aci
Trezza, in Sicilia.
C
i mala voglia
RIASSUNTO ESTREMO
Malavoglia è il soprannome dispregiativo dei Toscano, una famiglia di pescatori di Aci
Trezza, in Sicilia.
C
i mala voglia
RIASSUNTO ESTREMO
Malavoglia è il soprannome dispregiativo dei Toscano, una famiglia di pescatori di Aci
Trezza, in Sicilia.
C
i mala voglia
RIASSUNTO ESTREMO
Malavoglia è il soprannome dispregiativo dei Toscano, una famiglia di pescatori di Aci
Trezza, in Sicilia.
C

Contenuti simili

Know I Malavoglia thumbnail

0

I Malavoglia

Appunti sul primo romanzo del Ciclo dei Vinti di Verga

Know I Malavoglia  thumbnail

419

I Malavoglia

🐙

Know Giovanni Verga - Vita e Opere  thumbnail

0

Giovanni Verga - Vita e Opere

Giovanni Verga - Vita e Opere

Know Positivismo, Naturalismo e Verismo thumbnail

147

Positivismo, Naturalismo e Verismo

positivismo con darwin e taine, naturalismo con flaubert e zola (assommoir), verismo con capuana e verga (vita, tecniche e poetica, malavoglia, rosso malpelo, la roba e mastro don gesualdo)

Know Ciclo dei Vintine e Novelle Rusticane  thumbnail

0

Ciclo dei Vintine e Novelle Rusticane

Un racconto di lotta per il possesso e la degenerazione morale nel mondo contadino siciliano, con un protagonista avido e solitario.

Know Malavoglia - Giovanni Verga thumbnail

44

Malavoglia - Giovanni Verga

Riassunto del libro dei Malavoglia

i mala voglia RIASSUNTO ESTREMO Malavoglia è il soprannome dispregiativo dei Toscano, una famiglia di pescatori di Aci Trezza, in Sicilia. Capofamiglia è il vecchio padron 'Ntoni. Con lui nella casa del "nespolo" vivono il figlio Bastianazzo con la moglie Maruzza detta la "Longa" e i loro cinque figli 'Ntoni, Luca, Mena, Alessi e Lia. Il giovane 'Ntoni parte per il servizio militare e così la famiglia perde temporaneamente uno dei maggiori sostegni. Per questo il vecchio 'Ntoni decide di prendere a credito una partita di lupini che conta di rivendere al mercato di Riposto. Durante il viaggio per mare la "Provvidenza" (la barca dei Malavoglia) naufraga: il carico si perde e Bastianazzo muore. Padron 'Ntoni pressato dai debiti è costretto a vendere la casa del "nespolo". Una serie di sventure si abbatte sui Malavoglia troncando ogni speranza di riscatto. Luca arruolatosi muore nella battaglia di Lissa, seguito poco dopo da Maruzza vittima di un'epidemia di colera. L'inquieto 'Ntoni si dà al contrabbando e viene arrestato. Lia, compromessa per una presunta relazione col brigadiere don Michele, lascia il paese e diventa una prostituta. Mena per le difficoltà familiari non può sposare compare Alfio e triste e sfiorita invecchia precocemente. Alla morte del vecchio 'Ntoni, che si spegne solo e disperato in un letto d'ospedale, il suo posto viene preso...

Non c'è niente di adatto? Esplorare altre aree tematiche.

Knowunity è l'app per l'istruzione numero 1 in cinque paesi europei

Knowunity è l'app per l'istruzione numero 1 in cinque paesi europei

Knowunity è stata inserita in un articolo di Apple ed è costantemente in cima alle classifiche degli app store nella categoria istruzione in Germania, Italia, Polonia, Svizzera e Regno Unito. Unisciti a Knowunity oggi stesso e aiuta milioni di studenti in tutto il mondo.

Ranked #1 Education App

Scarica

Google Play

Scarica

App Store

Non siete ancora sicuri? Guarda cosa dicono gli altri studenti...

Utente iOS

Adoro questa applicazione [...] consiglio Knowunity a tutti!!! Sono passato da un 5 a una 8 con questa app

Stefano S, utente iOS

L'applicazione è molto semplice e ben progettata. Finora ho sempre trovato quello che stavo cercando

Susanna, utente iOS

Adoro questa app ❤️, la uso praticamente sempre quando studio.

Didascalia alternativa:

da Alessi, che dopo aver sposato la Nunziata, riscatta la casa del "nespolo" e riprende l'attività del nonno. Una notte, scontata la pena, torna 'Ntoni, ma solo per dare l'addio definitivo a una vita che non gli appartiene più. PERSONAGGI PADRON NTONI: è il capofamiglia è capofamiglia, anziano e saggio pescatore. Si esprime spesso attraverso proverbi e vecchi detti. Ad esempio, secondo lui "Gli uomini sono come le dita di una mano: il dito grosso fa da dito grosso e il dito piccolo fa da dito piccolo". BASTIANAZZO: figlio di Padron 'Ntoni, marito della Longa e futuro capofamiglia. Muore in viaggio con la Provvidenza mentre trasporta il carico di lupini. IL GIOVANE 'NTONI: nipote di Padron 'Ntoni, ragazzo irrequieto e incapace di sopportare la difficile condizione della sua famiglia. Verrà arruolato per primo di leva. Solo dopo la pena scontata in carcere e il dolore per la scoperta della fuga di sua sorella Lia, egli capisce a fondo quei tradizionali valori di attaccamento ed accettazione delle proprie origini, predicati dal suo nonno e identificabili nella vita di paese. LUCA: secondogenito di Bastianazzo e della Longa, è più responsabile di 'Ntoni e degli altri fratelli. Arruolato di leva dopo il ritorno di 'Ntoni, muore nel corso della battaglia di Lissa (1866). MARUZZA: moglie di Bastianazzo, soprannominata la Longa. Dopo le due perdite rispettivamente del marito Bastianazzo e del figlio Luca, è la terza in casa Toscano a morire, quando, già fiacca ed indebolita dai lutti familiari, è colpita dal colera. MENA: figlia maggiore di Bastianazzo, semplice, operosa, dedita alla famiglia. Inizialmente viene promessa sposa a Brasi Cipolla, ma dopo la rovina della famiglia il matrimonio non si può fare, e decide di rinunciare anche all'amore per Alfio Mosca. Resta infine con il fratello Alessi e la cognata Nunziata ad occuparsi della riscattata Casa del Nespolo, a fare da mamma ai figli di Alessi e Nunziata e dunque simbolicamente a custodire i valori della famiglia e della tradizione, dei quali Verga ne fa la compiuta personificazione. ALESSI: fratello minore di 'Ntoni e Luca, per quanto all'inizio della storia meno maturo e responsabile di Luca, a cagione della sua età giovanissima, si presenta subito come maggiormente incline ad apprendere il sapere ancestrale di Padron 'Ntoni, dimostrando interesse per i suoi proverbi e per l'esperienza marinara dell'anziano. Toccherà ad Alessi il ruolo di "ponte" tra il passato idillico di Padron 'Ntoni e la modernità dei tempi post-unitari: da adulto sarà sposato con la vicina Nunziata e ricostruirà la famiglia Malavoglia assumendo il ruolo di patriarca del nonno e ricomprando la Casa del Nespolo, ma col ricordo delle sofferenze subite. LIA: la più piccola della famiglia Malavoglia, "vanerella come il fratello" 'Ntoni, in seguito alla caduta in miseria e disgrazia della propria famiglia, perduta la reputazione e l'onore, emigrerà a Catania per diventare una prostituta, venendo così schiacciata dalla modernità che in qualche modo ha risparmiato Alessi, saldamente ancorato ai valori. ALFIO MOSCA: onesto lavoratore, è un carrettiere che possiede un asino e, in seguito, un mulo. Si innamora di Mena, che ricambia, ma i due non possono sposarsi perché Alfio è povero. Alfio tornerà ad Aci Trezza otto anni dopo la sua partenza, e ancora Mena si opporrà a maritarsi con lui, sebbene i Malavoglia non siano più "padroni" e sebbene Alessi si sia sposato con la Nunziata. ZIO CROCEFISSO: detto anche "Campana di legno", è l'usuraio del paese, vecchio e avaro, protagonista di "negozi" e proprietario di barche e case. Si sposerà con la Vespa, non per amore, ma per appropriarsi della sua chiusa; il matrimonio si rivelerà per lui un inferno, poiché la moglie dilapida in breve tempo il patrimonio da lui costruito in una vita interamente trascorsa ad accumulare denaro "soldo per soldo" e "togliendosi il pane dalla bocca". LA LOCCA: sorella dello zio Crocifisso, vedova, è una vecchia demente e fuori di senno, che vaga perennemente per il paese alla ricerca del figlio Menico, morto in mare sulla Provvidenza assieme a Bastianazzo ed al carico di lupini. È madre di un altro ragazzo che non viene mai nominato, e che è sempre chiamato "figlio della Locca". Dopo l'arresto di quest'ultimo, viene mandata all'ospedale dei poveri. LA VESPA: nipote dello Zio Crocifisso, che in seguito sposerà. COMPARE AGOSTINO PIEDIPAPERA: un sensale (mediatore in affari e contratti) di pochi scrupoli, zoppo, immischiato nella vicenda del contrabbando. Si rende responsabile, assieme allo zio Crocifisso, della rovina economica dei Malavoglia, fingendo di acquistare il credito che Padron 'Ntoni deve al vecchio usuraio e poter così far uscire la famiglia dalla casa del nespolo. È sposato con Grazia Piedipapera, donna pettegola ma sensibile ai problemi dei Malavoglia. TURI ZUPPIDDU: vicino di casa dei Malavoglia, svolge il mestiere di calafato (aggiusta barche) sua moglie Comare a volte chiamata la Zuppidda (così come anche la figlia in un paio di circostanze), è la pettegola del paese; essi hanno una sola figlia, Barbara, con cui per un periodo 'Ntoni sembra potersi sposare, ma a causa delle sciagure che capitano ai Malavoglia l'opportunità sfuma (come anche quella del matrimonio della Mena con Brasi Cipolla). NUNZIATA: vicina e amica dei Malavoglia, dopo la partenza di suo padre per Alessandria d'Egitto si è ritrovata sola a crescere i suoi fratellini, da grande sposerà Alessi. LA SANTUZZA: ostessa del paese, sarà lei la causa del litigio tra 'Ntoni e Don Michele, pur essendo l'amante di massaro Filippo. Suo padre, zio Santoro, sta sempre fuori all'osteria a chiedere l'elemosina. VANNI PIZZUTO: barbiere del paese, entrerà nel giro del contrabbando. MARIANO CINGHIALENTA: carrettiere, assiduo frequentatore dell'osteria, entrerà nel giro del contrabbando. ROCCO SPATU: figlio maggiore della cugina Anna, assiduo frequentatore dell'osteria, quasi sempre ubriaco; entrerà nel giro del contrabbando. DON SILVESTRO: segretario comunale del paese; è lui che praticamente esercita il potere al posto del sindaco. PADRON FORTUNATO CIPOLLA: ricco del paese, proprietario di numerose vigne e terreni e anche di una barca, ha un figlio bietolone, Brasi, che vuole far sposare con Mena Malavoglia, ma dopo la morte di Luca l'affare salta. ZIO COLA: pescatore e proprietario di una barca. PEPPI NASO: macellaio del paese, molto ricco. STRUTTURA DELL'INTRECCIO LE CONTRAPPOSIZIONI ALL'INTERNO DEL ROMANZO I Malavoglia è un romanzo dominato da forze opposte, che si contrappongono. Prima di tutto possiamo distinguere due filoni principali, che presentano due strutture narrative diverse: 1. Il filone delle vicende di 'Ntoni, che si dispone secondo una struttura lineare. 'Ntoni parte per il servizio militare, torna al paese, ma poi viene arrestato e quindi allontanato di nuovo dal paese natale. 2. I filone delle vicende della famiglia, che ha una struttura circolare imperfetta. Inizia con la rottura dell'equilibrio preesistente, da cui derivano una serie di sventure, fino a una ricomposizione dell'equilibrio quando Alessi ricompra la casa. Ma non si tratta di un circolo perfetto, perché la situazione di partenza non coincide esattamente con quella di arrivo. IL TEMPO DELLA NATURA E IL TEMPO DELLA STORIA Anche il tempo assume nel romanzo due configurazioni differenti, che riflettono il conflitto tra mondo tradizionale e mondo moderno: 1. Il tempo circolare della natura, fatto di ritmi che si ripetono sempre uguali ogni anno, le stagioni, che scandiscono i lavori dei campi e la pesca. È un tempo che torna sempre su sé stesso, escludendo ogni novità. 2. Il tempo rettilineo della storia, scandito dagli eventi che modificano per sempre mondo e il destino dei Malavoglia, le morti e le disgrazie che li colpiscono. È un tempo che porta con sé un continuo e irreversibile rinnovamento. LO SPAZIO INTERNO ED ESTERNO AL VILLAGGIO Anche lo spazio raccontato nel romanzo si suddivide in due luoghi differenti in lotta tra di loro: 1. Spazio interno al villaggio, che per i Malavoglia è conosciuto e rassicurante, caratterizzato da elementi ricorrenti come il rumore del mare e che corrisponde al tempo ciclico. 2. Spazio esterno al villaggio, indeterminato e minaccioso, che invade con i suoi effetti negativi lo spazio del villaggio e corrisponde al tempo lineare della storia. In entrambi gli spazi domina la lotta per la vita ed entrambi sono sottomessi a forze distruttive e conflitti. All'interno dello spazio chiuso del villaggio si può infatti individuare il conflitto tra gli appartenenti alla famiglia del Malavoglia e gli altri abitanti del paese, che contribuiscono alla rovina della famiglia. Mentre all'esterno del villaggio avviene una modernizzazione dovuta all'unità d'Italia e la rivoluzione industriale che mettono a repentaglio l'equilibrio della famiglia. L'INTERRUZIONE DELLA STORIA I Malavoglia può essere considerato come la descrizione di una società arcaica rappresentata nel momento del cambiamento. Le sventure che colpiscono i personaggi derivano dall'improvvisa modernità all'interno del loro mondo immobile e fuori dal tempo. Questi eventi sono in particolare: 1. 2. L'Unità d'Italia, che determina la chiamata al servizio militare per 'Ntoni e Luca. Il primo viene a contatto col mondo e non riesce più a tornare alle sue origini, mentre il secondo muore in battaglia. La Rivoluzione Industriale, i cui effetti inducono i Malavoglia a tentare il commercio di lupini e a indebitarsi con Zio Crocefisso. Il tempo della natura e il tempo della storia progresso e la storia travolgono coloro che non riescono a stare al passo. Il romanzo rappresenta la fiumana del progresso che travolge i vinti, coloro che non riescono a stare al passo con la storia. Nella storia il mondo tradizionale, rappresentato dai Malavoglia, si oppone alla logica economica moderna, rappresentata dagli altri abitanti del villaggio. Il vecchio 'Ntoni e il giovane 'Ntoni rappresentano due modi diversi, entrambi destinati alla sconfitta, di confrontarsi con il mutamento: Il vecchio 'Ntoni difende i valori antichi e la famiglia, ma tenta la strada del commercio che lo porta alla rovina. Il giovane 'Ntoni a contatto con il mondo della città perde le proprie radici e non si riconosce più nei valori tradizionali, decidendo alla fine per una partenza senza ritorno.