Italiano /

Giacomo Leopardi

Giacomo Leopardi

 Giacorto Leopardi
29 giugno 1798 nasce a Recanati (piccolo centro dello stato pontificio)
1817:
Padre: conte Monaldo
conservatore (cattolic

Giacomo Leopardi

user profile picture

Sal

279 Followers

Condividi

Salva

136

 

4ªl/5ªl

Appunto

appunti su Leopardi (+ infinito, alla luna, a Silvia, la ginestra e dialogo della natura e di un islandese)

Non c'è niente di adatto? Esplorare altre aree tematiche.

Giacorto Leopardi 29 giugno 1798 nasce a Recanati (piccolo centro dello stato pontificio) 1817: Padre: conte Monaldo conservatore (cattolico osservante e nemico dell'Illuminismo) vastissima biblioteca ma non aggiornata (scrittori classici e cristiani) Madre: Adelaide Antici Fino al 1816: Periodo dell'ERUDIZIONE (Sapere per sapere) JA "Studio matto e disperatissimo" Leopardi si sente oppresso dai genitori 1816: "PASSAGGIO DALL'ERUDIZIONE AL BELLO" cultura vastissima nel campo della Filologia classica (Studi da autodidatta) PESSIMISMO STORICO: Il male dell'uomo è causato dal processo di Civilizzazione e non dalla natura Donna dura e bigotta, fortemente cristiana corrisponde al pensiero di Rousseau società, istruzione e religione hanno corrotto uno stato felice antecedente (antichi greci e romani) Gli causa problemi di salute, in particolare alla spina dorsale 1818: prime due poesie pubblicate Difesa dei classici nel dibattito romantico inizia a scrivere lo ZIBALDONE DI PENSIERI Mitologia serve a recuperare questo stato primitivo Ricordi portano felicità perché riportano alla fanciullezza in cui si aveva un contatto con la natur e non si ancora corrotti dalla società corrispondenza con PIETRO GIORDANI Non vuole più essere solo uno studioso ma uno scrittore Studiare e scrivere poesie per raggiungere la bellezza omero il più grande poeta perché si avvicinava di più a quello stato primitivo Ateismo/laicismo sorta di diario in cui trascrive brani di opere altrui, annota riflessioni, spunti filosofici e letterari, progetti poetici e considerazioni autobiografiche 1819 conversione filosofica “DAL BELLO...

Con noi per un apprendimento più divertente

Aiuto per i compiti

Con la funzionalità Domande, è possibile porre domande e ricevere risposte da altri studenti in qualsiasi momento.

Imparare insieme

Unisciti a migliaia di studenti per condividere conoscenze, scambiare idee e aiutarvi a vicenda. Un'applicazione interattiva all-in-one.

Sicura e testata

Che si tratti di riassunti, esercizi o appunti delle lezioni, Knowunity garantisce che tutti i contenuti siano verificati e crea un ambiente di apprendimento sicuro a cui il vostro bambino può accedere in qualsiasi momento.

Scarica l'applicazione

Didascalia alternativa:

AL VERO" Impegno civile Rappresenta un contatto con l'europa Anticlassicista Abbandono della religione cattolica canzoni di argomento civile (patriottico) Leopardi fortemente ANTIRELIGIOSO ricerca del vero filosofico fo Frustrazione per la mancata fuga da Recanati Malattia agli occhi che gli impedisce di leggere e scrivere Visione ATEA E MATERIALISTICA della Vita (vale solo la vita terrena) Poesia acquisisce un ruolo specifico: luogo in cui trovano spazio e voce le ILLUSIONI Sulla Vita Le illusioni sono alla base dei valori umani più nobili ed eroici (onore, virtù, amor di patria, desiderio di gloria, spirito di sacrificio) comincia a mettere su carta le sue riflessioni sulla propria esistenza e sul mondo 1819-1821: Scrive gli IDILLI "scoperta del vero" e conseguente "CADUTA DELLE ILLUSIONI” fo Illusione che si possa raggiungere la felicità tornando alla propria infanzia cade Immaginare è solo una fuga dal proprio dolore visione ancora positiva della natura 1824: pubblica a Bologna il volume delle "canzoni", contenente nove canzoni Gira per l'Italia Abbandona temporaneamente la produzione poetica scrive in prosa le prime venti OPERETTE MORALI Tra cui "Infinito” e “alla luna” Roma (1822-23) Milano (1825) Firenze (1825) ● Pisa (1828) Rientra a Recanati Torna a Firenze Infelicità dell'uomo nella storia Infelicità umana non dovuta al distacco dalla natura e abbandono delle illusioni in cambio di "aride verità", ma dal semplice fatto di essere in vita Si inizia a passare al PESSIMISMO COSMICO Muore il 14 giugno 1837 Non legato al modo in cui gli uomini pensano e si comportano ma il modo in cui è fatta l'esistenza stessa ogni essere vivente è votato alla morte e l'uomo ha la triste consapevolezza di questo inevitabile destino Accusa di ogni male la natura e la vita stessa Firenze importante perché qui entra in contatto con il Gabinetto vissieux si riuniscono i più importanti letterati del tempo 2 scrive i canti pisano-recanantesi 1829: "il Risorgimento" (di se) 1831: prima edizione dei "canti" 23 componimenti 1835: seconda edizione dei "canti” e terza edizione (parziale) delle "operette" conosce e stringe amicizia con ANTONIO RANIERI scrive altre due operette Ultimo periodo della sua vita afflitto da gravi problemi di vista b 1836: Scritti gli ultimi due canti “Il tramonto della luna" e "La ginestra o il fiore del deserto" Tra cui Manzoni Tra cui a Silvia presenza del "CICLO DI ASPASIA” ispirato all'amore per Fanny Targioli Tozzetti Rinizia a scrivere poesie continua scrivere versi con l'aiuto di ranieri che glieli trascrive e rilegge a voce alta TEORIA DEL PIACERE Distinzione tra : • poesia immaginativa cosa provoca piacere Poesia sentimentale -Dopo che le conoscenze scientifiche hanno mutato le concezioni filosofiche dell'uomo la capacità immaginativa è rimasta solamente ai bambini Gli antichi avevano la capacità di scrivere poesia esercitando Pimmaginazione (capacità di creare un mondo fantastico) secondo Leopardi è piacevole tutto ciò che è vago, indefinito, che non si vede Avendo perso la facoltà immaginativa gli scrittori non si rivolgono alla creazione di immagini ma “all'affetto, al sentimento, alla malinconia, al dolore" "Il sentimentale" è conseguenza della “cognizione dell'uomo e delle cose", cioè del vero Porta ad immaginare Questo perché l'uomo desidera un piacere sconfinato e soffre quando percepisce i limiti dell'estensione del piacere LO ZIBALDONE La piacevolezza dell'indefinito comporta l'importanza del ricordo Dato sia dalla visione che dall'udito I ricordi sono legati alla fanciullezza (fase della vita in cui l'uomo è in grado di immaginare) Pubblicati postumi "oggetto mentale" che ha contorni incerti tanto nel tempo quanto nello spazio se un oggetto qualunque non desta alcun ricordo, rimembranza allora non è poetico Antichità di un singolo essere umano ma anche in termini di umanità RITRATTO DI UNA MADRE TERRIBILE La rimembranza è essenziale e principale nel sentimento poetico Gli antichi erano più portati a immaginazione e piaceri Anche poli che vivono attualmente come nell' età pr Lo stesso oggetto sarà invece poeticissimo a ricordarlo Il presente non può essere poetico, perché il poetico consiste sempre nel lontano, nell'indefinito e nel vago Annota pensieri e riflessioni su svariati argomenti Differenza tra i predecessori sta nel volume (4526 facciate), vastità del periodo di vita che ricopre e vastità di argomenti Sistema filosofico in movimento Tema della religione Tesi: religione è contraria alla natura dell'uomo Leopardi racconta di aver conosciuto una madre di famiglia (non lo dice ma si comprende che parla di sua madre) Questa donna non è superstiziosa, è fortemente cristiana praticante Non si dispiaceva della morte dei bambini piccoli ma invidiava la situazione perché questi erano arrivati in paradiso senza aver affrontato sofferenze e avevano liberato i genitori dal loro mantenimento Si occupava dei propri figli ma intimamente voleva che morissero 4 Gioisce delle perdite di alcuni figli Gioisce delle deformità e delle malattie dei figli I CANTI → Tutto questo lo faceva per liberarli dai pericoli dell'anima : voleva che rinunciassero alla vita e li sminuiva continuamente se non lo facevano Si consolava dei loro fallimenti Si dispiace per i peccatori ma non per i mali del corpo Aveva pena per le sventure corporali solo quando infliggevano lei e il suo modo di pensare Non si rattrista delle morti, le interessa solo che siano morti bene (dopo aver ricevuto estrema unzione ed essersi confessati) Leopardi non la condanna pienamente, era sincera delle due emozioni, era stata ridotta così dalla religione Lavoro di una vita → Titolo dato dall'autore ORGANICITÀ contrapposizione tra natura dell'uomo, capace di soffrire, e sovrapposizione della religione Libro di poesie in cui esse si susseguono secondo un ordine stabilito dall'autore componimento labor limae (lavoro di Lima) ordine grossomodo cronologico DIFFERENZE RISPETTO ALLA TRADIZIONE: Non per fare l'eroina ma ne era convinta Libro interamente LIRICO Tentazioni, attaccamento alle cose terrene e superbia -D LIBERTÀ STRUTTURE METRICHE Non c'è più nemmeno l'amore Non completamente, vuole dare un messaggio preciso Ultimo canto composto è "il tramonto della luna” ma viene posto prima de "la ginestra” -▷ Dopo Petrarca pochi avevano creato una raccolta di poesie che avesse una struttura non casuale Leopardi ne crea una che abbia un senso globale ordine provvisto di un significato corregge e riscrive continuamente le poesie Forte presenza dell'io lirico Paria sempre di sé e delle sue idee, anche quando sembra parlare di altro Donne appaiono per parlare della sua idea schema della "canzone libera" Non ci sono misure metriche della poesia tradizionale Ci sono endecasillabi e settenari ma non strutture di rime note o sonetti Da Leopardi fino alla modernità nessuno le utilizza, a meno che non voglia polemizzare su questo stile È il discorso lirico che modella la struttura metrica e non la metrica a imporre i suoi schemi al discorso strofe si allungano o si accorciano a seconda delle esigenze LINGUA nuova LE CANZONI Estrema selezione e pulizia linguistica Poche parole ricorrenti Tre canzoni patriottiche Recupero lessico quotidiano (non basso) GLI IDILLI libro dei canti si apre con nove canzoni Biasima l'epoca nella quale si trova a vivere e rimpiange il passato (antichità) Sintassi: Area semantica di Piacere e vaghezza che secondo lui sono poetici Non usa parole per la loro elevatezza Tre canzoni successive comprende che la decadenza non è dovuta alle vicende politiche dell'Italia ma all'oblio dei moderni della virtù e del valore caratteristici dei greci e dei romani Nella settima e nell'ottava canzone l'età rimpianta non è l'età storica ma quella del mito Nona canzone (ultimo canto di saffo) Lamenta la condizione di servitù politica dell'Italia Amore per la patria che verrà presa molto sul serio dagli uomini di metà Ottocento Tessuto di interlocuzioni Lessico: Due blocchi Quando l'uomo non ancora illuminato dalla ragione viveva in perfetta armonia con la natura canzone libera leopardiana: canzone (si conclude con un congedo) ma non ha la stessa struttura metrica (rompe la tradizione derivata da Petrarca) Dedicata ad un personaggio storico Ritrae se stesso privato della giovinezza Allocuzioni con aggettivi di affetto, possessivi, forte presenza dell'io e del tu Dal punto di vista formale ha le stesse caratteristiche degli idilli Idillio: genere poetico che nell'antica Grecia riguardava dei quadretti naturali b S scena naturale trasportata in poesia Leopardi esce da questo significato (lo spiega nello zibaldone) Autore principale : MOSCO In greco eidyllion = piccolo quadro Per lui i piccoli idilli sono “Situazioni, affezioni, avventure storiche dell'animo mio" partono tutti da un elemento autobiografico e parlano di ciò che la natura comunicava alla sua anima Quotidianità molto frequente Area semantica del ricordo e della visione Poche subordinate(sintassi semplice) Molte interrogative, tipiche del discorso filosofico "Grandi idilli” scava nell' interiorità e nell'inquietudine dell'esistenza ordine delle parole, se viene alterato non accade profondamente

Italiano /

Giacomo Leopardi

user profile picture

Sal   

Seguire

279 Followers

 Giacorto Leopardi
29 giugno 1798 nasce a Recanati (piccolo centro dello stato pontificio)
1817:
Padre: conte Monaldo
conservatore (cattolic

Aprire l'app

appunti su Leopardi (+ infinito, alla luna, a Silvia, la ginestra e dialogo della natura e di un islandese)

Contenuti simili

L

24

letteratura riassunto maturità

Know letteratura riassunto maturità  thumbnail

75

 

5ªl

user profile picture

28

GIACOMO LEOPARDI

Know GIACOMO LEOPARDI  thumbnail

22

 

5ªl

user profile picture

4

leopardi

Know leopardi thumbnail

2

 

2ªl/3ªl/4ªl

user profile picture

Giacomo Leopardi

Know Giacomo Leopardi thumbnail

9

 

5ªl

Giacorto Leopardi 29 giugno 1798 nasce a Recanati (piccolo centro dello stato pontificio) 1817: Padre: conte Monaldo conservatore (cattolico osservante e nemico dell'Illuminismo) vastissima biblioteca ma non aggiornata (scrittori classici e cristiani) Madre: Adelaide Antici Fino al 1816: Periodo dell'ERUDIZIONE (Sapere per sapere) JA "Studio matto e disperatissimo" Leopardi si sente oppresso dai genitori 1816: "PASSAGGIO DALL'ERUDIZIONE AL BELLO" cultura vastissima nel campo della Filologia classica (Studi da autodidatta) PESSIMISMO STORICO: Il male dell'uomo è causato dal processo di Civilizzazione e non dalla natura Donna dura e bigotta, fortemente cristiana corrisponde al pensiero di Rousseau società, istruzione e religione hanno corrotto uno stato felice antecedente (antichi greci e romani) Gli causa problemi di salute, in particolare alla spina dorsale 1818: prime due poesie pubblicate Difesa dei classici nel dibattito romantico inizia a scrivere lo ZIBALDONE DI PENSIERI Mitologia serve a recuperare questo stato primitivo Ricordi portano felicità perché riportano alla fanciullezza in cui si aveva un contatto con la natur e non si ancora corrotti dalla società corrispondenza con PIETRO GIORDANI Non vuole più essere solo uno studioso ma uno scrittore Studiare e scrivere poesie per raggiungere la bellezza omero il più grande poeta perché si avvicinava di più a quello stato primitivo Ateismo/laicismo sorta di diario in cui trascrive brani di opere altrui, annota riflessioni, spunti filosofici e letterari, progetti poetici e considerazioni autobiografiche 1819 conversione filosofica “DAL BELLO...

Non c'è niente di adatto? Esplorare altre aree tematiche.

Con noi per un apprendimento più divertente

Aiuto per i compiti

Con la funzionalità Domande, è possibile porre domande e ricevere risposte da altri studenti in qualsiasi momento.

Imparare insieme

Unisciti a migliaia di studenti per condividere conoscenze, scambiare idee e aiutarvi a vicenda. Un'applicazione interattiva all-in-one.

Sicura e testata

Che si tratti di riassunti, esercizi o appunti delle lezioni, Knowunity garantisce che tutti i contenuti siano verificati e crea un ambiente di apprendimento sicuro a cui il vostro bambino può accedere in qualsiasi momento.

Scarica l'applicazione

Knowunity

La Scuola Resa Facile

Aprire l'app

Didascalia alternativa:

AL VERO" Impegno civile Rappresenta un contatto con l'europa Anticlassicista Abbandono della religione cattolica canzoni di argomento civile (patriottico) Leopardi fortemente ANTIRELIGIOSO ricerca del vero filosofico fo Frustrazione per la mancata fuga da Recanati Malattia agli occhi che gli impedisce di leggere e scrivere Visione ATEA E MATERIALISTICA della Vita (vale solo la vita terrena) Poesia acquisisce un ruolo specifico: luogo in cui trovano spazio e voce le ILLUSIONI Sulla Vita Le illusioni sono alla base dei valori umani più nobili ed eroici (onore, virtù, amor di patria, desiderio di gloria, spirito di sacrificio) comincia a mettere su carta le sue riflessioni sulla propria esistenza e sul mondo 1819-1821: Scrive gli IDILLI "scoperta del vero" e conseguente "CADUTA DELLE ILLUSIONI” fo Illusione che si possa raggiungere la felicità tornando alla propria infanzia cade Immaginare è solo una fuga dal proprio dolore visione ancora positiva della natura 1824: pubblica a Bologna il volume delle "canzoni", contenente nove canzoni Gira per l'Italia Abbandona temporaneamente la produzione poetica scrive in prosa le prime venti OPERETTE MORALI Tra cui "Infinito” e “alla luna” Roma (1822-23) Milano (1825) Firenze (1825) ● Pisa (1828) Rientra a Recanati Torna a Firenze Infelicità dell'uomo nella storia Infelicità umana non dovuta al distacco dalla natura e abbandono delle illusioni in cambio di "aride verità", ma dal semplice fatto di essere in vita Si inizia a passare al PESSIMISMO COSMICO Muore il 14 giugno 1837 Non legato al modo in cui gli uomini pensano e si comportano ma il modo in cui è fatta l'esistenza stessa ogni essere vivente è votato alla morte e l'uomo ha la triste consapevolezza di questo inevitabile destino Accusa di ogni male la natura e la vita stessa Firenze importante perché qui entra in contatto con il Gabinetto vissieux si riuniscono i più importanti letterati del tempo 2 scrive i canti pisano-recanantesi 1829: "il Risorgimento" (di se) 1831: prima edizione dei "canti" 23 componimenti 1835: seconda edizione dei "canti” e terza edizione (parziale) delle "operette" conosce e stringe amicizia con ANTONIO RANIERI scrive altre due operette Ultimo periodo della sua vita afflitto da gravi problemi di vista b 1836: Scritti gli ultimi due canti “Il tramonto della luna" e "La ginestra o il fiore del deserto" Tra cui Manzoni Tra cui a Silvia presenza del "CICLO DI ASPASIA” ispirato all'amore per Fanny Targioli Tozzetti Rinizia a scrivere poesie continua scrivere versi con l'aiuto di ranieri che glieli trascrive e rilegge a voce alta TEORIA DEL PIACERE Distinzione tra : • poesia immaginativa cosa provoca piacere Poesia sentimentale -Dopo che le conoscenze scientifiche hanno mutato le concezioni filosofiche dell'uomo la capacità immaginativa è rimasta solamente ai bambini Gli antichi avevano la capacità di scrivere poesia esercitando Pimmaginazione (capacità di creare un mondo fantastico) secondo Leopardi è piacevole tutto ciò che è vago, indefinito, che non si vede Avendo perso la facoltà immaginativa gli scrittori non si rivolgono alla creazione di immagini ma “all'affetto, al sentimento, alla malinconia, al dolore" "Il sentimentale" è conseguenza della “cognizione dell'uomo e delle cose", cioè del vero Porta ad immaginare Questo perché l'uomo desidera un piacere sconfinato e soffre quando percepisce i limiti dell'estensione del piacere LO ZIBALDONE La piacevolezza dell'indefinito comporta l'importanza del ricordo Dato sia dalla visione che dall'udito I ricordi sono legati alla fanciullezza (fase della vita in cui l'uomo è in grado di immaginare) Pubblicati postumi "oggetto mentale" che ha contorni incerti tanto nel tempo quanto nello spazio se un oggetto qualunque non desta alcun ricordo, rimembranza allora non è poetico Antichità di un singolo essere umano ma anche in termini di umanità RITRATTO DI UNA MADRE TERRIBILE La rimembranza è essenziale e principale nel sentimento poetico Gli antichi erano più portati a immaginazione e piaceri Anche poli che vivono attualmente come nell' età pr Lo stesso oggetto sarà invece poeticissimo a ricordarlo Il presente non può essere poetico, perché il poetico consiste sempre nel lontano, nell'indefinito e nel vago Annota pensieri e riflessioni su svariati argomenti Differenza tra i predecessori sta nel volume (4526 facciate), vastità del periodo di vita che ricopre e vastità di argomenti Sistema filosofico in movimento Tema della religione Tesi: religione è contraria alla natura dell'uomo Leopardi racconta di aver conosciuto una madre di famiglia (non lo dice ma si comprende che parla di sua madre) Questa donna non è superstiziosa, è fortemente cristiana praticante Non si dispiaceva della morte dei bambini piccoli ma invidiava la situazione perché questi erano arrivati in paradiso senza aver affrontato sofferenze e avevano liberato i genitori dal loro mantenimento Si occupava dei propri figli ma intimamente voleva che morissero 4 Gioisce delle perdite di alcuni figli Gioisce delle deformità e delle malattie dei figli I CANTI → Tutto questo lo faceva per liberarli dai pericoli dell'anima : voleva che rinunciassero alla vita e li sminuiva continuamente se non lo facevano Si consolava dei loro fallimenti Si dispiace per i peccatori ma non per i mali del corpo Aveva pena per le sventure corporali solo quando infliggevano lei e il suo modo di pensare Non si rattrista delle morti, le interessa solo che siano morti bene (dopo aver ricevuto estrema unzione ed essersi confessati) Leopardi non la condanna pienamente, era sincera delle due emozioni, era stata ridotta così dalla religione Lavoro di una vita → Titolo dato dall'autore ORGANICITÀ contrapposizione tra natura dell'uomo, capace di soffrire, e sovrapposizione della religione Libro di poesie in cui esse si susseguono secondo un ordine stabilito dall'autore componimento labor limae (lavoro di Lima) ordine grossomodo cronologico DIFFERENZE RISPETTO ALLA TRADIZIONE: Non per fare l'eroina ma ne era convinta Libro interamente LIRICO Tentazioni, attaccamento alle cose terrene e superbia -D LIBERTÀ STRUTTURE METRICHE Non c'è più nemmeno l'amore Non completamente, vuole dare un messaggio preciso Ultimo canto composto è "il tramonto della luna” ma viene posto prima de "la ginestra” -▷ Dopo Petrarca pochi avevano creato una raccolta di poesie che avesse una struttura non casuale Leopardi ne crea una che abbia un senso globale ordine provvisto di un significato corregge e riscrive continuamente le poesie Forte presenza dell'io lirico Paria sempre di sé e delle sue idee, anche quando sembra parlare di altro Donne appaiono per parlare della sua idea schema della "canzone libera" Non ci sono misure metriche della poesia tradizionale Ci sono endecasillabi e settenari ma non strutture di rime note o sonetti Da Leopardi fino alla modernità nessuno le utilizza, a meno che non voglia polemizzare su questo stile È il discorso lirico che modella la struttura metrica e non la metrica a imporre i suoi schemi al discorso strofe si allungano o si accorciano a seconda delle esigenze LINGUA nuova LE CANZONI Estrema selezione e pulizia linguistica Poche parole ricorrenti Tre canzoni patriottiche Recupero lessico quotidiano (non basso) GLI IDILLI libro dei canti si apre con nove canzoni Biasima l'epoca nella quale si trova a vivere e rimpiange il passato (antichità) Sintassi: Area semantica di Piacere e vaghezza che secondo lui sono poetici Non usa parole per la loro elevatezza Tre canzoni successive comprende che la decadenza non è dovuta alle vicende politiche dell'Italia ma all'oblio dei moderni della virtù e del valore caratteristici dei greci e dei romani Nella settima e nell'ottava canzone l'età rimpianta non è l'età storica ma quella del mito Nona canzone (ultimo canto di saffo) Lamenta la condizione di servitù politica dell'Italia Amore per la patria che verrà presa molto sul serio dagli uomini di metà Ottocento Tessuto di interlocuzioni Lessico: Due blocchi Quando l'uomo non ancora illuminato dalla ragione viveva in perfetta armonia con la natura canzone libera leopardiana: canzone (si conclude con un congedo) ma non ha la stessa struttura metrica (rompe la tradizione derivata da Petrarca) Dedicata ad un personaggio storico Ritrae se stesso privato della giovinezza Allocuzioni con aggettivi di affetto, possessivi, forte presenza dell'io e del tu Dal punto di vista formale ha le stesse caratteristiche degli idilli Idillio: genere poetico che nell'antica Grecia riguardava dei quadretti naturali b S scena naturale trasportata in poesia Leopardi esce da questo significato (lo spiega nello zibaldone) Autore principale : MOSCO In greco eidyllion = piccolo quadro Per lui i piccoli idilli sono “Situazioni, affezioni, avventure storiche dell'animo mio" partono tutti da un elemento autobiografico e parlano di ciò che la natura comunicava alla sua anima Quotidianità molto frequente Area semantica del ricordo e della visione Poche subordinate(sintassi semplice) Molte interrogative, tipiche del discorso filosofico "Grandi idilli” scava nell' interiorità e nell'inquietudine dell'esistenza ordine delle parole, se viene alterato non accade profondamente