Filosofia /

filosofi pluralisti

filosofi pluralisti

 I pluralisti
I fisici pluralisti, ovvero i filosofi che identificarono molteplici archè si svilupparono
nel V° secolo a.C., cercarono di un

filosofi pluralisti

user profile picture

lalu

34 Followers

Condividi

Salva

347

 

3ªl

Appunto

fisici pluralisti:Empedocle, Anassagora, Democrito

Non c'è niente di adatto? Esplorare altre aree tematiche.

I pluralisti I fisici pluralisti, ovvero i filosofi che identificarono molteplici archè si svilupparono nel V° secolo a.C., cercarono di unire l'essere ed il divenire, e dunque salvare sia l'esperienza sensoriale che quella razionale. Ritennero che i composti non sono immutabili, bensì mutevoli, poiché sono l'aggregazione, o la separazione, dei principi primi dell'essere. Sostengono inoltre che il non essere esiste. Tra i fisici pluralisti ricordiamo Empedocle, Anassagora e Democrito. Empedocle Empedocle, filosofo parte dei fisici pluralisti, fu originario dell'Agrigento e scrisse due opere principali: Le Purificazioni→ consigli su come purificare l'anima • Sulla natura → contemplazioni sull'origine del mondo e della natura I principi molteplici della natura per lui sono definiti le quattro radici: Si uniscono per azione dell'Amore • Aria • Fuoco • Terra Acqua Si scompongono per azione dell'Odio Tutte le cose dell'universo sono costituiti da tutti gli elementi delle quattro radici, creando i composti, che si muovono. Amore e Odio sino costantemente in competizione (→guerra tra i contrari): Amore-unisce, crea Odio separa, distrugge Nascita morte ● Sostiene anche la presenza di un ciclo cosmico, nel quale si vanno a creare 4 regni: Sfero Regno dello Sfero, dell'Amore • Due regni intermedi, della vita Regno del Caos, dell'Odio ● Energie cosmiche Intermedio Vita Intermedio Vita Caos Empedocle inoltre porta avanti una teoria della conoscenza: il principio di somiglianza( il simile conosce il simile). Questo perché le radici che agiscono in un certo composto influiscono sulle radici dello stesso tipo...

Con noi per un apprendimento più divertente

Aiuto per i compiti

Con la funzionalità Domande, è possibile porre domande e ricevere risposte da altri studenti in qualsiasi momento.

Imparare insieme

Unisciti a migliaia di studenti per condividere conoscenze, scambiare idee e aiutarvi a vicenda. Un'applicazione interattiva all-in-one.

Sicura e testata

Che si tratti di riassunti, esercizi o appunti delle lezioni, Knowunity garantisce che tutti i contenuti siano verificati e crea un ambiente di apprendimento sicuro a cui il vostro bambino può accedere in qualsiasi momento.

Scarica l'applicazione

Didascalia alternativa:

di un altro composto. Anassagora Per Anassagora gli archè, diversamente onda Empedocle che vede gli archè nella natura, sono dei semi. Egli vuole dimostrare che esiste un'essere, un'essenza della natura stabile, che può essere colta attraverso al logos. Anche lui vede il mondo come un aggregato di elementi, che secondo lui è dato dalla somma di tante qualità messe assieme. Ogni sostanza del mondo è formato da diverse qualità che regolano il mondo. Per lui i semi danno origine alle piante, e secondo lui al loro interno ci sono tutte le proprietà della pianta che va a generare. Ogni essere vivente, e lui, è stato generato da una seme, come la physis e la natura. Questi semi però sono particelle: Invisibili Numerosissimi Divisibili C'è una energia superiore, un'intelligenza generatrice, chiamata intelletto cosmico, Nous, che permette a questi semi di aggregarsi e di creare l'universo con la molteplicità delle sue cose. L'aggregazione dei semi, attraverso all'intelletto cosmico che li aggrega attraverso al logos, si va dal caos al cosmo. Anche se tutte le cose ci sembrano diverse sono fatte dall'insieme di tutti i semi: Tutto è in tutto In ogni cosa sono contenuti tutti i semi di infinite qualità in quantità variabili. I semi sono qualitativamente differenti, però tutte le qualità differenti in tutto l'universo, sono presenti in tutte le cose in quantità diverse. Questo è molto simile all'idea di Empedocle. Il Nous quindi è: ● ● Eterno, illimitato e non mescolato Principio materiale, assolutamente non divino. È un'energia interna alla materia stessa. Non è materia ma è qualcosa di materiale, all'interno della physis • Non c'è finalismo, ovvero non pianifica la struttura del mondo secondo un fine buono, rientra nel meccanicismo. La conoscenza per Anassagora avviene attraverso al contatto, la percezione dei semi che compongono l'altro composto. A differenza di Empedocle, il simile conosce il dissimile. La mente costruisce un'immagine, una conoscenza, a partire dalle differenze tra ciò che osserva e ciò che le è noto. ● ● Es: L'uomo è un uomo perché cammina su due gambe, mentre gli altri animali lo fanno su quattro zampe. Parmenide L'essere è unico ed immutabile Il movimento e la mutevolezza sono solo apparenza L'essere è eterno, non nasce e non muore La sensazione è inadeguata ed ingannevole L'essere è oggetto di conoscenza esclusivamente razionale Immutabili • Indivisibili • Pieni Empedocle Anassagora La realtà è molteplice La realtà è molteplice Il molteplice originario è Il molteplice originario è costituito da quattro elementi: le costituito dai principi primi quattro radici della realtà: i semi Democrito Democrito. Fu il padre dell'atomismo, ovvero fu il primo a considerare l'esistenza dell'atomo(a-tomo, indivisibile), la più piccola parte dell'universo. Appartiene ad un gruppo di intellettuali e si dice che sia discepolo di Leucippo e. Con democrito nasce la dottrina che parte dall'atomo e dal vuoto. In realtà vi è anche un terzo elemento, ovvero il movimento. L'atomo, in se, vuol dire indivisibile, ed è il suo principio primo, l'archè. Per Democrito il vuoto è il non essere, non inteso come non esistente, ma come diverso dall'essere, esistente. ● Le radici non nascono e non muoiono Le cose si producono per l'aggregazione e la disgregazione delle radici per mezzo di Amore e Odio La sensazione ha un valore conoscitivo atomo-pieno Il vuoto deve esistere ontologicamente per Demerito perché gli atomi si possono aggregare e disgregare (comporre e distruggere composti) solo muovendosi nel vuoto. Se questo vuoto non ci fosse, l'atomo non esisterebbe. L'atomo è materia e come tale è pieno, se tutto fosse atomi e non esistesse il vuoto gli atomi non potrebbero muoversi e non potrebbero aggregarsi o disgregarsi. Gli atomi hanno diverse caratteristiche: ● I semi non nascono e non muoiono Le cose si producono per aggregazione e disgregazione dei semi grazie ad un moto vorticoso dato dal nous La sensazione ha un valore conoscitivo vuoto vuoto Eterni(ingenerati ed imperituri) • Uniformi per qualità Democrito afferma che sono tutti gli atomi uguali ma sono diversi per forma, grandezza e posizione nello spazio. NN И Si muovono nel vuoto in maniera spontanea e casuale, e non hanno finalità, perciò c'è sempre un mondo meccanicistico. Si muovono in modo vorticoso e, aggregandosi e disgregandosi, creano l'universo. La visione di democrito è una visione materialistica, tutto è materia, infatti gli atomi, che sono la realtà, sono materia. Addirittura anche l'anima è costituita da atomi, è materiale, infatti muore con il corpo. Ed è deterministica, ovvero è determinata: ogni cambiamento o trasformazione è data dalla necessita, legge necessaria, sempre eterna e stabile. Tutto ciò che avviene nel divenire, tutte le leggi che trasformano il mondo, sono leggi necessarie e sono quindi determinate in modo causale, secondo una causa ed un effetto. Non c'è finalità nel mondo (il mondo non va verso la perfezione) ma la perfezione e il miglioramento nel mondo c'è e gli eventi nel mondo a volte sono casuali, ma ci sono delle regole che determinano, in modo meccanico. La psyche è l'anima che permette di svolgere tutte quelle attività spirituali, non materiali. Pero per democrito l'anima è materiale, costituita da atomi sottilissimi: imprime i movimenti, i pensieri e le azioni del corpo in cui si trova. Alla morte l'anima si disgrega, ma gli atomi vanno a creare una nuova anima. La conoscenza avviene grazie all'anima, l'urto tra diversi atomi provoca la sensazione: il soggetto entra in contato con l'oggetto e in un secondo momento il soggetto elabora i dati raccolti e capisce il significato profondo delle cose, le cose essenziali dell'oggetto che ci permettono di calorie cos'è, l'essenza. Quella parte dell'anima che si chiama intelletto è il nous.

Filosofia /

filosofi pluralisti

user profile picture

lalu  

Seguire

34 Followers

 I pluralisti
I fisici pluralisti, ovvero i filosofi che identificarono molteplici archè si svilupparono
nel V° secolo a.C., cercarono di un

Aprire l'app

fisici pluralisti:Empedocle, Anassagora, Democrito

Contenuti simili

user profile picture

4

Fisici pluralisti

Know Fisici pluralisti  thumbnail

10

 

3ªl

user profile picture

3

I fisici pluralisti

Know I fisici pluralisti  thumbnail

158

 

3ªl

user profile picture

4

I Fisici Pluralisti: Empedocle, Anassagora e Democrito

Know I Fisici Pluralisti: Empedocle, Anassagora e Democrito thumbnail

28

 

3ªl

S

3

I pluralisti (Empedocle, Anassagora, Democrito)

Know I pluralisti (Empedocle, Anassagora, Democrito) thumbnail

74

 

3ªl

I pluralisti I fisici pluralisti, ovvero i filosofi che identificarono molteplici archè si svilupparono nel V° secolo a.C., cercarono di unire l'essere ed il divenire, e dunque salvare sia l'esperienza sensoriale che quella razionale. Ritennero che i composti non sono immutabili, bensì mutevoli, poiché sono l'aggregazione, o la separazione, dei principi primi dell'essere. Sostengono inoltre che il non essere esiste. Tra i fisici pluralisti ricordiamo Empedocle, Anassagora e Democrito. Empedocle Empedocle, filosofo parte dei fisici pluralisti, fu originario dell'Agrigento e scrisse due opere principali: Le Purificazioni→ consigli su come purificare l'anima • Sulla natura → contemplazioni sull'origine del mondo e della natura I principi molteplici della natura per lui sono definiti le quattro radici: Si uniscono per azione dell'Amore • Aria • Fuoco • Terra Acqua Si scompongono per azione dell'Odio Tutte le cose dell'universo sono costituiti da tutti gli elementi delle quattro radici, creando i composti, che si muovono. Amore e Odio sino costantemente in competizione (→guerra tra i contrari): Amore-unisce, crea Odio separa, distrugge Nascita morte ● Sostiene anche la presenza di un ciclo cosmico, nel quale si vanno a creare 4 regni: Sfero Regno dello Sfero, dell'Amore • Due regni intermedi, della vita Regno del Caos, dell'Odio ● Energie cosmiche Intermedio Vita Intermedio Vita Caos Empedocle inoltre porta avanti una teoria della conoscenza: il principio di somiglianza( il simile conosce il simile). Questo perché le radici che agiscono in un certo composto influiscono sulle radici dello stesso tipo...

Non c'è niente di adatto? Esplorare altre aree tematiche.

Con noi per un apprendimento più divertente

Aiuto per i compiti

Con la funzionalità Domande, è possibile porre domande e ricevere risposte da altri studenti in qualsiasi momento.

Imparare insieme

Unisciti a migliaia di studenti per condividere conoscenze, scambiare idee e aiutarvi a vicenda. Un'applicazione interattiva all-in-one.

Sicura e testata

Che si tratti di riassunti, esercizi o appunti delle lezioni, Knowunity garantisce che tutti i contenuti siano verificati e crea un ambiente di apprendimento sicuro a cui il vostro bambino può accedere in qualsiasi momento.

Scarica l'applicazione

Knowunity

La Scuola Resa Facile

Aprire l'app

Didascalia alternativa:

di un altro composto. Anassagora Per Anassagora gli archè, diversamente onda Empedocle che vede gli archè nella natura, sono dei semi. Egli vuole dimostrare che esiste un'essere, un'essenza della natura stabile, che può essere colta attraverso al logos. Anche lui vede il mondo come un aggregato di elementi, che secondo lui è dato dalla somma di tante qualità messe assieme. Ogni sostanza del mondo è formato da diverse qualità che regolano il mondo. Per lui i semi danno origine alle piante, e secondo lui al loro interno ci sono tutte le proprietà della pianta che va a generare. Ogni essere vivente, e lui, è stato generato da una seme, come la physis e la natura. Questi semi però sono particelle: Invisibili Numerosissimi Divisibili C'è una energia superiore, un'intelligenza generatrice, chiamata intelletto cosmico, Nous, che permette a questi semi di aggregarsi e di creare l'universo con la molteplicità delle sue cose. L'aggregazione dei semi, attraverso all'intelletto cosmico che li aggrega attraverso al logos, si va dal caos al cosmo. Anche se tutte le cose ci sembrano diverse sono fatte dall'insieme di tutti i semi: Tutto è in tutto In ogni cosa sono contenuti tutti i semi di infinite qualità in quantità variabili. I semi sono qualitativamente differenti, però tutte le qualità differenti in tutto l'universo, sono presenti in tutte le cose in quantità diverse. Questo è molto simile all'idea di Empedocle. Il Nous quindi è: ● ● Eterno, illimitato e non mescolato Principio materiale, assolutamente non divino. È un'energia interna alla materia stessa. Non è materia ma è qualcosa di materiale, all'interno della physis • Non c'è finalismo, ovvero non pianifica la struttura del mondo secondo un fine buono, rientra nel meccanicismo. La conoscenza per Anassagora avviene attraverso al contatto, la percezione dei semi che compongono l'altro composto. A differenza di Empedocle, il simile conosce il dissimile. La mente costruisce un'immagine, una conoscenza, a partire dalle differenze tra ciò che osserva e ciò che le è noto. ● ● Es: L'uomo è un uomo perché cammina su due gambe, mentre gli altri animali lo fanno su quattro zampe. Parmenide L'essere è unico ed immutabile Il movimento e la mutevolezza sono solo apparenza L'essere è eterno, non nasce e non muore La sensazione è inadeguata ed ingannevole L'essere è oggetto di conoscenza esclusivamente razionale Immutabili • Indivisibili • Pieni Empedocle Anassagora La realtà è molteplice La realtà è molteplice Il molteplice originario è Il molteplice originario è costituito da quattro elementi: le costituito dai principi primi quattro radici della realtà: i semi Democrito Democrito. Fu il padre dell'atomismo, ovvero fu il primo a considerare l'esistenza dell'atomo(a-tomo, indivisibile), la più piccola parte dell'universo. Appartiene ad un gruppo di intellettuali e si dice che sia discepolo di Leucippo e. Con democrito nasce la dottrina che parte dall'atomo e dal vuoto. In realtà vi è anche un terzo elemento, ovvero il movimento. L'atomo, in se, vuol dire indivisibile, ed è il suo principio primo, l'archè. Per Democrito il vuoto è il non essere, non inteso come non esistente, ma come diverso dall'essere, esistente. ● Le radici non nascono e non muoiono Le cose si producono per l'aggregazione e la disgregazione delle radici per mezzo di Amore e Odio La sensazione ha un valore conoscitivo atomo-pieno Il vuoto deve esistere ontologicamente per Demerito perché gli atomi si possono aggregare e disgregare (comporre e distruggere composti) solo muovendosi nel vuoto. Se questo vuoto non ci fosse, l'atomo non esisterebbe. L'atomo è materia e come tale è pieno, se tutto fosse atomi e non esistesse il vuoto gli atomi non potrebbero muoversi e non potrebbero aggregarsi o disgregarsi. Gli atomi hanno diverse caratteristiche: ● I semi non nascono e non muoiono Le cose si producono per aggregazione e disgregazione dei semi grazie ad un moto vorticoso dato dal nous La sensazione ha un valore conoscitivo vuoto vuoto Eterni(ingenerati ed imperituri) • Uniformi per qualità Democrito afferma che sono tutti gli atomi uguali ma sono diversi per forma, grandezza e posizione nello spazio. NN И Si muovono nel vuoto in maniera spontanea e casuale, e non hanno finalità, perciò c'è sempre un mondo meccanicistico. Si muovono in modo vorticoso e, aggregandosi e disgregandosi, creano l'universo. La visione di democrito è una visione materialistica, tutto è materia, infatti gli atomi, che sono la realtà, sono materia. Addirittura anche l'anima è costituita da atomi, è materiale, infatti muore con il corpo. Ed è deterministica, ovvero è determinata: ogni cambiamento o trasformazione è data dalla necessita, legge necessaria, sempre eterna e stabile. Tutto ciò che avviene nel divenire, tutte le leggi che trasformano il mondo, sono leggi necessarie e sono quindi determinate in modo causale, secondo una causa ed un effetto. Non c'è finalità nel mondo (il mondo non va verso la perfezione) ma la perfezione e il miglioramento nel mondo c'è e gli eventi nel mondo a volte sono casuali, ma ci sono delle regole che determinano, in modo meccanico. La psyche è l'anima che permette di svolgere tutte quelle attività spirituali, non materiali. Pero per democrito l'anima è materiale, costituita da atomi sottilissimi: imprime i movimenti, i pensieri e le azioni del corpo in cui si trova. Alla morte l'anima si disgrega, ma gli atomi vanno a creare una nuova anima. La conoscenza avviene grazie all'anima, l'urto tra diversi atomi provoca la sensazione: il soggetto entra in contato con l'oggetto e in un secondo momento il soggetto elabora i dati raccolti e capisce il significato profondo delle cose, le cose essenziali dell'oggetto che ci permettono di calorie cos'è, l'essenza. Quella parte dell'anima che si chiama intelletto è il nous.