Storia dell'arte /

storia dell’arte, il rinascimento: masaccio, brunelleschi, donatello

storia dell’arte, il rinascimento: masaccio, brunelleschi, donatello

 IL RINASCIMENTO
CAMBIAMENTI: L'UOMO AL CENTRO
Il passaggio dal medioevo al rinascimento porta con sé l'idea
dell'uomo al centro del mondo t

storia dell’arte, il rinascimento: masaccio, brunelleschi, donatello

user profile picture

naus

12 Followers

Condividi

Salva

59

 

3ªl/4ªl/5ªl

Sintesi

l’inizio del rinascimento con masaccio brunelleschi e donatello

Non c'è niente di adatto? Esplorare altre aree tematiche.

IL RINASCIMENTO CAMBIAMENTI: L'UOMO AL CENTRO Il passaggio dal medioevo al rinascimento porta con sé l'idea dell'uomo al centro del mondo terreno. IN EUROPA Europa occidentale: si rafforzano le monarchie nazionali (es. Francia ed Inghilterra al termine della terra dei cent'anni). Europa continentale: si espande il ducato di Borgogna. • Nord-est: le grandi monarchie subiscono l'egemonia dei nobili. • Sud-est: avanza la potenza islamica. IN ITALIA I comuni si sostituiscono alle signorie • Alcune città si trasformano in stati regionali Prevalgono 5 stati: 1. Ducato di Milano: sotto il controllo dei Visconti 2. Repubblica di Venezia: guidata da una famiglia di mercanti 3. Stato fiorentino: guidata dai "de Medici", in particolare Cosimo de medici la espanse in tutta la toscana 4. Stato pontificio: i pontefici rafforzano l'assetto istituzionale del proprio stato 5. Regno di Napoli: con il ducato si Savoia. IL MECENATISMO Fenomeno che nasce nel rinascimento per cui veniva promossa economicamente da privati la creazione di forme d'arte (commissionate). LA RINASCITA DELL'ARTE Ghiberti scrisse che nel passaggio dal mondo antico al medioevo mancò l'arte, a causa del cristianesimo che frenò l'arte statuaria. Vasari poi ribadì che gli artisti della sua epoca avevano ripreso gli ideali e le forme d'arte antiche: secondo lui la vera arte è solo quella classica, che nel medioevo era stata abbandonata. QUANDO INIZIA IL RINASCIMENTO La data di esordio coincide con il 1401 (con il concorso della seconda porta del battistero...

Con noi per un apprendimento più divertente

Aiuto per i compiti

Con la funzionalità Domande, è possibile porre domande e ricevere risposte da altri studenti in qualsiasi momento.

Imparare insieme

Unisciti a migliaia di studenti per condividere conoscenze, scambiare idee e aiutarvi a vicenda. Un'applicazione interattiva all-in-one.

Sicura e testata

Che si tratti di riassunti, esercizi o appunti delle lezioni, Knowunity garantisce che tutti i contenuti siano verificati e crea un ambiente di apprendimento sicuro a cui il vostro bambino può accedere in qualsiasi momento.

Scarica l'applicazione

Didascalia alternativa:

di Firenze) e viene suddiviso in due parti: primo rinascimento (1401), secondo rinascimento (dal '500). LA RISCOPERTA DELL'ANTICO Umanesimo: movimento artistico e letterario fondato sulla riscoperta do testi antichi pagani che portavano con sé valori etici, considerati il cardine di una educazione integrale, sotto ogni aspetto (Detti "studia humanitatis"). 1 Tutto questo porta ad una nuova visione dell'uomo, con una cultura "antropocentrica" contrapposta alla teocentrica del medioevo. La figura dell'uomo viene esaltata come il punto d'incontro tra cielo e terra. GLI ARTISTI Eguagliano l'armonia raggiunta dall'arte del passato, studiando la cultura antica in maniera ordinata e sistematica, guidati dalla fiducia nel codice dell'arte classica: tutto questo venne adattato alle esigenze espressive rinascimentali. Si tratta di una rivoluzione che va a ritroso, riprendendo concetti e valori antichi, per dar vita a sistemi di pensiero che interrompessero le tradizioni del '300. IL TEMA SACRO NEL RINASCIMENTO Nel rinascimento si ha una rivalutazione dei miti pagani, ad un primo occhio incompatibili con la religione cristiana: in realtà i rinascimentali vi trovarono ugualmente collegamenti con i dogmi cristiani. L'arte rinascimentale da più spazio a soggetti non cristiani, ma nonostante questo i quadri raffiguranti scene prese dalla bibbia rimangono il 78%. LA PROSPETTIVA È il metodo scientifico di rappresentazione: consente di disegnare oggetti a tre dimensioni con regole geometriche precise. Viene inventata da Brunelleschi nel 1414, disegnando una veduta di piazza della signoria a Firenze con palazzo vecchio e una veduta del battistero. Viene utilizzato un punto di fuga quando si tratta di prospettiva centrale, mentre per quella casuale. Già Giotto tentava di utilizzare la prospettiva, ma lo faceva senza regole, per questo viene detta "prospettiva empirica". La prospettiva è importante per rappresentare come l'uomo vede la realtà. NB: in realtà la prospettiva non esiste, perché è un errore ottico: si basa solo su un principio culturale (il mondo a grandezza d'uomo): affermazione dell'intelletto umano. La rappresentazione prospettica si evolve sempre di più, fino a restituire la visione dell'uomo. Gli esseri umani vogliono dimostrare di saper dominare la natura, tramite una sua rappresentazione propria dell'uomo. 2 LE PROPORZIONI ARCHITETTONICHE Proporzione: rapporto matematico tra 2 o più elementi in relazione. (Venne introdotto il concetto di proporzione armonica da Pitagora). • SEZIONE AUREA: numero ottenuto tra il rapporto di due misure diverse, ovvero (a+b):a=a:b, questo rapporto approssimativamente è di 1,6180 (es. si chiama aureo il rettangolo i cui due lati sono legati da questa proporzione). Gli architetti rinascimentali sfruttarono molto la tecnica del triangolo aureo, o in generale le proporzioni studiate. ed entro un quadrato. CORPO UMANO -Alberti: suddivide il corpo umano in 6 piedi -Piero della Francesca: propone misurazioni minuziose del volto umano L'uomo vitruviano è molto importante: l'uomo perfetto si può inscrivere in un cerchio ARTISTI E COMMITTENTI Gli artisti venivano considerati inferiori agli intellettuali, poiché svolgevano un lavoro manuale. Spesso questi per timore o svalutazione di sé tendevano anche a non firmare la opere. Per ogni opera realizzata c'era un committente, che paga le spese, influenzando secondo il proprio volere e gusto l'opera finale. Essi spendevano un enorme quantitativo di denaro per opere d'arte pubbliche e private, agevolando l'economia, e col passare del tempo, modificando anche l'aspetto della propria città, come accadde per Firenze. 3 FILIPPO BRUNELLESCHI Figlio di un notaio, a 24 anni partecipa ad il concorso che da' inizio all'effettivo rinascimento. 1. LA SECONDA PORTA DEL BATTISTERO Il concorso per la seconda porta del battistero di Firenze, nel 1401 vede lo scontro tra Ghiberti e Brunelleschi, che dovevano creare un bassorilievo in bronzo racchiuso in una formella, che rappresentasse il sacrificio di Isacco, e che riprendesse quello della porta sud di Andrea Pisano (1330/36). Ghiberti Brunelleschi 1. GHIBERTI: la divide in 3 fasce verticali: angelo e Isacco, Abramo, 2 servitori. È uno scultore tardo gotico, di conseguenza è poco realistico (es. l'intervento dell'angelo, e l'atteggiamento eroico di Isacco, infine i due servitori sono completamente estranei a ciò che accade). 2. BRUNELLESCHI: Isacco scappa in ginocchio, Abramo violento lo prende per il collo, mentre segue la richiesta di dio. L'angelo ferma con la mano Abramo mentre sta per colpire. C'è molto più realismo. Mette l'asino e i servitori in primo piano, in cui aggiunge citazioni alla cultura classica. Alla fine il concorso viene vinto da Ghiberti, perché l'innovazione di Brunelleschi non era semplice da accettare. Dopo questa sconfitta Brunelleschi viaggia a roma insieme a Donatello, ed entrambi studiano l'arte classica per trarne insegnamenti, seppur all'inizio superficiali, infatti Brunelleschi non riprenderà a differenza dei suoi successori anche il linguaggio approfondito. 2. LA CUPOLA DI SANTA MARIA DEL FIORE Nel 1418 viene indotto il concorso per la realizzazione della cupola di maria del fiore (Duomo di Firenze, progettato da Arnolfo di Cambio). Doveva essere costruita una copertura di 45,52m di diametro, un impresa difficile perché la realizzazione di una centina che partisse da terra per 93m era impossibile. Brunelleschi è l'unico a riuscirci, progettando una cupola autoportante. 4 STRUTTURA • Struttura a doppia calotta: interno spessore di 2 metri, mentre l'esterna si assottiglia. • Le due calotte sono unite da 24 costoloni. • Brunelleschi ricava una scala all'interno della cupola. • Mattoni disposti per file orizzontali concentriche con sistema di incastro a "spina di pesce". • La lanterna di coronamento è stata iniziata nel 1446, poco prima della sua morte. VALORE PAESAGGISTICO • La superficie della cupola è ricoperta da tegole rosse e spartita in 8 creste di marmo bianco: produce un impattante effetto cromatico. • Le creste di marmo sembrano dare una struttura leggera alla cupola. • La cupola appare sospesa sulla città ed è visibile da 70km di distanza. 400 TE 000 LABORATOR DROGUALDAD HOH 3. IL PORTICO DEGLI INNOCENTI Nel 1419 Brunelleschi progetta lo Spedale degli Innocenti, che si affaccia su piazza Santissima Annunziata (Firenze). STRUTTURA • È rialzato su un podio Il portico è formato da 9 campate a pianta quadrata coperte da volte a vela Il portico sorregge una struttura chiusa scandite da finestre rettangolari con al di sopra un timpano • Colonne dai capitelli corinzi • Materiali: pietra serena per intonaco parete, crea un'equilibrata bicromia di grigio e bianco. RAPPORTI PROPORZIONALI C'è un modulo proporzionale che istituisce un rapporto matematico fra altezza, larghezza e profondità. = Tutto dipende dall'altezza della colonna che è uguale alla distanza tra due colonne e alla profonditi del portico, creando spazi cubici. LO 5

Storia dell'arte /

storia dell’arte, il rinascimento: masaccio, brunelleschi, donatello

user profile picture

naus  

Seguire

12 Followers

 IL RINASCIMENTO
CAMBIAMENTI: L'UOMO AL CENTRO
Il passaggio dal medioevo al rinascimento porta con sé l'idea
dell'uomo al centro del mondo t

Aprire l'app

l’inizio del rinascimento con masaccio brunelleschi e donatello

IL RINASCIMENTO CAMBIAMENTI: L'UOMO AL CENTRO Il passaggio dal medioevo al rinascimento porta con sé l'idea dell'uomo al centro del mondo terreno. IN EUROPA Europa occidentale: si rafforzano le monarchie nazionali (es. Francia ed Inghilterra al termine della terra dei cent'anni). Europa continentale: si espande il ducato di Borgogna. • Nord-est: le grandi monarchie subiscono l'egemonia dei nobili. • Sud-est: avanza la potenza islamica. IN ITALIA I comuni si sostituiscono alle signorie • Alcune città si trasformano in stati regionali Prevalgono 5 stati: 1. Ducato di Milano: sotto il controllo dei Visconti 2. Repubblica di Venezia: guidata da una famiglia di mercanti 3. Stato fiorentino: guidata dai "de Medici", in particolare Cosimo de medici la espanse in tutta la toscana 4. Stato pontificio: i pontefici rafforzano l'assetto istituzionale del proprio stato 5. Regno di Napoli: con il ducato si Savoia. IL MECENATISMO Fenomeno che nasce nel rinascimento per cui veniva promossa economicamente da privati la creazione di forme d'arte (commissionate). LA RINASCITA DELL'ARTE Ghiberti scrisse che nel passaggio dal mondo antico al medioevo mancò l'arte, a causa del cristianesimo che frenò l'arte statuaria. Vasari poi ribadì che gli artisti della sua epoca avevano ripreso gli ideali e le forme d'arte antiche: secondo lui la vera arte è solo quella classica, che nel medioevo era stata abbandonata. QUANDO INIZIA IL RINASCIMENTO La data di esordio coincide con il 1401 (con il concorso della seconda porta del battistero...

Non c'è niente di adatto? Esplorare altre aree tematiche.

Con noi per un apprendimento più divertente

Aiuto per i compiti

Con la funzionalità Domande, è possibile porre domande e ricevere risposte da altri studenti in qualsiasi momento.

Imparare insieme

Unisciti a migliaia di studenti per condividere conoscenze, scambiare idee e aiutarvi a vicenda. Un'applicazione interattiva all-in-one.

Sicura e testata

Che si tratti di riassunti, esercizi o appunti delle lezioni, Knowunity garantisce che tutti i contenuti siano verificati e crea un ambiente di apprendimento sicuro a cui il vostro bambino può accedere in qualsiasi momento.

Scarica l'applicazione

Knowunity

La Scuola Resa Facile

Aprire l'app

Didascalia alternativa:

di Firenze) e viene suddiviso in due parti: primo rinascimento (1401), secondo rinascimento (dal '500). LA RISCOPERTA DELL'ANTICO Umanesimo: movimento artistico e letterario fondato sulla riscoperta do testi antichi pagani che portavano con sé valori etici, considerati il cardine di una educazione integrale, sotto ogni aspetto (Detti "studia humanitatis"). 1 Tutto questo porta ad una nuova visione dell'uomo, con una cultura "antropocentrica" contrapposta alla teocentrica del medioevo. La figura dell'uomo viene esaltata come il punto d'incontro tra cielo e terra. GLI ARTISTI Eguagliano l'armonia raggiunta dall'arte del passato, studiando la cultura antica in maniera ordinata e sistematica, guidati dalla fiducia nel codice dell'arte classica: tutto questo venne adattato alle esigenze espressive rinascimentali. Si tratta di una rivoluzione che va a ritroso, riprendendo concetti e valori antichi, per dar vita a sistemi di pensiero che interrompessero le tradizioni del '300. IL TEMA SACRO NEL RINASCIMENTO Nel rinascimento si ha una rivalutazione dei miti pagani, ad un primo occhio incompatibili con la religione cristiana: in realtà i rinascimentali vi trovarono ugualmente collegamenti con i dogmi cristiani. L'arte rinascimentale da più spazio a soggetti non cristiani, ma nonostante questo i quadri raffiguranti scene prese dalla bibbia rimangono il 78%. LA PROSPETTIVA È il metodo scientifico di rappresentazione: consente di disegnare oggetti a tre dimensioni con regole geometriche precise. Viene inventata da Brunelleschi nel 1414, disegnando una veduta di piazza della signoria a Firenze con palazzo vecchio e una veduta del battistero. Viene utilizzato un punto di fuga quando si tratta di prospettiva centrale, mentre per quella casuale. Già Giotto tentava di utilizzare la prospettiva, ma lo faceva senza regole, per questo viene detta "prospettiva empirica". La prospettiva è importante per rappresentare come l'uomo vede la realtà. NB: in realtà la prospettiva non esiste, perché è un errore ottico: si basa solo su un principio culturale (il mondo a grandezza d'uomo): affermazione dell'intelletto umano. La rappresentazione prospettica si evolve sempre di più, fino a restituire la visione dell'uomo. Gli esseri umani vogliono dimostrare di saper dominare la natura, tramite una sua rappresentazione propria dell'uomo. 2 LE PROPORZIONI ARCHITETTONICHE Proporzione: rapporto matematico tra 2 o più elementi in relazione. (Venne introdotto il concetto di proporzione armonica da Pitagora). • SEZIONE AUREA: numero ottenuto tra il rapporto di due misure diverse, ovvero (a+b):a=a:b, questo rapporto approssimativamente è di 1,6180 (es. si chiama aureo il rettangolo i cui due lati sono legati da questa proporzione). Gli architetti rinascimentali sfruttarono molto la tecnica del triangolo aureo, o in generale le proporzioni studiate. ed entro un quadrato. CORPO UMANO -Alberti: suddivide il corpo umano in 6 piedi -Piero della Francesca: propone misurazioni minuziose del volto umano L'uomo vitruviano è molto importante: l'uomo perfetto si può inscrivere in un cerchio ARTISTI E COMMITTENTI Gli artisti venivano considerati inferiori agli intellettuali, poiché svolgevano un lavoro manuale. Spesso questi per timore o svalutazione di sé tendevano anche a non firmare la opere. Per ogni opera realizzata c'era un committente, che paga le spese, influenzando secondo il proprio volere e gusto l'opera finale. Essi spendevano un enorme quantitativo di denaro per opere d'arte pubbliche e private, agevolando l'economia, e col passare del tempo, modificando anche l'aspetto della propria città, come accadde per Firenze. 3 FILIPPO BRUNELLESCHI Figlio di un notaio, a 24 anni partecipa ad il concorso che da' inizio all'effettivo rinascimento. 1. LA SECONDA PORTA DEL BATTISTERO Il concorso per la seconda porta del battistero di Firenze, nel 1401 vede lo scontro tra Ghiberti e Brunelleschi, che dovevano creare un bassorilievo in bronzo racchiuso in una formella, che rappresentasse il sacrificio di Isacco, e che riprendesse quello della porta sud di Andrea Pisano (1330/36). Ghiberti Brunelleschi 1. GHIBERTI: la divide in 3 fasce verticali: angelo e Isacco, Abramo, 2 servitori. È uno scultore tardo gotico, di conseguenza è poco realistico (es. l'intervento dell'angelo, e l'atteggiamento eroico di Isacco, infine i due servitori sono completamente estranei a ciò che accade). 2. BRUNELLESCHI: Isacco scappa in ginocchio, Abramo violento lo prende per il collo, mentre segue la richiesta di dio. L'angelo ferma con la mano Abramo mentre sta per colpire. C'è molto più realismo. Mette l'asino e i servitori in primo piano, in cui aggiunge citazioni alla cultura classica. Alla fine il concorso viene vinto da Ghiberti, perché l'innovazione di Brunelleschi non era semplice da accettare. Dopo questa sconfitta Brunelleschi viaggia a roma insieme a Donatello, ed entrambi studiano l'arte classica per trarne insegnamenti, seppur all'inizio superficiali, infatti Brunelleschi non riprenderà a differenza dei suoi successori anche il linguaggio approfondito. 2. LA CUPOLA DI SANTA MARIA DEL FIORE Nel 1418 viene indotto il concorso per la realizzazione della cupola di maria del fiore (Duomo di Firenze, progettato da Arnolfo di Cambio). Doveva essere costruita una copertura di 45,52m di diametro, un impresa difficile perché la realizzazione di una centina che partisse da terra per 93m era impossibile. Brunelleschi è l'unico a riuscirci, progettando una cupola autoportante. 4 STRUTTURA • Struttura a doppia calotta: interno spessore di 2 metri, mentre l'esterna si assottiglia. • Le due calotte sono unite da 24 costoloni. • Brunelleschi ricava una scala all'interno della cupola. • Mattoni disposti per file orizzontali concentriche con sistema di incastro a "spina di pesce". • La lanterna di coronamento è stata iniziata nel 1446, poco prima della sua morte. VALORE PAESAGGISTICO • La superficie della cupola è ricoperta da tegole rosse e spartita in 8 creste di marmo bianco: produce un impattante effetto cromatico. • Le creste di marmo sembrano dare una struttura leggera alla cupola. • La cupola appare sospesa sulla città ed è visibile da 70km di distanza. 400 TE 000 LABORATOR DROGUALDAD HOH 3. IL PORTICO DEGLI INNOCENTI Nel 1419 Brunelleschi progetta lo Spedale degli Innocenti, che si affaccia su piazza Santissima Annunziata (Firenze). STRUTTURA • È rialzato su un podio Il portico è formato da 9 campate a pianta quadrata coperte da volte a vela Il portico sorregge una struttura chiusa scandite da finestre rettangolari con al di sopra un timpano • Colonne dai capitelli corinzi • Materiali: pietra serena per intonaco parete, crea un'equilibrata bicromia di grigio e bianco. RAPPORTI PROPORZIONALI C'è un modulo proporzionale che istituisce un rapporto matematico fra altezza, larghezza e profondità. = Tutto dipende dall'altezza della colonna che è uguale alla distanza tra due colonne e alla profonditi del portico, creando spazi cubici. LO 5