Storia /

La crisi del III secolo

La crisi del III secolo

user profile picture

emi

102 Followers
 

Storia

 

2ªl

Sintesi

La crisi del III secolo

 La crisi del III sec.
La dinastia dei severi
Dopo la morte di Commodo sale al potere Settimio
Severo (193-211 d. C)
1. Fonda una nuova dina

Commenti (2)

Condividi

Salva

18

Un piccolo rassiunto sulla crisi del III secolo, adatabbile a tutti le scuole superiori

Non c'è niente di adatto? Esplorare altre aree tematiche.

La crisi del III sec. La dinastia dei severi Dopo la morte di Commodo sale al potere Settimio Severo (193-211 d. C) 1. Fonda una nuova dinastia 2. Rafforza l'esercito sminuendo il potere della guardia pretoriana, che fu composta anche da provinciali 3. Introdusse una nuova tassa l'ANNONA militare (contributo in natura da dare ai soldati) 4. Intraprese nuove campagne militari sconfiggendo i Parti ma non indebolendo i Persiani Alla sua morte (211 durante una campagna militare) lascia il trono ai due figli (secondo la tradizione Settimio Severo avrebbe detto "Restate uniti, arricchite l'esercito e non preoccupatevi di altro) Caracalla e Geta Geta viene ucciso dal fratello che regnò da solo aumentando la paga dei soldati 1. Caracalla promulgò nel 212 l'editto la Costitutio Antoniniana: Tutti i cittadini liberi potevano accedere alla cittadinanza romana • Si creava così una unità politica, economica, giuridica e culturale (alcuni storici fanno risalire ad essa la prima tappa di un'identità europea) 2. Caracalla voleva diventare un altro Alessandro Magno così indisse un'altra campagna militare contro i Parti ma venne assassinato dal prefetto del pretorio Macrino (217) Le truppe di Macrino elessero Eliogabálo (o Eliogábalus) un ragazzino di 14 anni Anche Eliogabálo morì e nel 222 salì Alessandro Severo L'imperatore dovette affrontare la minaccia delle invasioni barbariche a Oriente (i Sassanidi) e a Occidente (gli Alemanni). Odiato dai suoi soldati(aveva ridotto la paga) venne ucciso nel 235 e uno dei suoi...

Con noi per un apprendimento più divertente

Aiuto per i compiti

Con la funzionalità Domande, è possibile porre domande e ricevere risposte da altri studenti in qualsiasi momento.

Imparare insieme

Unisciti a migliaia di studenti per condividere conoscenze, scambiare idee e aiutarvi a vicenda. Un'applicazione interattiva all-in-one.

Sicura e testata

Che si tratti di riassunti, esercizi o appunti delle lezioni, Knowunity garantisce che tutti i contenuti siano verificati e crea un ambiente di apprendimento sicuro a cui il vostro bambino può accedere in qualsiasi momento.

Scarica l'applicazione

Didascalia alternativa:

assassini divenne il nuovo imperatore Massimino il Trace 1. Primo imperatore di origine barbara e proveniente da classi basse) 2. Perseguitò i cristiani in quanto tali in modo sistematico 3. Non visto bene né dal Senato né dagli aristocratici Dopo una rivolta prima in Africa e poi in Italia venne ucciso dai suoi stessi soldati nel 238. L'Impero attraversò un periodo di anarchia Gordiano III (238-244)il quale era barbaro. Con lui si avviò un processo di barbarizzazione dell'esercito. Assassinato Gordiano salì Filippo detto l'Arabo (244-249). Anche Filippo venne ucciso e sali Decio (249-251). Decio morì combattendo contro i Goti. Gli successe Valeriano (253-260) 1. Attaccò i Persiani ma fu catturato e morì prigioniero (era la prima volta che accadeva) Seguì Gallieno (260-268) Egli divise l'Impero in tre parti: 1. Oriente attorno alla città di Palmira 2. Occidente, la Spagna, la Gallia e la Britannia (Impero delle Gallie) 3. Una piccola parte dell'Impero in mano dell'Imperatore che regnava con difficoltà per la continua ingerenza dei soldati I seguenti imperatori provenivano dall'Illiria e perciò furono detti Illirici Seguì Aureliano (270-275) 1. sconfisse gli Alemanni 2. fece costruire le mura aureliane Seguirono Tacito e Aurelio Probo (276-282)

Storia /

La crisi del III secolo

La crisi del III secolo

user profile picture

emi

102 Followers
 

Storia

 

2ªl

Sintesi

La crisi del III secolo

Questo Contenuto è disponibile solamente nell' app di Knowunity

 La crisi del III sec.
La dinastia dei severi
Dopo la morte di Commodo sale al potere Settimio
Severo (193-211 d. C)
1. Fonda una nuova dina

Aprire l'app

Condividi

Salva

18

Commenti (2)

T

Fantastico, imparerò da questo appunto oggi. Saluti 👍👍

Un piccolo rassiunto sulla crisi del III secolo, adatabbile a tutti le scuole superiori

Contenuti simili

2

l’età degli ottoni e la riforma della Chiesa

Know l’età degli ottoni e la riforma della Chiesa thumbnail

1360

 

3ªl

PRIMA GUERRA MONDIALE

Know PRIMA GUERRA MONDIALE thumbnail

1328

 

5ªl

5

Mario, Silla e il primo triumvirato

Know Mario, Silla e il primo triumvirato  thumbnail

3928

 

1ªl/2ªl

3

Impero romano

Know Impero romano thumbnail

3636

 

1ªl/2ªl

di più

La crisi del III sec. La dinastia dei severi Dopo la morte di Commodo sale al potere Settimio Severo (193-211 d. C) 1. Fonda una nuova dinastia 2. Rafforza l'esercito sminuendo il potere della guardia pretoriana, che fu composta anche da provinciali 3. Introdusse una nuova tassa l'ANNONA militare (contributo in natura da dare ai soldati) 4. Intraprese nuove campagne militari sconfiggendo i Parti ma non indebolendo i Persiani Alla sua morte (211 durante una campagna militare) lascia il trono ai due figli (secondo la tradizione Settimio Severo avrebbe detto "Restate uniti, arricchite l'esercito e non preoccupatevi di altro) Caracalla e Geta Geta viene ucciso dal fratello che regnò da solo aumentando la paga dei soldati 1. Caracalla promulgò nel 212 l'editto la Costitutio Antoniniana: Tutti i cittadini liberi potevano accedere alla cittadinanza romana • Si creava così una unità politica, economica, giuridica e culturale (alcuni storici fanno risalire ad essa la prima tappa di un'identità europea) 2. Caracalla voleva diventare un altro Alessandro Magno così indisse un'altra campagna militare contro i Parti ma venne assassinato dal prefetto del pretorio Macrino (217) Le truppe di Macrino elessero Eliogabálo (o Eliogábalus) un ragazzino di 14 anni Anche Eliogabálo morì e nel 222 salì Alessandro Severo L'imperatore dovette affrontare la minaccia delle invasioni barbariche a Oriente (i Sassanidi) e a Occidente (gli Alemanni). Odiato dai suoi soldati(aveva ridotto la paga) venne ucciso nel 235 e uno dei suoi...

Non c'è niente di adatto? Esplorare altre aree tematiche.

Con noi per un apprendimento più divertente

Aiuto per i compiti

Con la funzionalità Domande, è possibile porre domande e ricevere risposte da altri studenti in qualsiasi momento.

Imparare insieme

Unisciti a migliaia di studenti per condividere conoscenze, scambiare idee e aiutarvi a vicenda. Un'applicazione interattiva all-in-one.

Sicura e testata

Che si tratti di riassunti, esercizi o appunti delle lezioni, Knowunity garantisce che tutti i contenuti siano verificati e crea un ambiente di apprendimento sicuro a cui il vostro bambino può accedere in qualsiasi momento.

Scarica l'applicazione

Knowunity

Scuola. Finalmente semplice.

Aprire l'app

Didascalia alternativa:

assassini divenne il nuovo imperatore Massimino il Trace 1. Primo imperatore di origine barbara e proveniente da classi basse) 2. Perseguitò i cristiani in quanto tali in modo sistematico 3. Non visto bene né dal Senato né dagli aristocratici Dopo una rivolta prima in Africa e poi in Italia venne ucciso dai suoi stessi soldati nel 238. L'Impero attraversò un periodo di anarchia Gordiano III (238-244)il quale era barbaro. Con lui si avviò un processo di barbarizzazione dell'esercito. Assassinato Gordiano salì Filippo detto l'Arabo (244-249). Anche Filippo venne ucciso e sali Decio (249-251). Decio morì combattendo contro i Goti. Gli successe Valeriano (253-260) 1. Attaccò i Persiani ma fu catturato e morì prigioniero (era la prima volta che accadeva) Seguì Gallieno (260-268) Egli divise l'Impero in tre parti: 1. Oriente attorno alla città di Palmira 2. Occidente, la Spagna, la Gallia e la Britannia (Impero delle Gallie) 3. Una piccola parte dell'Impero in mano dell'Imperatore che regnava con difficoltà per la continua ingerenza dei soldati I seguenti imperatori provenivano dall'Illiria e perciò furono detti Illirici Seguì Aureliano (270-275) 1. sconfisse gli Alemanni 2. fece costruire le mura aureliane Seguirono Tacito e Aurelio Probo (276-282)