Giuseppe Parini

user profile picture

Alice Carniel

29 Followers
 

Italiano

 

4ªl

Appunto

Giuseppe Parini

 Il neoclassicismo
Riprende i valori classici come la libertà dell'uomo, il rifiuto della tirannia, ecc...
Si intreccia con l'Illuminismo e

Commenti (1)

Condividi

Salva

10

Cenni al neoclassicismo in Italia, vita e opere di Parini (Il giorno, Le odi, La salubrità dell’aria)

Non c'è niente di adatto? Esplorare altre aree tematiche.

Il neoclassicismo Riprende i valori classici come la libertà dell'uomo, il rifiuto della tirannia, ecc... Si intreccia con l'Illuminismo e la sensibilità preromantica Difficile stabilire una distinzione tra le varie tendenze Si pone in contrapposizione netta con il barocco: gli elementi fondamentali per raggiungere il bello ideale sono la semplicità, l'equilibrio e l'ordine L'opera d'arte non deve essere una semplice copia della realtà ma la manifestazione del bello ideale in cui c'è la sintesi tra la bellezza della natura e i valori morali Con riferimenti classici e alla mitologia greca e romana Punti dell'arte neoclassica L'arte classica esprime il bello ideale ed è il risultato dell'opera della sensibilità e della creatività dell'artista che riesce a trasfigurare la realtà umana Il bello ideale appartiene al regno della bellezza incorporea e soprannaturale È espressione dell'anima dell'artista, oltrepassa le forme della natura la bellezza ideale non esclude la rappresentazione delle passioni, purché la rappresentazione sia composta La materia per l'artista è solamente il mezzo che rende visibile e sensibile il bello Il primo effetto che il neoclassico a sulla cultura contemporanea è l'idea della superiorità del mondo antico su quello moderno e dell'impossibilità dei moderni di uguagliare gli artisti classici Principio di uguagliazione (riproporre i classici) Consapevole recupero dei classici che si estende a tutti...

Con noi per un apprendimento più divertente

Aiuto per i compiti

Con la funzionalità Domande, è possibile porre domande e ricevere risposte da altri studenti in qualsiasi momento.

Imparare insieme

Unisciti a migliaia di studenti per condividere conoscenze, scambiare idee e aiutarvi a vicenda. Un'applicazione interattiva all-in-one.

Sicura e testata

Che si tratti di riassunti, esercizi o appunti delle lezioni, Knowunity garantisce che tutti i contenuti siano verificati e crea un ambiente di apprendimento sicuro a cui il vostro bambino può accedere in qualsiasi momento.

Scarica l'applicazione

Didascalia alternativa:

gli ambiti della cultura (pensiero, arte, letteratura...) Principi di questo movimento si fondono anche con gli uguali proposti dai rivoluzionari francesi Neo classicismo rivoluzionario Seguito da uno stile di vita sobrio, come gli antichi IN ITALIA Iniziale diffidenza verso Napoleone, ma nel corso del triennio giacobino (conquista dell'Italia settentrionale) le istituzioni ricevono un forte impulso di rinnovamento: si moltiplicano giornali, manifesti che si concentrano sulle vicende politiche del tempo e gli intellettuali sono partecipi di questo cambiamento in atto Il centro di rinnovamento in Italia è Milano Alcuni principi illuministi influenzano il neo classicismo, ma l'Illuminismo aveva trovato nella prosa la forma di comunicazione, mentre il neo classicismo lo trova nella poesia generi articolati e solenni come l'ode, il carme e il poemetto Soprattutto in Italia l'atteggiamento ispirato al razionalismo illuministico e la ricerca di un linguaggio semplice, chiaro porta la lirica neoclassica verso temi sociali, civili, impegnati gli ideali antichi si fondono con quelli del progresso, unificazione nazionale e libertà (liberazione dal dominio straniero) E oltre a temi di carattere politico, c'è un senso di armonia ed equilibrio che caratterizza queste opere Tra gli esponenti italiani ci sono Parini, Alfieri Un altro elemento di continuità con l'antichità è il ricorso con la satira politica e sociale Una delle fasi è il neo classicismo imperiale che si rifà a Napoleone che fu proclamato imperatore nel 1804 Espressione dell'età napoleonica assume una forma di propaganda non intendeva più esaltare le virtù repubblicane di Roma, Sparta e Atene ma esalta il regime imposto da Napoleone Neo classicismo preromantico ultimi decenni del 1700 caratterizzato da inquietudine e turbamento vi è l'ascesa di Napoleone che aveva spezzato gli ideali illuministi di miglioramento sociale e pace tra i popoli, vi è un rapporto tormentato tra uomo e natura, pensiero ricorrente della morte, attaccamento della terra natale... La poesia neoclassica italiana, in generale, si esprime in due concetti fondamentali poesia eternatrice • bellezza consolatrice Lo associano alle forme imperiali romane La poesia assume una funzione sacra e anche il poeta, essendo in grado di trasportare in una dimensione atemporale, ciò che invece avrebbe una fine (sentimenti, azioni nobili, passioni) celebra anche la bellezza (in particolare quella femminile) perché ha il potere di consolare l'uomo, la cui vita è composta maggiormente da sofferenza Viene nominata molto la mitologia per esaltare le imprese, il sentimento e la sensibilità c'è poi il preromanticismo, nel quale si abbandona l'ottimismo illuminista (ritorno allo stato di natura) Caratteristiche • Arte come espressione spontanea dei sentimenti, stati d'animo • esaltato il genio individuale, in contrapposizione con l'uguaglianza dell'Illuminismo • Attenzione alla dimensione soggettiva si discosta dall'Illuminismo ● ● ● viene ribadita l'esigenza di libertà nelle regole della letteratura si manifesta in un'inquietudine e desti di ribellione preferenza di temi drammatici come morte, suicidio, caducità delle cose Atteggiamenti patetici, rimpianto di cose perdute, amori non ricambiati particolare attenzione verso la natura selvaggia con ambientazioni lugubri Giuseppe Parini Nasce nel 1729 a Bosisio, un paesino della Brianza sulle rive del lago Pusiano } Per tutta la vita dovrà pensare a come guadagnarsi da vivere 1740 - un prozia gli lascia una piccola eredità a condizione che diventi sacerdote Di famiglia povera che appartiene alla piccola borghesia Suo padre Francesco Maria è un commerciante di seta Si trasferisce a Milano, dove entra nella scuola dei padri Barnabiti di sant'Alessandro S Trauma dovuto al distacco dal paese natale 1600 formazione di molte Accademie Accademia dell'Arcadia - nasce per contrastare il barocco • Accademia dei trasformati - altamente illuminista, sostiene Maria Teresa d'Austria, un sovrano illuminato La famiglia segue Parini a Milano contando sulla sicurezza economica data dalla rendita -> Gli affari vanno male: Parini è costretto a occuparsi del sostentamento dei cari 1754 - porta a termine i suoi studi e viene ordinato sacerdote Parini è considerato un "mezzo illuminista" ed è uno dei primi esponenti del neoclassicismo (nuovo classicismo) 1729-1799 Entra a servizio della famiglia dei duchi Serbelloni come istitutore dei figli -> Lascia il proprio lavoro per un litigio con la duchessa Un anno dopo entra a sevizio di Giuseppe Maria Imbonati, per l'educazione del figlio Carlo (₂ Ha modo di conoscere la Milano che conta 1763 - pubblica opere di grande successo - Carlo conte di Firmian, governatore della Lombardia per conto di Maria Teresa d'Austria, lo vuole come consigliere Rapporto maestro-allievo molto forte paragonato a quello classico tra Chirone e Achille 1768 - nomina come poeta del regio ducale teatro per il quale scrive una festa teatrale suonata da Mozart assume la direzione della "Gazzetta di Milano”, il giornale ufficiale dell'amministrazione austriaca 1769 - gli viene affidata la cattedra di Eloquenza (letteratura italiana) alle scuole palatine => Situazione economica stabilizzata 1799 - ritorno degli austriaci a Milano e morte di Parini 1780 morte dell'imperatrice Maria Teresa e del conte di Firmian-> Il nuovo imperatore Giuseppe II ha in mente un nuovo programma di riforme per Milano Parini è incerto, ma la sua fama accresce fino a permettergli di diventare sopraintendente (direttore) dell'Accademia di Brera 1796 - le truppe rivoluzionarie francesi entrano a Milano -> Parini viene chiamato a far parte del nuovo governo repubblicano Nelle sue opere riemerge spesso la nostalgia per i luoghi d'infanzia e per i rapporti umani sinceri s Accetta e continua ad occuparsi di educazione pubblica e di cultura ma si ritira dopo poco tempo Ha idee moderate che non si coniugano con quelle degli occupanti francesi ل Visione idealizzata della vita campestre, la vede meglio di quanto non lo sia Influenzato dalla poesia pastorale greca e latina, la poesia dell'Arcadia e le idee socio-economiche dei fisiocrati (lavoro agricolo - attività più utile al progresso delle nazioni) Amare la campagna significa proporre un ideale di vita, è un sentimento morale polemico nei confronti degli innaturali 'costumi moderni' Parini è un conservatore illuminato • Non è contro la nobiltà, ma sostiene che debbano meritare la loro posizione privilegiata attraverso una condotta che li renda degni di essa -> Devono contribuire alla società con donazioni ai più poveri • Ironizza sul loro modo di essere ma non vuole rovesciarli come i rivoluzionari • Predilige il filantropismo e l'idea di uguaglianza e rispetto per tutti gli uomini Critica alla nobiltà per un fine morale: cambiare quella società scritti satirici-morali Vige ancora l'antico regime per cui vi è ancora una divisione netta tra gli aristocratici e il popolo e il potere del re deriva da Dio Gli intellettuali mediano tra i due e tra questi ne fa parte Parini -> Illuminista moderato La rivoluzione francese rovescia questa politica: il potere viene dato dal popolo Parini è riuscito a rendere nuova e concreta la lingua della poesia -> I poeti dell'Arcadia l'avevano resa sterile per l'eccesso di raffinatezza Apre la poesia a contenuti e linguaggio "moderni" ma, allo stesso tempo, recupera le forme della poesia greca e latina Parini viene definito un intellettuale militante perché interviene nel dibattito politico-sociale e culturale della sua epoca →> risponde a vari scritti, come quello sulla questione della lingua IL GIORNO • Poema satirico e didascalico →> propone un insegnamento per educare il lettore • Endecasillabi sciolti (senza rima) Fonde illuminismo e neoclassicismo • Tratta temi eroici e ironici allo stesso tempo -> racconta di un giovane nobile con le sue abitudini quotidiane, fa riferimenti alla mitologia (funzione ironica paragonando un nobile ad una divinità) • Utilizzo dei miti eziologici (quelli che spiegano l'origine di determinati aspetti della realtà), di sotto-narrazioni-> Digressioni/pezzi di bravura del poema 1763 - pubblicazione della prima parte Mattino, in forma anonima را Vi sono delle digressioni: la favola di amore e imene, che spiega l'origine del cicisbei (accompagnatori ufficiali di una dama) e la favola del piacere, che spiega l'origine delle disuguaglianze umane 1765 - pubblicazione della seconda parte Mezzogiorno 1766 - Parini sta per concludere la composizione della terza e ultima parte Sera, ma decide di riscrivere tutta l'opera cambiando il nome della seconda in Meriggio e dividendo l'ultima parte in Vespro e Notte -> Ballo e teatro, ricevimento con una dama (₂ Visita a degli amici e ad una che sta per partorire Non riuscì mai a portarla a termine Trama Il precettor d'amabil rito, ovvero il maestro del nobile, racconta la giornata tipo di un giovane aristocratico nella Milano del settecento: il rientro all'alba, il risveglio nella tarda mattinata, il pranzo nel palazzo della dama di cui il cavalier servente o cicisbeo, il passaggio sul corso cittadino verso sera per finire con i divertimenti notturni Vengono raccontate le occupazioni di un giovin signore qualsiasi in una giornata qualsiasi Lo scopo è quello di ritrarre un'intera classe sociale per castigarne i comportamenti e costumi Il linguaggio è portato alla chiarezza • Lo stile è raffinato e la sintassi complessa (tramite paragoni con il mito classico) • Dà spazio termini tecnici o vocaboli da poco entrati nell'uso • Utilizza termini sofisticati e solenni per mettere in evidenza la frivolezza dei nobili • Accosta delle parti piacevoli all'insegnamento Parini è contrario a tutto ciò che il precettore consiglia - grande ironia percettibile LE ODI 1791 - prima pubblicazione 1795 - seconda pubblicazione con l'aggiunta di tre testi L'ode è un genere lirico introdotto dall'Arcadia: contenuti elevati, versi brevi (settenari), ma quelle di Parini sono più oratorie che liriche perché contengono dei principi etici e sociali, non per lo stato d'animo del poeta e tratta argomenti di attualità, interesse razionale e scientifica Le odi non sono disposte secondo l'ordine di stesura ma secondo una scansione tematica • Prima parte - componimenti di tipo civile (occasioni esterne al poeta) Affronta il tema del rapporto tra la natura e i prodotti del pensiero umano (la scienza, la cultura e la civiltà) dove emerge il sentimento di fiducia che Parini nutre per la scienza e per le innovazioni tecnologiche • Seconda parte - cultura all'interno della società (occasioni più intime) ripresi e riformulati dei temi civili che Parini aveva affrontato nelle prime odi con l'aggiunta di 4 componimenti giocosi che mettono in ridicolo l'ipocrisia di una società che il poeta finge apparentemente di celebrare • Terza parte - figura dell'intellettuale e del poeta (fase neoclassica) celebra quattro personaggi illustri che diventano figure ideali nelle quali si rispecchiano le virtù civili care al poeta nelle tre odi aggiunte vengono riproposti in maniera più chiara e con uno stile più alto questi temi LA SALUBRITÁ DELL'ARIA Quest'ode era stata letta all'Accademia dei trasformati nel 1759 in un corso di lettura che aveva come tema l'aria Contrapposizione tra campagna e il clima malsano di Milano -> Le persone stanno male e sono corrotte perché il profitto privato porta ad una degenerazione della città e delle persone Si deve aumentare la produzione di riso perché molti terreni sono allagati e vi è la malaria nell'acqua Le coltivazioni dovrebbero stare a minimo quattro miglia dalla città ma ti ho mancato rispetto della legge e quindi una vita malsana Parini denuncia la situazione -> Indica gli speculatori come causa di queste problematiche perché mossi dal desiderio di un guadagno maggiore non si curano della salute dei cittadini Per la rappresentazione della campagna ricorre alla tradizione arcaica della natura (luogo di pace, ristoro dei sensi), ma ci sono delle innovazioni quali l'attenzione ad aspetti tecnici della società

Giuseppe Parini

user profile picture

Alice Carniel

29 Followers
 

Italiano

 

4ªl

Appunto

Giuseppe Parini

Questo Contenuto è disponibile solamente nell' app di Knowunity

 Il neoclassicismo
Riprende i valori classici come la libertà dell'uomo, il rifiuto della tirannia, ecc...
Si intreccia con l'Illuminismo e

Aprire l'app

Condividi

Salva

10

Commenti (1)

F

Un appunto così carino per la scuola 😍😍, è davvero utile!

Cenni al neoclassicismo in Italia, vita e opere di Parini (Il giorno, Le odi, La salubrità dell’aria)

Contenuti simili

11

appunti Giacomo Leopardi - esame di maturità

Know appunti Giacomo Leopardi - esame di maturità  thumbnail

6031

 

5ªl

1

Ugo Foscolo

Know Ugo Foscolo thumbnail

2184

 

3ªm

15

Giacomo Leopardi

Know Giacomo Leopardi  thumbnail

1393

 

4ªl/5ªl

6

Giovanni Pascoli vita e opere

Know Giovanni Pascoli vita e opere thumbnail

1224

 

5ªl

di più

Il neoclassicismo Riprende i valori classici come la libertà dell'uomo, il rifiuto della tirannia, ecc... Si intreccia con l'Illuminismo e la sensibilità preromantica Difficile stabilire una distinzione tra le varie tendenze Si pone in contrapposizione netta con il barocco: gli elementi fondamentali per raggiungere il bello ideale sono la semplicità, l'equilibrio e l'ordine L'opera d'arte non deve essere una semplice copia della realtà ma la manifestazione del bello ideale in cui c'è la sintesi tra la bellezza della natura e i valori morali Con riferimenti classici e alla mitologia greca e romana Punti dell'arte neoclassica L'arte classica esprime il bello ideale ed è il risultato dell'opera della sensibilità e della creatività dell'artista che riesce a trasfigurare la realtà umana Il bello ideale appartiene al regno della bellezza incorporea e soprannaturale È espressione dell'anima dell'artista, oltrepassa le forme della natura la bellezza ideale non esclude la rappresentazione delle passioni, purché la rappresentazione sia composta La materia per l'artista è solamente il mezzo che rende visibile e sensibile il bello Il primo effetto che il neoclassico a sulla cultura contemporanea è l'idea della superiorità del mondo antico su quello moderno e dell'impossibilità dei moderni di uguagliare gli artisti classici Principio di uguagliazione (riproporre i classici) Consapevole recupero dei classici che si estende a tutti...

Non c'è niente di adatto? Esplorare altre aree tematiche.

Con noi per un apprendimento più divertente

Aiuto per i compiti

Con la funzionalità Domande, è possibile porre domande e ricevere risposte da altri studenti in qualsiasi momento.

Imparare insieme

Unisciti a migliaia di studenti per condividere conoscenze, scambiare idee e aiutarvi a vicenda. Un'applicazione interattiva all-in-one.

Sicura e testata

Che si tratti di riassunti, esercizi o appunti delle lezioni, Knowunity garantisce che tutti i contenuti siano verificati e crea un ambiente di apprendimento sicuro a cui il vostro bambino può accedere in qualsiasi momento.

Scarica l'applicazione

Knowunity

Scuola. Finalmente semplice.

Aprire l'app

Didascalia alternativa:

gli ambiti della cultura (pensiero, arte, letteratura...) Principi di questo movimento si fondono anche con gli uguali proposti dai rivoluzionari francesi Neo classicismo rivoluzionario Seguito da uno stile di vita sobrio, come gli antichi IN ITALIA Iniziale diffidenza verso Napoleone, ma nel corso del triennio giacobino (conquista dell'Italia settentrionale) le istituzioni ricevono un forte impulso di rinnovamento: si moltiplicano giornali, manifesti che si concentrano sulle vicende politiche del tempo e gli intellettuali sono partecipi di questo cambiamento in atto Il centro di rinnovamento in Italia è Milano Alcuni principi illuministi influenzano il neo classicismo, ma l'Illuminismo aveva trovato nella prosa la forma di comunicazione, mentre il neo classicismo lo trova nella poesia generi articolati e solenni come l'ode, il carme e il poemetto Soprattutto in Italia l'atteggiamento ispirato al razionalismo illuministico e la ricerca di un linguaggio semplice, chiaro porta la lirica neoclassica verso temi sociali, civili, impegnati gli ideali antichi si fondono con quelli del progresso, unificazione nazionale e libertà (liberazione dal dominio straniero) E oltre a temi di carattere politico, c'è un senso di armonia ed equilibrio che caratterizza queste opere Tra gli esponenti italiani ci sono Parini, Alfieri Un altro elemento di continuità con l'antichità è il ricorso con la satira politica e sociale Una delle fasi è il neo classicismo imperiale che si rifà a Napoleone che fu proclamato imperatore nel 1804 Espressione dell'età napoleonica assume una forma di propaganda non intendeva più esaltare le virtù repubblicane di Roma, Sparta e Atene ma esalta il regime imposto da Napoleone Neo classicismo preromantico ultimi decenni del 1700 caratterizzato da inquietudine e turbamento vi è l'ascesa di Napoleone che aveva spezzato gli ideali illuministi di miglioramento sociale e pace tra i popoli, vi è un rapporto tormentato tra uomo e natura, pensiero ricorrente della morte, attaccamento della terra natale... La poesia neoclassica italiana, in generale, si esprime in due concetti fondamentali poesia eternatrice • bellezza consolatrice Lo associano alle forme imperiali romane La poesia assume una funzione sacra e anche il poeta, essendo in grado di trasportare in una dimensione atemporale, ciò che invece avrebbe una fine (sentimenti, azioni nobili, passioni) celebra anche la bellezza (in particolare quella femminile) perché ha il potere di consolare l'uomo, la cui vita è composta maggiormente da sofferenza Viene nominata molto la mitologia per esaltare le imprese, il sentimento e la sensibilità c'è poi il preromanticismo, nel quale si abbandona l'ottimismo illuminista (ritorno allo stato di natura) Caratteristiche • Arte come espressione spontanea dei sentimenti, stati d'animo • esaltato il genio individuale, in contrapposizione con l'uguaglianza dell'Illuminismo • Attenzione alla dimensione soggettiva si discosta dall'Illuminismo ● ● ● viene ribadita l'esigenza di libertà nelle regole della letteratura si manifesta in un'inquietudine e desti di ribellione preferenza di temi drammatici come morte, suicidio, caducità delle cose Atteggiamenti patetici, rimpianto di cose perdute, amori non ricambiati particolare attenzione verso la natura selvaggia con ambientazioni lugubri Giuseppe Parini Nasce nel 1729 a Bosisio, un paesino della Brianza sulle rive del lago Pusiano } Per tutta la vita dovrà pensare a come guadagnarsi da vivere 1740 - un prozia gli lascia una piccola eredità a condizione che diventi sacerdote Di famiglia povera che appartiene alla piccola borghesia Suo padre Francesco Maria è un commerciante di seta Si trasferisce a Milano, dove entra nella scuola dei padri Barnabiti di sant'Alessandro S Trauma dovuto al distacco dal paese natale 1600 formazione di molte Accademie Accademia dell'Arcadia - nasce per contrastare il barocco • Accademia dei trasformati - altamente illuminista, sostiene Maria Teresa d'Austria, un sovrano illuminato La famiglia segue Parini a Milano contando sulla sicurezza economica data dalla rendita -> Gli affari vanno male: Parini è costretto a occuparsi del sostentamento dei cari 1754 - porta a termine i suoi studi e viene ordinato sacerdote Parini è considerato un "mezzo illuminista" ed è uno dei primi esponenti del neoclassicismo (nuovo classicismo) 1729-1799 Entra a servizio della famiglia dei duchi Serbelloni come istitutore dei figli -> Lascia il proprio lavoro per un litigio con la duchessa Un anno dopo entra a sevizio di Giuseppe Maria Imbonati, per l'educazione del figlio Carlo (₂ Ha modo di conoscere la Milano che conta 1763 - pubblica opere di grande successo - Carlo conte di Firmian, governatore della Lombardia per conto di Maria Teresa d'Austria, lo vuole come consigliere Rapporto maestro-allievo molto forte paragonato a quello classico tra Chirone e Achille 1768 - nomina come poeta del regio ducale teatro per il quale scrive una festa teatrale suonata da Mozart assume la direzione della "Gazzetta di Milano”, il giornale ufficiale dell'amministrazione austriaca 1769 - gli viene affidata la cattedra di Eloquenza (letteratura italiana) alle scuole palatine => Situazione economica stabilizzata 1799 - ritorno degli austriaci a Milano e morte di Parini 1780 morte dell'imperatrice Maria Teresa e del conte di Firmian-> Il nuovo imperatore Giuseppe II ha in mente un nuovo programma di riforme per Milano Parini è incerto, ma la sua fama accresce fino a permettergli di diventare sopraintendente (direttore) dell'Accademia di Brera 1796 - le truppe rivoluzionarie francesi entrano a Milano -> Parini viene chiamato a far parte del nuovo governo repubblicano Nelle sue opere riemerge spesso la nostalgia per i luoghi d'infanzia e per i rapporti umani sinceri s Accetta e continua ad occuparsi di educazione pubblica e di cultura ma si ritira dopo poco tempo Ha idee moderate che non si coniugano con quelle degli occupanti francesi ل Visione idealizzata della vita campestre, la vede meglio di quanto non lo sia Influenzato dalla poesia pastorale greca e latina, la poesia dell'Arcadia e le idee socio-economiche dei fisiocrati (lavoro agricolo - attività più utile al progresso delle nazioni) Amare la campagna significa proporre un ideale di vita, è un sentimento morale polemico nei confronti degli innaturali 'costumi moderni' Parini è un conservatore illuminato • Non è contro la nobiltà, ma sostiene che debbano meritare la loro posizione privilegiata attraverso una condotta che li renda degni di essa -> Devono contribuire alla società con donazioni ai più poveri • Ironizza sul loro modo di essere ma non vuole rovesciarli come i rivoluzionari • Predilige il filantropismo e l'idea di uguaglianza e rispetto per tutti gli uomini Critica alla nobiltà per un fine morale: cambiare quella società scritti satirici-morali Vige ancora l'antico regime per cui vi è ancora una divisione netta tra gli aristocratici e il popolo e il potere del re deriva da Dio Gli intellettuali mediano tra i due e tra questi ne fa parte Parini -> Illuminista moderato La rivoluzione francese rovescia questa politica: il potere viene dato dal popolo Parini è riuscito a rendere nuova e concreta la lingua della poesia -> I poeti dell'Arcadia l'avevano resa sterile per l'eccesso di raffinatezza Apre la poesia a contenuti e linguaggio "moderni" ma, allo stesso tempo, recupera le forme della poesia greca e latina Parini viene definito un intellettuale militante perché interviene nel dibattito politico-sociale e culturale della sua epoca →> risponde a vari scritti, come quello sulla questione della lingua IL GIORNO • Poema satirico e didascalico →> propone un insegnamento per educare il lettore • Endecasillabi sciolti (senza rima) Fonde illuminismo e neoclassicismo • Tratta temi eroici e ironici allo stesso tempo -> racconta di un giovane nobile con le sue abitudini quotidiane, fa riferimenti alla mitologia (funzione ironica paragonando un nobile ad una divinità) • Utilizzo dei miti eziologici (quelli che spiegano l'origine di determinati aspetti della realtà), di sotto-narrazioni-> Digressioni/pezzi di bravura del poema 1763 - pubblicazione della prima parte Mattino, in forma anonima را Vi sono delle digressioni: la favola di amore e imene, che spiega l'origine del cicisbei (accompagnatori ufficiali di una dama) e la favola del piacere, che spiega l'origine delle disuguaglianze umane 1765 - pubblicazione della seconda parte Mezzogiorno 1766 - Parini sta per concludere la composizione della terza e ultima parte Sera, ma decide di riscrivere tutta l'opera cambiando il nome della seconda in Meriggio e dividendo l'ultima parte in Vespro e Notte -> Ballo e teatro, ricevimento con una dama (₂ Visita a degli amici e ad una che sta per partorire Non riuscì mai a portarla a termine Trama Il precettor d'amabil rito, ovvero il maestro del nobile, racconta la giornata tipo di un giovane aristocratico nella Milano del settecento: il rientro all'alba, il risveglio nella tarda mattinata, il pranzo nel palazzo della dama di cui il cavalier servente o cicisbeo, il passaggio sul corso cittadino verso sera per finire con i divertimenti notturni Vengono raccontate le occupazioni di un giovin signore qualsiasi in una giornata qualsiasi Lo scopo è quello di ritrarre un'intera classe sociale per castigarne i comportamenti e costumi Il linguaggio è portato alla chiarezza • Lo stile è raffinato e la sintassi complessa (tramite paragoni con il mito classico) • Dà spazio termini tecnici o vocaboli da poco entrati nell'uso • Utilizza termini sofisticati e solenni per mettere in evidenza la frivolezza dei nobili • Accosta delle parti piacevoli all'insegnamento Parini è contrario a tutto ciò che il precettore consiglia - grande ironia percettibile LE ODI 1791 - prima pubblicazione 1795 - seconda pubblicazione con l'aggiunta di tre testi L'ode è un genere lirico introdotto dall'Arcadia: contenuti elevati, versi brevi (settenari), ma quelle di Parini sono più oratorie che liriche perché contengono dei principi etici e sociali, non per lo stato d'animo del poeta e tratta argomenti di attualità, interesse razionale e scientifica Le odi non sono disposte secondo l'ordine di stesura ma secondo una scansione tematica • Prima parte - componimenti di tipo civile (occasioni esterne al poeta) Affronta il tema del rapporto tra la natura e i prodotti del pensiero umano (la scienza, la cultura e la civiltà) dove emerge il sentimento di fiducia che Parini nutre per la scienza e per le innovazioni tecnologiche • Seconda parte - cultura all'interno della società (occasioni più intime) ripresi e riformulati dei temi civili che Parini aveva affrontato nelle prime odi con l'aggiunta di 4 componimenti giocosi che mettono in ridicolo l'ipocrisia di una società che il poeta finge apparentemente di celebrare • Terza parte - figura dell'intellettuale e del poeta (fase neoclassica) celebra quattro personaggi illustri che diventano figure ideali nelle quali si rispecchiano le virtù civili care al poeta nelle tre odi aggiunte vengono riproposti in maniera più chiara e con uno stile più alto questi temi LA SALUBRITÁ DELL'ARIA Quest'ode era stata letta all'Accademia dei trasformati nel 1759 in un corso di lettura che aveva come tema l'aria Contrapposizione tra campagna e il clima malsano di Milano -> Le persone stanno male e sono corrotte perché il profitto privato porta ad una degenerazione della città e delle persone Si deve aumentare la produzione di riso perché molti terreni sono allagati e vi è la malaria nell'acqua Le coltivazioni dovrebbero stare a minimo quattro miglia dalla città ma ti ho mancato rispetto della legge e quindi una vita malsana Parini denuncia la situazione -> Indica gli speculatori come causa di queste problematiche perché mossi dal desiderio di un guadagno maggiore non si curano della salute dei cittadini Per la rappresentazione della campagna ricorre alla tradizione arcaica della natura (luogo di pace, ristoro dei sensi), ma ci sono delle innovazioni quali l'attenzione ad aspetti tecnici della società