Diritto /

norme giuridiche/ norme non giuridiche, sanzioni, gerarchia delle fonti e i rami del diritto

norme giuridiche/ norme non giuridiche, sanzioni, gerarchia delle fonti e i rami del diritto

 DIRITTO ED
ECONOMIA CAPITOLO 1:
1. Che cos'è il diritto in senso oggettivo? Fanne uno esempio
Il diritto in senso oggettivo è l'insieme del

Commenti (1)

Condividi

Salva

15

norme giuridiche/ norme non giuridiche, sanzioni, gerarchia delle fonti e i rami del diritto

user profile picture

mari:)

5 Followers
 

Diritto

 

1ªl

Appunto

norme giuridiche/ norme non giuridiche sanzioni gerarchia delle fonti i rami del diritto

Non c'è niente di adatto? Esplorare altre aree tematiche.

DIRITTO ED ECONOMIA CAPITOLO 1: 1. Che cos'è il diritto in senso oggettivo? Fanne uno esempio Il diritto in senso oggettivo è l'insieme delle norme giuridiche, ossia delle regole che ogni società deve rispettare. Esempio: il furto, che è punito dal diritto penale 2. Che cos'è il diritto in senso soggettivo? Fanne uno esempio Il diritto in senso soggettivo è il potere di agire o di pretendere da altri un certo comportamento. Esempio: diritto all'integrità fisica e al nome, diritto alla manifestazione del pensiero 3.-Cosa significa norme giuridiche? Fanne degli esempi Le norme giuridiche sono regole che impongono a tutti i soggetti destinatari di tenere un certo comportamento, nel loro insieme costituiscono l'ordinamento giuridico, cioè il diritto dello stato. Esempio: il pagamento delle tasse, guidare con la patente, non superare il limite di velocità, non rubare, ecc. 4.- Cosa sono le regole o norme non giuridiche? Fanne degli esempi Le norme non giuridiche stabiliscono un comportamento che deve essere tenuto, e, in certi casi prevedono anche una sanzione. Esempio: concedere il posto a sedere al più anziano, mangiare in modo decoroso (regola di comportamento) 5.- Quali sono i 4 caratteri delle norme giuridiche? Spiegali -obbligatorie -> significa che tutti devono rispettarle/seguirle. -generali -> significa che le regole si rivolgono a un numero indeterminato di soggetti e non un soggetto in particolare. -astratte -> sono...

Con noi per un apprendimento più divertente

Aiuto per i compiti

Con la funzionalità Domande, è possibile porre domande e ricevere risposte da altri studenti in qualsiasi momento.

Imparare insieme

Unisciti a migliaia di studenti per condividere conoscenze, scambiare idee e aiutarvi a vicenda. Un'applicazione interattiva all-in-one.

Sicura e testata

Che si tratti di riassunti, esercizi o appunti delle lezioni, Knowunity garantisce che tutti i contenuti siano verificati e crea un ambiente di apprendimento sicuro a cui il vostro bambino può accedere in qualsiasi momento.

Scarica l'applicazione

Didascalia alternativa:

applicabili a un numero pressoché infinito di situazioni concrete. -sanzionatorie -> che solitamente prevedono una sanzione . 6.- Che cos'è la sanzione? Quali sono le 3 funzioni della sanzione? La sanzione è la conseguenza sfavorevole prevista dalla norma giuridica quando qualcuno non la rispetta. Esse hanno 3 funzioni: - preventiva > induce i destinatari della norma a evitare il comportamento vietato o a tenere uno obbligatorio punitiva →> tende a punire chi ha violato la norma - riparatoria —> prevede un risarcimento a favore del soggetto danneggiato 7.- Che cos'è l'ordinamento giuridico? È l'insieme delle norme giuridiche CAPITOLO 2: 8.- Cosa si intende per fonti del diritto? È fonte del diritto ogni atto o fatto con cui vengono emanate, modificate o eliminate le norme giuridiche 9.- Differenza tra fonte atto è fonte fatto - atto: documenti scritti, emanati da alcuni organi ai quali l'ordinamento giuridico attribuisce l'importante funzione di redigere, ossia scrivere, le norme giuridiche . - - fatto: sono dei comportamenti tenuti in modo costante e uniforme dalla popolazione del nostro Stato. Le fonti che derivano da fatti prendono il nome di usi o consuetudini. Quindi, le fonti atto sono sempre redatte per scritto, invece, le fonti fatto, non sono scritte. 10.- Differenza tra fonti interne e fonti esterne. Spiegale Il sistema delle fonti del diritto può essere distinto in fonti interne e fonti esterne. Le fonti interne dette anche nazionali comprendono le normative dello Stato, quelle esterne sono chiamate anche sovranazionali e che derivano dal potere normativo dell'UE (unione europea). 11.- Spiega il principio della gerarchia delle fonti Le fonti sono distinte in base a un ordine gerarchico, che tiene conto del loro grado d'importanza ed è denominato gerarchia delle fonti. Costituzione, leggi costituzionali, leggi di revisione costituzionale, trattati internazionali e atti legislativi UE Leggi ordinarie, atti con forza di legge (decreti) Leggi regionali e delle Province autonome di Trento e Bolzano Regolamenti Usi e consuetudini 247 149 Nel vertice della piramide si trova la COSTITUZIONE (la fonte più importante del nostro Stato) che viene anche definita legge delle leggi. Oltre alla Costituzione, il nostro ordinamento prevede le leggi costituzionali (che servono a modificare la Costituzione) e le leggi di revisione costituzionale (ossia leggi che introducono modificazioni al testo costituzionale). I trattati internazionali e atti legislativi della UE, sono fonti normative che appartengono all'UE e che hanno efficacia anche nel nostro ordinamento. Le LEGGI ORDINARIE sono invece delle fonti-atto emanate dal Parlamento italiano, mentre gli ATTI AVENTI FORZA DI LEGGE, sono degli atti normativi emanati dal Governo in casi molto precisi e delimitati Le LEGGI REGIONALI e DELLE PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO sono fonti normative emanati da enti pubblici territoriali ai quali è attribuita una competenze legislativa I REGOLAMENTI sono fonte secondarie che hanno la funzione di stabilire le modalità con cui si deve attuare una legge. I più importanti regolamenti sono quelli emanati dal Governo: Tuttavia anche altri soggetti hanno la facoltà di emanare regolamenti, per esempio Regioni o comuni Infine, la CONSUETUDINE, che è una fonte del diritto solo quando il comportamento è tenuto in modo costante, uniforme ed è generalmente osservato dai consociati, i quali sono convinti che, così facendo, rispettano una regola giuridica

Diritto /

norme giuridiche/ norme non giuridiche, sanzioni, gerarchia delle fonti e i rami del diritto

norme giuridiche/ norme non giuridiche, sanzioni, gerarchia delle fonti e i rami del diritto

user profile picture

mari:)

5 Followers
 

Diritto

 

1ªl

Appunto

norme giuridiche/ norme non giuridiche, sanzioni, gerarchia delle fonti e i rami del diritto

Questo Contenuto è disponibile solamente nell' app di Knowunity

 DIRITTO ED
ECONOMIA CAPITOLO 1:
1. Che cos'è il diritto in senso oggettivo? Fanne uno esempio
Il diritto in senso oggettivo è l'insieme del

Aprire l'app

Condividi

Salva

15

Commenti (1)

C

Fantastico, imparerò da questo appunto oggi. Saluti 👍👍

norme giuridiche/ norme non giuridiche sanzioni gerarchia delle fonti i rami del diritto

DIRITTO ED ECONOMIA CAPITOLO 1: 1. Che cos'è il diritto in senso oggettivo? Fanne uno esempio Il diritto in senso oggettivo è l'insieme delle norme giuridiche, ossia delle regole che ogni società deve rispettare. Esempio: il furto, che è punito dal diritto penale 2. Che cos'è il diritto in senso soggettivo? Fanne uno esempio Il diritto in senso soggettivo è il potere di agire o di pretendere da altri un certo comportamento. Esempio: diritto all'integrità fisica e al nome, diritto alla manifestazione del pensiero 3.-Cosa significa norme giuridiche? Fanne degli esempi Le norme giuridiche sono regole che impongono a tutti i soggetti destinatari di tenere un certo comportamento, nel loro insieme costituiscono l'ordinamento giuridico, cioè il diritto dello stato. Esempio: il pagamento delle tasse, guidare con la patente, non superare il limite di velocità, non rubare, ecc. 4.- Cosa sono le regole o norme non giuridiche? Fanne degli esempi Le norme non giuridiche stabiliscono un comportamento che deve essere tenuto, e, in certi casi prevedono anche una sanzione. Esempio: concedere il posto a sedere al più anziano, mangiare in modo decoroso (regola di comportamento) 5.- Quali sono i 4 caratteri delle norme giuridiche? Spiegali -obbligatorie -> significa che tutti devono rispettarle/seguirle. -generali -> significa che le regole si rivolgono a un numero indeterminato di soggetti e non un soggetto in particolare. -astratte -> sono...

Non c'è niente di adatto? Esplorare altre aree tematiche.

Con noi per un apprendimento più divertente

Aiuto per i compiti

Con la funzionalità Domande, è possibile porre domande e ricevere risposte da altri studenti in qualsiasi momento.

Imparare insieme

Unisciti a migliaia di studenti per condividere conoscenze, scambiare idee e aiutarvi a vicenda. Un'applicazione interattiva all-in-one.

Sicura e testata

Che si tratti di riassunti, esercizi o appunti delle lezioni, Knowunity garantisce che tutti i contenuti siano verificati e crea un ambiente di apprendimento sicuro a cui il vostro bambino può accedere in qualsiasi momento.

Scarica l'applicazione

Knowunity

Scuola. Finalmente semplice.

Aprire l'app

Didascalia alternativa:

applicabili a un numero pressoché infinito di situazioni concrete. -sanzionatorie -> che solitamente prevedono una sanzione . 6.- Che cos'è la sanzione? Quali sono le 3 funzioni della sanzione? La sanzione è la conseguenza sfavorevole prevista dalla norma giuridica quando qualcuno non la rispetta. Esse hanno 3 funzioni: - preventiva > induce i destinatari della norma a evitare il comportamento vietato o a tenere uno obbligatorio punitiva →> tende a punire chi ha violato la norma - riparatoria —> prevede un risarcimento a favore del soggetto danneggiato 7.- Che cos'è l'ordinamento giuridico? È l'insieme delle norme giuridiche CAPITOLO 2: 8.- Cosa si intende per fonti del diritto? È fonte del diritto ogni atto o fatto con cui vengono emanate, modificate o eliminate le norme giuridiche 9.- Differenza tra fonte atto è fonte fatto - atto: documenti scritti, emanati da alcuni organi ai quali l'ordinamento giuridico attribuisce l'importante funzione di redigere, ossia scrivere, le norme giuridiche . - - fatto: sono dei comportamenti tenuti in modo costante e uniforme dalla popolazione del nostro Stato. Le fonti che derivano da fatti prendono il nome di usi o consuetudini. Quindi, le fonti atto sono sempre redatte per scritto, invece, le fonti fatto, non sono scritte. 10.- Differenza tra fonti interne e fonti esterne. Spiegale Il sistema delle fonti del diritto può essere distinto in fonti interne e fonti esterne. Le fonti interne dette anche nazionali comprendono le normative dello Stato, quelle esterne sono chiamate anche sovranazionali e che derivano dal potere normativo dell'UE (unione europea). 11.- Spiega il principio della gerarchia delle fonti Le fonti sono distinte in base a un ordine gerarchico, che tiene conto del loro grado d'importanza ed è denominato gerarchia delle fonti. Costituzione, leggi costituzionali, leggi di revisione costituzionale, trattati internazionali e atti legislativi UE Leggi ordinarie, atti con forza di legge (decreti) Leggi regionali e delle Province autonome di Trento e Bolzano Regolamenti Usi e consuetudini 247 149 Nel vertice della piramide si trova la COSTITUZIONE (la fonte più importante del nostro Stato) che viene anche definita legge delle leggi. Oltre alla Costituzione, il nostro ordinamento prevede le leggi costituzionali (che servono a modificare la Costituzione) e le leggi di revisione costituzionale (ossia leggi che introducono modificazioni al testo costituzionale). I trattati internazionali e atti legislativi della UE, sono fonti normative che appartengono all'UE e che hanno efficacia anche nel nostro ordinamento. Le LEGGI ORDINARIE sono invece delle fonti-atto emanate dal Parlamento italiano, mentre gli ATTI AVENTI FORZA DI LEGGE, sono degli atti normativi emanati dal Governo in casi molto precisi e delimitati Le LEGGI REGIONALI e DELLE PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO sono fonti normative emanati da enti pubblici territoriali ai quali è attribuita una competenze legislativa I REGOLAMENTI sono fonte secondarie che hanno la funzione di stabilire le modalità con cui si deve attuare una legge. I più importanti regolamenti sono quelli emanati dal Governo: Tuttavia anche altri soggetti hanno la facoltà di emanare regolamenti, per esempio Regioni o comuni Infine, la CONSUETUDINE, che è una fonte del diritto solo quando il comportamento è tenuto in modo costante, uniforme ed è generalmente osservato dai consociati, i quali sono convinti che, così facendo, rispettano una regola giuridica