Fisica /

Il moto armonico e le onde | fisica

Il moto armonico e le onde | fisica

 le variabili
un moto si dice armonico quando la
sua accelerazione è direttamente
proporzionale allo spostamento e
verso opposto a esso.
il

Il moto armonico e le onde | fisica

user profile picture

giorgia

113 Followers

Condividi

Salva

35

 

4ªl

Mappa concettuale

Formule e spiegazioni del moto armonico, delle onde stazionarie e delle onde su una corda 🫶

Non c'è niente di adatto? Esplorare altre aree tematiche.

le variabili un moto si dice armonico quando la sua accelerazione è direttamente proporzionale allo spostamento e verso opposto a esso. il moto armonico In un moto armonico il corpo libero va avanti e indietro, passando per la posizione di equilibrio. O ㅏ la distanza tra la posizione di equilibro e un estremo è detta ampiezza (R). R la posizione del corpo rispetto al punto di equilibrio è la posizione (s) ed è un vettore che parte da o. il corpo ha anche una velocità (V) che ha come verso la sua direzione. in base alla sua posizione, il corpo ha anche accelerazione (a) verso o. Quest'ultima variabile aumenta mano a mano che il corpo Si allontana dal punto di equilibrio le leggi orarie La legge oraria della posizione in funzione dell' ¡stante t è: S=R.COS (Wt) La legge oraria della velocità all'istante t è: V=-RW Sin (wt) La legge oraria dell'accelerazione rispetto all'istante t è: 2 a = -RW² • COS (Wt) la pulsazione l'omega (w) usata nelle leggi orarie è la pulsazione o frequenza angolare e si determina attraverso il periodo: W = W = nei casi particolari della molla e del pendolo, la frequenza angolare assume formule specifiche: 2 TT T Th k W = P 1222 g le oscillazioni Quando si parla di moti oscillatori di un corpo si definiscono due caratteristiche fondamentali: le onde meccaniche - il periodo (T), cioè il tempo necessario per compiere un'oscillazione completa - la frequenza (F) che è il numero di oscillazioni che avvengono in un secondo questi due valori sono legati dalla relazione...

Con noi per un apprendimento più divertente

Aiuto per i compiti

Con la funzionalità Domande, è possibile porre domande e ricevere risposte da altri studenti in qualsiasi momento.

Imparare insieme

Unisciti a migliaia di studenti per condividere conoscenze, scambiare idee e aiutarvi a vicenda. Un'applicazione interattiva all-in-one.

Sicura e testata

Che si tratti di riassunti, esercizi o appunti delle lezioni, Knowunity garantisce che tutti i contenuti siano verificati e crea un ambiente di apprendimento sicuro a cui il vostro bambino può accedere in qualsiasi momento.

Scarica l'applicazione

Didascalia alternativa:

F=1/T le onde un moto oscillatorio va avanti e indietro, per cui la sua rappresentazione in un grafico spazio/tempo è qualcosa come: T x (m) R N t (8) Questa è la rappresentazione temporale di una particella che si muove ondeggiando nello spazio, generando un'onda che propagandosi trasmette energia. In un modo diverso si costruisce la rappresentazione spaziale dell'onda: λ niña La distanza fra due punti identici, e successivi sull'onda, è la lunghezza d'onda (A) (lambda) e corrisponde alla lunghezza dopo la quale l'onda si ripete. unendo le due funzioni (l'onda spaziale all'istante t e l'onda temporale nel punto x) possiamo Ottenere una rappresentazione matematica dell'onda in funzione del tempo e della posizione: y=R.COS [...] T L'argomento del coseno prende il nome di fase dell'onda. la velocità Poiché un punto dell'onda dopo 1 periodo si trova spostato in avanti di , possiamo scrivere la velocità dell'onda come: v=4 V T oppure, dato il rapporto tra f e T: V=X•F il modello fisico per studiare le onde meccaniche, consideriamo una corda elastica come modello fisico. È quindi necessario individuare dei fattori importanti: - la tensione della corda (T) che è una forza a cui la corda è sottoposta le onde su una corda - la densità lineare della corda (M) (mu) cioè la massa per unità di lunghezza della corda Questi due fattori sono legati dalla velocità di propagazione: V √ le onde stazionarie Quando un'onda è fissata agli estremi prende il nome di onda Stazionaria (invece dell'onda progressiva, che si muove). Nelle onde stazionarie, i punti che rimangono sempre fermi Si chiamano nodi: nodo f noao In base al numero di nodi presenti, l'onda prende il nome di armonica: डर prima armonica seconda armonica terza armonica Possiamo ricavare quindi il numero dell'armonica (n) che corrisponde al numero di nodi - 1. La lunghezza d'onda di un'armonica è, come nelle onde progressive, la distanza tra due creste (i punti più alti) e dipende dal numero dell'armonica: и dove Lè la lunghezza della corda. Inserendo la relazione che lega Frequenza e lunghezza d'onda (f= V/X) possiamo ricavare anche la frequenza in funzione del numero dell'armonica: nov f=no La frequenza della prima armonica Si chiama anche frequenza naturale e corrisponde a: F=V/2L

Fisica /

Il moto armonico e le onde | fisica

user profile picture

giorgia  

Seguire

113 Followers

 le variabili
un moto si dice armonico quando la
sua accelerazione è direttamente
proporzionale allo spostamento e
verso opposto a esso.
il

Aprire l'app

Formule e spiegazioni del moto armonico, delle onde stazionarie e delle onde su una corda 🫶

Contenuti simili

user profile picture

4

fenomeni ondulatori

Know fenomeni ondulatori thumbnail

6

 

4ªl

F

12

moto circolare uniforme,moto armonico, leggi della dinamica

Know moto circolare uniforme,moto armonico, leggi della dinamica thumbnail

6

 

3ªl

user profile picture

9

Le Onde

Know Le Onde thumbnail

9

 

3ªl/4ªl/5ªl

user profile picture

2

I moti ondulatori

Know I moti ondulatori  thumbnail

2

 

4ªl

le variabili un moto si dice armonico quando la sua accelerazione è direttamente proporzionale allo spostamento e verso opposto a esso. il moto armonico In un moto armonico il corpo libero va avanti e indietro, passando per la posizione di equilibrio. O ㅏ la distanza tra la posizione di equilibro e un estremo è detta ampiezza (R). R la posizione del corpo rispetto al punto di equilibrio è la posizione (s) ed è un vettore che parte da o. il corpo ha anche una velocità (V) che ha come verso la sua direzione. in base alla sua posizione, il corpo ha anche accelerazione (a) verso o. Quest'ultima variabile aumenta mano a mano che il corpo Si allontana dal punto di equilibrio le leggi orarie La legge oraria della posizione in funzione dell' ¡stante t è: S=R.COS (Wt) La legge oraria della velocità all'istante t è: V=-RW Sin (wt) La legge oraria dell'accelerazione rispetto all'istante t è: 2 a = -RW² • COS (Wt) la pulsazione l'omega (w) usata nelle leggi orarie è la pulsazione o frequenza angolare e si determina attraverso il periodo: W = W = nei casi particolari della molla e del pendolo, la frequenza angolare assume formule specifiche: 2 TT T Th k W = P 1222 g le oscillazioni Quando si parla di moti oscillatori di un corpo si definiscono due caratteristiche fondamentali: le onde meccaniche - il periodo (T), cioè il tempo necessario per compiere un'oscillazione completa - la frequenza (F) che è il numero di oscillazioni che avvengono in un secondo questi due valori sono legati dalla relazione...

Non c'è niente di adatto? Esplorare altre aree tematiche.

Con noi per un apprendimento più divertente

Aiuto per i compiti

Con la funzionalità Domande, è possibile porre domande e ricevere risposte da altri studenti in qualsiasi momento.

Imparare insieme

Unisciti a migliaia di studenti per condividere conoscenze, scambiare idee e aiutarvi a vicenda. Un'applicazione interattiva all-in-one.

Sicura e testata

Che si tratti di riassunti, esercizi o appunti delle lezioni, Knowunity garantisce che tutti i contenuti siano verificati e crea un ambiente di apprendimento sicuro a cui il vostro bambino può accedere in qualsiasi momento.

Scarica l'applicazione

Knowunity

La Scuola Resa Facile

Aprire l'app

Didascalia alternativa:

F=1/T le onde un moto oscillatorio va avanti e indietro, per cui la sua rappresentazione in un grafico spazio/tempo è qualcosa come: T x (m) R N t (8) Questa è la rappresentazione temporale di una particella che si muove ondeggiando nello spazio, generando un'onda che propagandosi trasmette energia. In un modo diverso si costruisce la rappresentazione spaziale dell'onda: λ niña La distanza fra due punti identici, e successivi sull'onda, è la lunghezza d'onda (A) (lambda) e corrisponde alla lunghezza dopo la quale l'onda si ripete. unendo le due funzioni (l'onda spaziale all'istante t e l'onda temporale nel punto x) possiamo Ottenere una rappresentazione matematica dell'onda in funzione del tempo e della posizione: y=R.COS [...] T L'argomento del coseno prende il nome di fase dell'onda. la velocità Poiché un punto dell'onda dopo 1 periodo si trova spostato in avanti di , possiamo scrivere la velocità dell'onda come: v=4 V T oppure, dato il rapporto tra f e T: V=X•F il modello fisico per studiare le onde meccaniche, consideriamo una corda elastica come modello fisico. È quindi necessario individuare dei fattori importanti: - la tensione della corda (T) che è una forza a cui la corda è sottoposta le onde su una corda - la densità lineare della corda (M) (mu) cioè la massa per unità di lunghezza della corda Questi due fattori sono legati dalla velocità di propagazione: V √ le onde stazionarie Quando un'onda è fissata agli estremi prende il nome di onda Stazionaria (invece dell'onda progressiva, che si muove). Nelle onde stazionarie, i punti che rimangono sempre fermi Si chiamano nodi: nodo f noao In base al numero di nodi presenti, l'onda prende il nome di armonica: डर prima armonica seconda armonica terza armonica Possiamo ricavare quindi il numero dell'armonica (n) che corrisponde al numero di nodi - 1. La lunghezza d'onda di un'armonica è, come nelle onde progressive, la distanza tra due creste (i punti più alti) e dipende dal numero dell'armonica: и dove Lè la lunghezza della corda. Inserendo la relazione che lega Frequenza e lunghezza d'onda (f= V/X) possiamo ricavare anche la frequenza in funzione del numero dell'armonica: nov f=no La frequenza della prima armonica Si chiama anche frequenza naturale e corrisponde a: F=V/2L