Materie

Materie

Azienda

La belle epoque

20/10/2022

1715

72

Condividi

Salva

Scarica


LA BELLE EPOQUE:
"Belle Epoque"= termine coniato nel primo dopoguerra
24/09/2022
=periodo storico (fine '800-1914), che agli occhi di chi ha

Iscriviti

Registrati per avere accesso illimitato a migliaia di appunti. È gratis!

Accesso a tutti i documenti

Unisciti a milioni di studenti

Migliora i tuoi voti

Iscrivendosi si accettano i Termini di servizio e la Informativa sulla privacy.

LA BELLE EPOQUE:
"Belle Epoque"= termine coniato nel primo dopoguerra
24/09/2022
=periodo storico (fine '800-1914), che agli occhi di chi ha

Iscriviti

Registrati per avere accesso illimitato a migliaia di appunti. È gratis!

Accesso a tutti i documenti

Unisciti a milioni di studenti

Migliora i tuoi voti

Iscrivendosi si accettano i Termini di servizio e la Informativa sulla privacy.

LA BELLE EPOQUE:
"Belle Epoque"= termine coniato nel primo dopoguerra
24/09/2022
=periodo storico (fine '800-1914), che agli occhi di chi ha

Iscriviti

Registrati per avere accesso illimitato a migliaia di appunti. È gratis!

Accesso a tutti i documenti

Unisciti a milioni di studenti

Migliora i tuoi voti

Iscrivendosi si accettano i Termini di servizio e la Informativa sulla privacy.

LA BELLE EPOQUE:
"Belle Epoque"= termine coniato nel primo dopoguerra
24/09/2022
=periodo storico (fine '800-1914), che agli occhi di chi ha

Iscriviti

Registrati per avere accesso illimitato a migliaia di appunti. È gratis!

Accesso a tutti i documenti

Unisciti a milioni di studenti

Migliora i tuoi voti

Iscrivendosi si accettano i Termini di servizio e la Informativa sulla privacy.

LA BELLE EPOQUE:
"Belle Epoque"= termine coniato nel primo dopoguerra
24/09/2022
=periodo storico (fine '800-1914), che agli occhi di chi ha

Iscriviti

Registrati per avere accesso illimitato a migliaia di appunti. È gratis!

Accesso a tutti i documenti

Unisciti a milioni di studenti

Migliora i tuoi voti

Iscrivendosi si accettano i Termini di servizio e la Informativa sulla privacy.

LA BELLE EPOQUE:
"Belle Epoque"= termine coniato nel primo dopoguerra
24/09/2022
=periodo storico (fine '800-1914), che agli occhi di chi ha

Iscriviti

Registrati per avere accesso illimitato a migliaia di appunti. È gratis!

Accesso a tutti i documenti

Unisciti a milioni di studenti

Migliora i tuoi voti

Iscrivendosi si accettano i Termini di servizio e la Informativa sulla privacy.

LA BELLE EPOQUE: "Belle Epoque"= termine coniato nel primo dopoguerra 24/09/2022 =periodo storico (fine '800-1914), che agli occhi di chi ha fatto la prima guerra mondiale, appare essere un periodo positivo →→ giudizio a posteriori con una certa nostalgia E' un periodo di grandi innovazioni scientifiche: - medicina> cura malattie che prima non curava (es. malaria) scoperte scientifiche innovazioni tecnologiche che impattano sulla vita delle persone - motore a scoppio Le capitali europee fioriscono a livello culturale e artistico, in cui si discute di cultura Grazie alla seconda rivoluzione industriale le condizioni della popolazione sono migliorate→ si diffondono, a livello di massa, divertimenti, svaghi (es. cinema) Agli occhi di chi viveva la belle epoque> il periodo appare comunque positivo, carico di promesse, che dovrebbe inaugurare una sorta di "età dell'oro" 1915> la popolazione si rende conto che quella guerra cambierà tutto Ci sono anche degli aspetti non proprio positivi, che rendono questo periodo un po' contraddittorio: si diffondono in Europa alcune ideologie che avranno un peso determinante per la Prima Guerra Mondiale> nazionalismo, militarismo e razzismo - le tensioni sotterranee tra Stati si aggravano→ non scoppiano guerre, ma si aggrava la situazione in prospettiva della guerra Nazionalismo: Nazionalità consapevolezza dell'entità storica e culturale del popolo di appartenenza, con un legame di appartenenza Nacque nella prima metà del '800 e si accompagna a ideali...

Non c'è niente di adatto? Esplorare altre aree tematiche.

Knowunity è l'app per l'istruzione numero 1 in cinque paesi europei

Knowunity è l'app per l'istruzione numero 1 in cinque paesi europei

Knowunity è stata inserita in un articolo di Apple ed è costantemente in cima alle classifiche degli app store nella categoria istruzione in Germania, Italia, Polonia, Svizzera e Regno Unito. Unisciti a Knowunity oggi stesso e aiuta milioni di studenti in tutto il mondo.

Ranked #1 Education App

Scarica

Google Play

Scarica

App Store

Non siete ancora sicuri? Guarda cosa dicono gli altri studenti...

Utente iOS

Adoro questa applicazione [...] consiglio Knowunity a tutti!!! Sono passato da un 5 a una 8 con questa app

Stefano S, utente iOS

L'applicazione è molto semplice e ben progettata. Finora ho sempre trovato quello che stavo cercando

Susanna, utente iOS

Adoro questa app ❤️, la uso praticamente sempre quando studio.

Didascalia alternativa:

quali quello di libertà, democrazia, ecc. → forma di governo preferita democrazia Nazionalismo versione reazionaria e militaresca dell'idea di Nazione, con una pretesa superiorità di un popolo su altri popoli→→ tentativo di affermare il proprio popolo sugli altri Si diffonde nella seconda metà dell'800 in Europa, ma a seconda degli stati si definisce in modi diversi: - Francia> tentativo di tornare a essere una potenza europea→ verrà chiamato "Revanchismo" (=rivincita) - Italia> desiderio di guadagnare un posto tra le altre potenze europee→ verrà chiamato "Irredentismo" (=mancante, qualcosa che manca) - Germania> dominare l'Europa continentale ed esaltare la razza ariana sulle altre (assume tratti antisemiti sin da subito) - Russia> si diffonde in Europa Orientale e anima il desiderio della Russia di dominare la terre slave (=balcani ed ex repubbliche sovietiche) (assume anch'essa tratti antisemiti) Militarismo: =fenomeno che tra '800 e '900 porta quasi tutti gli stati europei a ristrutturare e ampliare gli eserciti→ diventano eserciti di massa L'unico Paese che non fa questo tipo di discorso è la Gran Bretagna Esercito di massa- esercito fondato sulla partecipazione di tutti i cittadini maschi adatti a combattere nell'esercito servizio di leva obbligatorio In passato non si era mai fatto per:- i costi - diritti e contrasti sociali quando il popolo prende le armi è sempre rischioso E' però conveniente: - ho un esercito permanente e numeroso - è fonte di guadagno per gli industriali - è reso possibile dallo sviluppo tecnologico che prima non c'era Razzismo: =concezione che vede la specie umana divisa in razze (anche a livello biologico) con razze superiori e inferiori, ordinate in senso gerarchico quelle superiori hanno il diritto di affermarsi su quelle inferiori Si diffonde nella seconda metà dell'800, anche se nasce già da prima> xenofobia (nel mondo greco) → lo straniero veniva disprezzato, visto come essere inferiore Le teorie razziste si diffondono in Europa, ma anche negli Stati Uniti, in modo molto rapido→ prende particolarmente piede in Germania, perchè i tedeschi sentono in modo molto forte l'idea di appartenere a un popolo Negli Stati Uniti nasce anche un'organizzazione clandestina razzista= ku klux klan I "protocolli dei Savi di Sion"= opera che si diffonde tra gli ambienti antisemiti di tutta Europa ↓ 7/10/2022 In questi ambienti si diffonde la curiosa teoria che gli ebrei vorrebbero imporre il proprio dominio sul mondo intero, ma visto che non possono farlo con i mezzi tradizionali, ordiscono un complotto globale portato avanti in maniera clandestina che mira a: - distruggere la civiltà cristiana - abbattere le monarchie europee - insediare un ebreo come capo del mondo Per dare spessore a questa teoria viene pubblicata quest'opera (la prima in Russia nel 1905) che contiene il resoconto di un discorso che un saggio ebreo avrebbe tenuto di fronte ad altri saggi in cui avrebbe esposto il suo piano per conquistare il mondo Ovviamente è un falso storico, ma per molti anni si è pensato che fosse veramente reale In realtà è stato scritto da un russo, che prese spunto dal "Dialogo all'Inferno tra Machiavelli e Montesquieu", che non c'entra nulla con gli ebrei "Affaire Dreyfus"> 1894 i francesi trovano all'ambasciata tedesca a Parigi dei documenti militari riservati, ciò porta a un'indagine che individua il colpevole in un capitale dell'esercito francese, Alfred Dreyfus, di origine ebrea Subito l'affare si carica di connotazione antisemita 1894-1895> c'è il processo che giudica Dreyfuss colpevole→ viene degradato e mandato in esilio nel Sud America Non tutti però sono convinti della sua colpevolezza, tra questi Emile Zola (=scrittore importante) che nel 1898 pubblica sul giornale "L'Aurore", un articolo chiamato "J'Accuse" → accusa lo stato maggiore francese di aver falsificato l'indagine per mandare in esilio Dreyfus Zola deve fuggire per non essere arrestato l'opinione francese si spacca in 2 Un membro dello stato maggiore, il colonnello Henry, confessa di aver fabbricato prove contro Dreyfus Henry viene arrestato e il giorno dopo viene trovato morto in carcere, ma il processo viene riaperto →→ 1906 si conclude con il proscioglimento di Dreyfus di tutte le accuse, quindi viene rimpatriato e viene reintegrato nell'esercito In questo periodo nasce il movimento sionista (=movimento che mira a riunificare gli ebrei sparsi per il mondo, a farli ritornare nella loro terra nativa, al fine di fondare una nazione ebraica) Gli ebrei si trovano in giro per il mondo a causa della diaspora (=serie di eventi che hanno portato alla cacciata del popolo ebreo dalla terra santa e alla loro dispersione per il mondo) → si divide in 3 tappe: - VIII, VI secolo a.C.> gli assiri e i babilonesi hanno conquistato gli eredi ebraici e hanno deportato buona parte della loro popolazione - 70 d.C.> in seguito a una rivolta ebraica l'impero decide di distruggere il tempio di Gerusalemme (=simbolo della religione ebraica) che porta con sé l'allontanamento degli ebrei dalla città santa - 135 d.C.> in seguito a un'altra rivolta ebraica l'impero romano distrugge per la seconda volta il tempio di Gerusalemme con il fatto che Adriano, l'imperatore, emana un editto che vieta agli ebrei di risiedere in Palestina 1896> Theodor Herzl (=giornalista viennese ebreo) fonda il movimento sionista, pubblica un'opera dal titolo "Lo Stato ebraico" e promuove la nascita dell'organizzazione sionista mondiale La sua visione ruota attorno a 3 punti: - gli ebrei devono avere una loro Nazione in cui si governano in modo autonomo - è necessario che tutto ciò avvenga in tempi brevi - è necessario coinvolgere la popolazione ebraica dell'Europa Orientale 1897> si apre il primo Congresso dell'Organizzazione Sionista Mondiale in cui affronta queste tematiche e ci si risolve per contattare la Turchia per chiedere a tutti il permesso di insediarsi in Palestina, ma i turchi rifiutano L'Organizzazione pensa ad altri possibili mete, ma nel mentre ci sono 2 flussi migratori che coinvolgono gli ebrei, rivolti verso la Palestina e verso l'America Si formano delle piccole comunità agricole, chiamate "Kibbutz" (=piccole comunità agricole, autogestite su modello comunista) Scenario politico europeo: 1890> Bismarck si dimette perchè la sua politica ormai non piaceva più alle classi alte tedesche, ma neanche all'imperatore Alla politica di Bismarck (=realpolitik) si sostituisce la Weltpolitik, fondata su: libero mercato con conquista di colonie - semplifica tutte le alleanze e ne mantiene solo una> da una parte l'Europa è legata dalla Triplice Alleanza (Germania, Impero austro-ungarico e Italia), dall'altra la Triplice Intesa (Gran Bretagna, Francia e Russia) Se uno di questo stato scende in campo, scende in campo tutta l'Europa (e infatti succederà con la prima guerra mondiale) Non si combatte con le grandi potenze, ma ci sono dei focolai minori: - Marocco> conteso tra Francia e Germania→ 1906 si riconosce alla Francia il Marocco a seguito di una conferenza internazionale La Germania è pronta a dichiarare guerra, ma capisce che poi avrebbe dovuto combattere anche contro la Gran Bretagna e quindi lascia perdere e trova un accordo con la Francia (che cede alla Germania una parte del Kongo) - Balcani> nel corso dell'800 l'Impero turco si indebolisce e i Balcani cercano di ottenere l'indipendenza Verso le fine dell'800 in parte sono ancora sotto l'impero turco, in parte sono indipendenti e in parte sono sotto il potere austro-ungarico Le varie potenze europee sono interessate ai Balcani, ma altri stati vorrebbero consolidare la propria autonomia e liberare il territorio dagli stranieri 1908> a Istanbul scoppia la rivoluzione dei giovani turchi (=rivoluzione che vorrebbe cambiare il regime politico del Paese e rimodernarlo) → si innescano una serie di processi, che si concluderanno negli anni '20 con il crollo dell'Impero turco Ne approfittano sia gli stati balcanici e che le potenze Europee→ alcuni stati balcanici si dichiarano indipendenti, l'Impero austro-ungarico invia le truppe in Bosnia, provocando lo scontento della Serbia A un certo punto la Russia, che non vuole entrare in guerra, si tira indietro e non da appoggio alla Serbia Tra il 1912 e 1913> guerre balcani= serie di conflitti con l'obiettivo di controllare la Macedonia → coinvolge l'impero turco e alcuni stati balcanici Macedonia spartita tra Serbia e Grecia i turchi conservano parte del territorio della Tracia Al momento non si è arrivati in guerra per la Russia (la Serbia non fa guerra da sola e l'Impero non fa guerra alla Serbia se non scende anche la Russia) → precario equilibrio Italia: 11/10/2022 1901> il re d'Italia Vittorio Emanuele III nomina come presidente del consiglio Giuseppe Zanardelli, che per tutte le decisioni importanti si affida al ministro degli esteri Giovanni Giolitti 1903> Zanardelli si dimette e gli succede Giolitti (fino al 1914 sarà l'artefice della politica italiana) 1901-1914> età giolittiana→ non è sempre presidente del consiglio però→ strategia politica> quando la situazione si complicava faceva un passo indietro, mandava avanti i suoi alleati o gli oppositori che si trovavano in difficoltà e lui tornava come salvatore della Patria Giolitti appartiene a una famiglia borghese e democratica, che lavora all'interno dello Stato Si dedica subito alla carriera politica (1882 lavora come deputato della sinistra storica), ma nel corso degli anni ricopre varie cariche ministeriali 1903> diventa presidente del consiglio e intraprende una politica tipicamente centrale, alle volte proeggressista, alle volte conservatrice E' un politico molto pragmatico, scaltro, è uno di quelli che conosce bene le dinamiche che reggono uno stato, ma per quanto riguarda le grandi questioni della politica italiana non si è mai interessato granché→ si concentra su problemi concreti, lasciando da parte le grandi questioni Questione economica: L'Italia è nel pieno della seconda rivoluzione industriale, in cui la zona trainante è al nord ed è quello che viene chiamato "il triangolo industriale" (Milano, Torino, Genova) Cresce anche l'agricoltura→ zona + produttiva= Pianura Padana Questo duplice sviluppo porta effettivo positivi: - mercato interno + fiorente il reddito pro capite aumenta= PIL diviso per il numero dei cittadini - beni di prima necessità migliorano ma anche negativi: - quartieri affollati con abitazioni inadeguate salari bassi e condizioni di vita misere Giolitti supporta questo sviluppo attraverso misure protezionistiche e attraverso le commesse statali (=prodotti che uno Stato commissiona a un privato) Politica interna: Estensione del suffragio (1912) universale maschile (votano tutti i maschi che hanno compiuto 30 anni, se si vuole votare a partire dai 21, bisogna saper leggere e scrivere o aver assolto ai servizi di leva) Si passa da un 9.5% di votanti a un 25% Per la prima volta delle masse partecipano alla vita politica si pone il problema di controllare le masse votanti, di indirizzarle verso chi vuoi che votino Gruppi politici con cui Giolitti ha a che fare: - socialisti - cattolici In Italia abbiamo il partito socialista italiano, con cui Giolitti deve trovare un accordo→ MA il partito si divide in: corrente riformista (Filippo Turati)> non mirano alla rivoluzione, ma alle riforme - corrente massimalista (Costantino Lazzari)> mirano alla rivoluzione Turati si dimostra ben disposto a un accordo con Giolitti, ma non entra mai a far parte del suo governo perchè stringere troppo i legami l'avrebbe portato a una discussione con la corrente massimalista Giolitti non riesce a trovare molti accordi con i socialisti e cerca un'alleanza con il partito cattolico Ricordiamo che in Italia c'era il "Non Expedit" + nascita dei sindacati cattolici + fondazione dell'Unione Elettorale Cattolica (con il compito di coordinare le forza cattoliche durante le elezioni) 1913> Giolitti stringe un patto con l'Unione Elettorale Cattolica (a capo di Vincenzo Gentiloni), che viene chiamato patto Gentiloni→ stabilisce che: - i cattolici si impegnano a votare i candidati liberali - i candidati liberali devono impegnarsi a difendere le introduzioni della chiesa cattolica > nelle elezioni vince e metà dei voti provengono dai cattolici La sua politica è chiamata "dal doppio volto"> è come se fosse diversa con il nord (con cui è tollerante) e con il sud (con cui è chiuso e conservatore) Nel nord> problema grosso= disagio proletariato→ Giolitti tollera le lotte sindacali, gli scioperi, ecc. → riduce il massimo delle ore di lavoro giornaliere, organizza forme di previdenza sociale, tutela le lavoratrici durante la maternità e innalza la soglia del lavoro minorile (12 anni) Nel sud> Giolitti vede il sud come un serbatoio di voti, li guadagna grazie a modi corrotti: - impedisce agli avversari politici di tenere comizi elettorali - fa arrestare i sindacalisti, attivisti, ecc. - ricorre a minacce, corruzione, brogli elettorali → non aiuta il sud a risolvere i problemi, ma si occupa solo di alcuni di essi (es. terremoti) + reprime le proteste operaie Fenomeno migratorio= "Grande migrazione" → alcuni storici la dividono in 2 fasi: - anni 70-1900> interessa 5 milioni di italiani ed è di carattere individuale (emigra solo il singolo) - 1900-1914> interessa 9 milioni di persone e coinvolge sia individui che famiglie Conseguenze positive: - problema di disoccupazione diminuisce e si spera in salari più alti - migliorano le condizioni contrattuali dei lavoratori - significativo afflusso di denaro che dall'estero arriva in Italia ed è collegato alle rimesse che gli immigrati mandano Conseguenze negative: - zone spopolate - la popolazione italiana invecchia 14/10/2022 Politica estera: Giolitti promuove l'espansione coloniale dell'Italia con obiettivo verso la Libia> perchè sta sotto l'Impero turco (in cui ci fu la rivoluzione poco prima) Obiettivo mostrare la potenza dell'Italia I grandi industriali sono favorevoli perchè bisogna produrre armi/ mezzi/ ecc. + opinione pubblica che vede nella Libia una possibili soluzione alla mancanza di lavoro 1911> Italia dichiara guerra alla Turchia e, dopo alcuni successi iniziali, l'avanzata italiana si arresta perchè non riesce più a sconfiggere l'esercito turco + per la resistenza locale della Libia che si oppone all'esercito italiano L'Italia cambia strategia e si mette a occupare alcune isole del mare Egeo (che stanno sotto la Turchia) → ha delle basi per fare un'incursione nello stesso dei Garganelli (unisce Europa a Medio-Oriente) La Turchia, per evitare problemi, in cambio della ritirata italiana dalle isole dell'Egeo, cede la Libia Risultati non sono quelli sperati> l'Italia controlla solo la fascia costiera della Libia → definito "scatolone di sabbia" di fatto non porta nessun vantaggio alla popolazione italiana