Arte /

città fluviali

città fluviali

 LE CITTÀ FLUVIALI
I sumeri
3200-2350 ac. Nascono le città-stato, indipendenti tra loro, a volte anche in conflitto nonostante parte della
s

Commenti (1)

Condividi

Salva

9

città fluviali

user profile picture

Leyla Bargellini

3 Followers
 

Arte

 

3ªl

Appunto

appunti storia dell’arte

Non c'è niente di adatto? Esplorare altre aree tematiche.

LE CITTÀ FLUVIALI I sumeri 3200-2350 ac. Nascono le città-stato, indipendenti tra loro, a volte anche in conflitto nonostante parte della stessa nazione. È una civiltà "urbana" e "monumentale". Sono le prime ad essere politeiste, per loro de divinità erano rappresentazioni delle forze della natura. Il sovrano ha potere politico e religioso. Queste città erano grandi, in delle fortezze. Le ziggurat Si trovavano le ziggurat (chiamate anche montagne di dio), palazzi-tempi costruiti in mattoni crudi a forma di piramide creati a gradoni fatti a piattaforme rettangolari sovrapposte man mano decrescenti. La parte più in alto era un tempio(funzione religiosa); al piano terra c'erano botteghe magazzini (funzione commerciale); nei piani intermedi si trovavano stanze di riunioni e di rappresentanza e appartamenti reali (funzione politica). I sumeri utilizzano l'arco. Sculture 30 ( المسك An A Nella scultura sumera sono rappresentati uomini oranti, con le mani giunte in preghiera, la postura rigida, generalmente a piedi uniti, con gli occhi sgranati (questo dato che hanno la paura dell'aldilà, è come se già vedessero ciò che gli succederà, per questo infatti pregano). La scultura è un tutto tondo con una visione frontale (dietro è piatta), questo perché dovevano essere poste in delle nicchie. Le usavano per placare i dei non benevoli, erano poste nei templi. Rappresentano re, divinità e fedeli. Statua di Gudea Rappresenta Gudea, il governatore di Lagash (2150 ac.). Realizzato in...

Con noi per un apprendimento più divertente

Aiuto per i compiti

Con la funzionalità Domande, è possibile porre domande e ricevere risposte da altri studenti in qualsiasi momento.

Imparare insieme

Unisciti a migliaia di studenti per condividere conoscenze, scambiare idee e aiutarvi a vicenda. Un'applicazione interattiva all-in-one.

Sicura e testata

Che si tratti di riassunti, esercizi o appunti delle lezioni, Knowunity garantisce che tutti i contenuti siano verificati e crea un ambiente di apprendimento sicuro a cui il vostro bambino può accedere in qualsiasi momento.

Scarica l'applicazione

Didascalia alternativa:

diorite (pietra dura). occhi fatti in lapislazzuli, alto 62cm. Più è importante il personaggio più ha valore la pietra usata. Situato al Louvre. È simmetrico solo da un punto di vista strutturale, non visivo (il corpo è simmetrico ma non il modo in cui sono messi i vestiti), quindi diremo che non è simmetrico. Non rappresenta il personaggio, ma il ruolo che svolge, non è un ritratto. Ha i simboli che fanno capire che è il re= il turbante, le incisioni sul mantello delle opere svolte da questo. Il ritratto, invece, nasce dai romani. Tiene in mano un'ampolla che rappresenta le opere di irrigazione fatte da lui. È inesistente il panneggio (rappresentazione delle pieghe sui vestiti) che nascerà con i greci. Rilievi Ottenevano i rilievi rotolando i sigilli a forma di cilindri (spesso in legno). Questi rilievi rappresentavano scene di vita quotidiano e animali. Stele degli avvoltoi Racconta la vittoria del re Ennatum di Lagash su Umma. Situato al Louvre. 180x130. Chiamata così per rappresentazione di uno stormo di avvoltoi che tengono le teste del nemico in bocca. Racconta la vittoria del re, rappresentato in grande. Sono rappresentati i soldati e i cadaveri dei nemici. Non c'è profondità spaziale ma c'è un basso rilievo (alzato di росо dalla base) e un contrasto di luci (chiaro scuro) netto (non sfumato) che rappresenta la guerra. La stele degli avvoltoi Collocato al British museum a Londra. 20x47cm Scatoletta in legno, strutturata in tre registri (fasce), intarsiata (incisione su legno con lastre di pietra unite tra loro per creare una specie di mosaico). Vanno letti dal basso verso l'altro. Da un lato è rappresentata la battaglia dall'altro la scena di pace. La parte blu è lapislazzuli,la parte bianca sono conchiglie/madre perla. Rappresenta una vittoria. Le figure sono bidimensionali. Composizione ritmica. Esprime senso di movimento. I personaggi sono rappresentati in modo convenzionale (volto, gambe e piedi sono di profilo, gli occhi e torace sono frontali). La stele di Hammurabi in diorite, alta più di 2 m. Raffigura il re in piedi a colloquio con il dio del sole Shamash che lo gli da il difficile compito di governare il paese, dandogli 282 articoli di legge. L'uomo è raffigurato contemporaneamente di fronte e di profilo, bidimensionale e completo per avere un senso di solennità assoluta. Assiro-babilonesi AL regno babilonese risale la costruzione delle mura di babilonia spesse 6 e 24 me i giardini pensili. Una delle sette meraviglie del mondo. Mattonelle dii ceramica invetriata Babilonesi 2000-600 a.C. nasce l'arte babilonese. Si ispira alla cultura sumera. Il sovrano più noto di questo periodo è Hammurabi, re dal 1792 al 170 a.C. Le raffigurazioni umane sono simili a quelle egiziane. La capitale è babilonia. Si caratterizza per la spiccata monumentalità continuano la tradizione dei sumeri (Palazzi, porte, mura e ziggurat). Nobucodonosor è il sovrano artefice di questa rinascita. È con lui che si costruisce la torre di babele, una ziggurat alata, Ca. 9m. Le maggior costruzioni sorgono nel secondo periodo della fioritura di babilonia, nel VI sec a.C Assiri Città fortificate. In questo periodo nasce il il palazzo di Sargon II a khorsabad. Il portale d'ingresso ad arco era affiancato da due torri precedute da una scalinata, per difendersi perchè erano guerrieri. Le porte d'accesso venivano ornate con dei tori alati androcefali, guardiani del palazzo. Il lamassù 713-707 a.C. Alto 4 m. Uno dei più famosi è il lamassù. Sono alti, in pietra calcarea, ha 5 zampe per permettere la visione laterale e frontale, frontalmente la statua è statica, la visone laterale invece è dinamica. Nel palazzo di Sargon II, Dur-sharrukin. Combinazione della forza fisica dell'animale e l'intelletto dell'animale. È rappresentato con una folta barba. Lo stesso dinamismo si vede nei rilievi con scene di caccia del palazzo di assurbanipal a ninive e in particolare nella rappresentazione del re caccia che aiutano dei cani, molto espressivi, con del dinamismo. Persiani 539-331 a. C. Cercano di avvicinarsi ai greci, cosa che gli egizi non farebbero mai. l'apadana sala ipostila era un ambiente riservato alle udienze del sovrano, le raffigurazioni sono miste. Il regno antico e le piramidi a gradoni Le piramidi a gradoni, il regno antico (2657-2166 a.C) è chiamato Tempo delle piramidi. -a partire dell REGNO ANTICO i faraoni e i loro familiari vennero sepolti nelle piramidi e non piu nelle mastabe le piramidi di zoser inizialmente dovevano essere un mastaba ma poi è stata ingrandita, la parte estera veniva sempre ricomperata dalla pietra calcarea, le camere sempre decorate. Il nuovo regno e i Templi NUOVO REGNO:oltre alle piramidi ci saranno anche i templi (architettura sacra) lo sviluppo del templio è definito a cannocchiale, il quale percorso si svolge in linea retta e i salita, essi sono l'abitazione eterna degli Dei/ faraoni, non è un'interazione con il popolo, sono consacrati per la conservazione il tempio è il luogo sicuro in cui gli Dei trovano il riposo. i templi sono unici nel loro genere perchè non hanno nessuna similitudine possiamo dividerli in divini consacrati a una o più divinità funerari eretti per facilitare la vita ultraterrena di un faraone e/o consorte NON È UNA TOMBA, È UN POSTO DOVE SI FACEVANO RITI, DOVE SI PORTAVA TUTTO CIÒ CHE CONCERNEVA A FARAONE Le piramidi lisce (Cheope, Chefren, e Micerino) Dopo che veniva realizzata con la pietra calcarea, si metteva sopra una lastra liscia e quindi questi triangoli erano lisci e non ruvidi, queste si trovano sull'alto piano di GIZA di queste ce ne sono 3 e sono dalla piu gran de alla più piccola e sono per Cheope Chefren e Micerino davanti a queste si può vedere ancora la sfinge con il volto del faraone e il corpo da leone, la più gran de era quella di Cheope era di 232m di lato e 147m di altezza, non c'è piu la camera mortuaria, non è più sotto terra ma è all'interno, l'entrata è molto piccola, che ti porta in dei corridoi che poi ti porteranno alla sala mortuaria, le facce sono disposte sui 4 punti cardinali e presentano un'inclinazione di 52 gradi, la tomba doveva essere e doveva sottolineare il carattere eccezionale del defunto, e la punta verso il celo era un ideale ascesa per il ritorno dello spirito al celo nello stesso periodo vengono fatte quelle di Chefren la camera mortuaria ritorna ad essere sotterranea e di Micerino quesiti sono grandi/ piccoli hanno forme "diverse" e possono essere più o meno grandi, accesso è affiancato da sfingi primo elemento IL PILONE с poi c'è il CORTILE, POI CE DI NUOVO IL PILONE, DOPO CE LA SALA IPOSTILA E POI IN FINE C'È IL SANTUARIO O SACRARIO Santuario a. Mastaba iniziale b. Prima piramide a quattro gradoni c. Piramide definitiva a sei gradoni 1. Sepolcreto 2. Camere rituali Sala ipostila 3. Camera in mattonelle azzurre 4. Pozzo di accesso principale 5. Sepolcreto della prima mastaba 6. Accesso secondario 171 ROND 000 Cortile principale Pilone Pilonet N Templi divini: -i templi potevano serre dedicati ad una divinità -gli esempi maggiori sono complessi di Luxor e di Karnak -sono costituiti da cortili con colonnati altissimi che introducono al santuario o sacrario (l'equivalente della cella nel tempio greco) -erano strutturati per processioni. feste cui partecipavano solo faraoni e clero, il popolo osservava dall'esterno Il tempio dio Amon a Karnak - uno dei templi più famosi è quello Karnak dedicato al dio Templi funerari: -si diffondono quando le piramidi vengono sostituite dalle tombe ipogee -si trovano in posizione diversa dalla tomba ma dispongono di una falsa porta che dovrebbe condurvi idealmente e dalla quale il defunto passa dal mondo dei morti a quello dei vivi -rappresentano un prolungamento si bolinò nel mondo dei vivi della tomba ipogea - si riteneva che in questi templi il faraone defunto partecipasse ai riti funebri in suo onore Nei templi funerari al cullo del Dio si affianca quello del faraone, le sue gesta e la sua grandezza vengono celebrate con sculture ciclopiche FITCE ****** TEAPLE OF BABARL Vi SENIORER 3238 Com 20000 Le colonne Le colonne erano molto decorate in base a chi era decimato il templio, esse sono composte da un FUSTO e da un CAPITELLO fusto liscio e poi un capitello, possiamo avere due tipi di capitello o quello a papiro chiuso o quello a papiro aperto Tombe ipogee (Nuovo Regno 1500-1000 a.C) -Sorge a Tebe e comprende oltre 100 tombe sotterranee, scavate nella roccia -Sono per i faraoni e i loro familiari Tombe ipogee (la Valle dei re) -Alcune sono decorate con pitture parietali che celebrano le imprese del defunto Tempio funerario di Hatschepsut (Nuovo Regno 1500-1000 a.C) E un tempio di tipo funerario il gigantesco complesso della regina Hatshepsut (1479-1458 a C.), una donna ambiziosa, mogle di Tuthmosi Il, che assunse il fitolo di faraone. A ridosso dei monti che delimitano la Valle dei Re, sfrutta il declivio naurale del terreno per innalzarsi a tre Tivelli con enormi terrazze sovrapposte. Ogni terrazza è delimitata da un sistema di portici colonnati comunicanti La valle dei Re La separazione delle due funzioni del monumento funebre reale ha avulo come conseguenza Taffollarsi delle tombe reali in uno del valloni, eri, rocciosi e desertici, che si aprono nella scarpata dominante la piana di Tebe. Questa valle ad un certo punto si biparte, il ramo occidentale o Valle delle Scimmle, contiene quattro Ipogel regall, 'altro ramo, la Valle del Re, ne contiene cinquantotto, supposto che tutte quelle che vi furono scavate siano state ormal scoperte. all'interno per mezzo di scale. Sulle pareti dei portici colonnati si sono conservati alcuni rilievi che raffigurano diversi momenti significativi del regno di Hatshepsut, esaltandone anche la natura divina.

Arte /

città fluviali

città fluviali

user profile picture

Leyla Bargellini

3 Followers
 

Arte

 

3ªl

Appunto

città fluviali

Questo Contenuto è disponibile solamente nell' app di Knowunity

 LE CITTÀ FLUVIALI
I sumeri
3200-2350 ac. Nascono le città-stato, indipendenti tra loro, a volte anche in conflitto nonostante parte della
s

Aprire l'app

Condividi

Salva

9

Commenti (1)

G

Grazie, mi aiuterà molto perché stiamo insegnando questo argomento ora! 😁

appunti storia dell’arte

LE CITTÀ FLUVIALI I sumeri 3200-2350 ac. Nascono le città-stato, indipendenti tra loro, a volte anche in conflitto nonostante parte della stessa nazione. È una civiltà "urbana" e "monumentale". Sono le prime ad essere politeiste, per loro de divinità erano rappresentazioni delle forze della natura. Il sovrano ha potere politico e religioso. Queste città erano grandi, in delle fortezze. Le ziggurat Si trovavano le ziggurat (chiamate anche montagne di dio), palazzi-tempi costruiti in mattoni crudi a forma di piramide creati a gradoni fatti a piattaforme rettangolari sovrapposte man mano decrescenti. La parte più in alto era un tempio(funzione religiosa); al piano terra c'erano botteghe magazzini (funzione commerciale); nei piani intermedi si trovavano stanze di riunioni e di rappresentanza e appartamenti reali (funzione politica). I sumeri utilizzano l'arco. Sculture 30 ( المسك An A Nella scultura sumera sono rappresentati uomini oranti, con le mani giunte in preghiera, la postura rigida, generalmente a piedi uniti, con gli occhi sgranati (questo dato che hanno la paura dell'aldilà, è come se già vedessero ciò che gli succederà, per questo infatti pregano). La scultura è un tutto tondo con una visione frontale (dietro è piatta), questo perché dovevano essere poste in delle nicchie. Le usavano per placare i dei non benevoli, erano poste nei templi. Rappresentano re, divinità e fedeli. Statua di Gudea Rappresenta Gudea, il governatore di Lagash (2150 ac.). Realizzato in...

Non c'è niente di adatto? Esplorare altre aree tematiche.

Con noi per un apprendimento più divertente

Aiuto per i compiti

Con la funzionalità Domande, è possibile porre domande e ricevere risposte da altri studenti in qualsiasi momento.

Imparare insieme

Unisciti a migliaia di studenti per condividere conoscenze, scambiare idee e aiutarvi a vicenda. Un'applicazione interattiva all-in-one.

Sicura e testata

Che si tratti di riassunti, esercizi o appunti delle lezioni, Knowunity garantisce che tutti i contenuti siano verificati e crea un ambiente di apprendimento sicuro a cui il vostro bambino può accedere in qualsiasi momento.

Scarica l'applicazione

Knowunity

Scuola. Finalmente semplice.

Aprire l'app

Didascalia alternativa:

diorite (pietra dura). occhi fatti in lapislazzuli, alto 62cm. Più è importante il personaggio più ha valore la pietra usata. Situato al Louvre. È simmetrico solo da un punto di vista strutturale, non visivo (il corpo è simmetrico ma non il modo in cui sono messi i vestiti), quindi diremo che non è simmetrico. Non rappresenta il personaggio, ma il ruolo che svolge, non è un ritratto. Ha i simboli che fanno capire che è il re= il turbante, le incisioni sul mantello delle opere svolte da questo. Il ritratto, invece, nasce dai romani. Tiene in mano un'ampolla che rappresenta le opere di irrigazione fatte da lui. È inesistente il panneggio (rappresentazione delle pieghe sui vestiti) che nascerà con i greci. Rilievi Ottenevano i rilievi rotolando i sigilli a forma di cilindri (spesso in legno). Questi rilievi rappresentavano scene di vita quotidiano e animali. Stele degli avvoltoi Racconta la vittoria del re Ennatum di Lagash su Umma. Situato al Louvre. 180x130. Chiamata così per rappresentazione di uno stormo di avvoltoi che tengono le teste del nemico in bocca. Racconta la vittoria del re, rappresentato in grande. Sono rappresentati i soldati e i cadaveri dei nemici. Non c'è profondità spaziale ma c'è un basso rilievo (alzato di росо dalla base) e un contrasto di luci (chiaro scuro) netto (non sfumato) che rappresenta la guerra. La stele degli avvoltoi Collocato al British museum a Londra. 20x47cm Scatoletta in legno, strutturata in tre registri (fasce), intarsiata (incisione su legno con lastre di pietra unite tra loro per creare una specie di mosaico). Vanno letti dal basso verso l'altro. Da un lato è rappresentata la battaglia dall'altro la scena di pace. La parte blu è lapislazzuli,la parte bianca sono conchiglie/madre perla. Rappresenta una vittoria. Le figure sono bidimensionali. Composizione ritmica. Esprime senso di movimento. I personaggi sono rappresentati in modo convenzionale (volto, gambe e piedi sono di profilo, gli occhi e torace sono frontali). La stele di Hammurabi in diorite, alta più di 2 m. Raffigura il re in piedi a colloquio con il dio del sole Shamash che lo gli da il difficile compito di governare il paese, dandogli 282 articoli di legge. L'uomo è raffigurato contemporaneamente di fronte e di profilo, bidimensionale e completo per avere un senso di solennità assoluta. Assiro-babilonesi AL regno babilonese risale la costruzione delle mura di babilonia spesse 6 e 24 me i giardini pensili. Una delle sette meraviglie del mondo. Mattonelle dii ceramica invetriata Babilonesi 2000-600 a.C. nasce l'arte babilonese. Si ispira alla cultura sumera. Il sovrano più noto di questo periodo è Hammurabi, re dal 1792 al 170 a.C. Le raffigurazioni umane sono simili a quelle egiziane. La capitale è babilonia. Si caratterizza per la spiccata monumentalità continuano la tradizione dei sumeri (Palazzi, porte, mura e ziggurat). Nobucodonosor è il sovrano artefice di questa rinascita. È con lui che si costruisce la torre di babele, una ziggurat alata, Ca. 9m. Le maggior costruzioni sorgono nel secondo periodo della fioritura di babilonia, nel VI sec a.C Assiri Città fortificate. In questo periodo nasce il il palazzo di Sargon II a khorsabad. Il portale d'ingresso ad arco era affiancato da due torri precedute da una scalinata, per difendersi perchè erano guerrieri. Le porte d'accesso venivano ornate con dei tori alati androcefali, guardiani del palazzo. Il lamassù 713-707 a.C. Alto 4 m. Uno dei più famosi è il lamassù. Sono alti, in pietra calcarea, ha 5 zampe per permettere la visione laterale e frontale, frontalmente la statua è statica, la visone laterale invece è dinamica. Nel palazzo di Sargon II, Dur-sharrukin. Combinazione della forza fisica dell'animale e l'intelletto dell'animale. È rappresentato con una folta barba. Lo stesso dinamismo si vede nei rilievi con scene di caccia del palazzo di assurbanipal a ninive e in particolare nella rappresentazione del re caccia che aiutano dei cani, molto espressivi, con del dinamismo. Persiani 539-331 a. C. Cercano di avvicinarsi ai greci, cosa che gli egizi non farebbero mai. l'apadana sala ipostila era un ambiente riservato alle udienze del sovrano, le raffigurazioni sono miste. Il regno antico e le piramidi a gradoni Le piramidi a gradoni, il regno antico (2657-2166 a.C) è chiamato Tempo delle piramidi. -a partire dell REGNO ANTICO i faraoni e i loro familiari vennero sepolti nelle piramidi e non piu nelle mastabe le piramidi di zoser inizialmente dovevano essere un mastaba ma poi è stata ingrandita, la parte estera veniva sempre ricomperata dalla pietra calcarea, le camere sempre decorate. Il nuovo regno e i Templi NUOVO REGNO:oltre alle piramidi ci saranno anche i templi (architettura sacra) lo sviluppo del templio è definito a cannocchiale, il quale percorso si svolge in linea retta e i salita, essi sono l'abitazione eterna degli Dei/ faraoni, non è un'interazione con il popolo, sono consacrati per la conservazione il tempio è il luogo sicuro in cui gli Dei trovano il riposo. i templi sono unici nel loro genere perchè non hanno nessuna similitudine possiamo dividerli in divini consacrati a una o più divinità funerari eretti per facilitare la vita ultraterrena di un faraone e/o consorte NON È UNA TOMBA, È UN POSTO DOVE SI FACEVANO RITI, DOVE SI PORTAVA TUTTO CIÒ CHE CONCERNEVA A FARAONE Le piramidi lisce (Cheope, Chefren, e Micerino) Dopo che veniva realizzata con la pietra calcarea, si metteva sopra una lastra liscia e quindi questi triangoli erano lisci e non ruvidi, queste si trovano sull'alto piano di GIZA di queste ce ne sono 3 e sono dalla piu gran de alla più piccola e sono per Cheope Chefren e Micerino davanti a queste si può vedere ancora la sfinge con il volto del faraone e il corpo da leone, la più gran de era quella di Cheope era di 232m di lato e 147m di altezza, non c'è piu la camera mortuaria, non è più sotto terra ma è all'interno, l'entrata è molto piccola, che ti porta in dei corridoi che poi ti porteranno alla sala mortuaria, le facce sono disposte sui 4 punti cardinali e presentano un'inclinazione di 52 gradi, la tomba doveva essere e doveva sottolineare il carattere eccezionale del defunto, e la punta verso il celo era un ideale ascesa per il ritorno dello spirito al celo nello stesso periodo vengono fatte quelle di Chefren la camera mortuaria ritorna ad essere sotterranea e di Micerino quesiti sono grandi/ piccoli hanno forme "diverse" e possono essere più o meno grandi, accesso è affiancato da sfingi primo elemento IL PILONE с poi c'è il CORTILE, POI CE DI NUOVO IL PILONE, DOPO CE LA SALA IPOSTILA E POI IN FINE C'È IL SANTUARIO O SACRARIO Santuario a. Mastaba iniziale b. Prima piramide a quattro gradoni c. Piramide definitiva a sei gradoni 1. Sepolcreto 2. Camere rituali Sala ipostila 3. Camera in mattonelle azzurre 4. Pozzo di accesso principale 5. Sepolcreto della prima mastaba 6. Accesso secondario 171 ROND 000 Cortile principale Pilone Pilonet N Templi divini: -i templi potevano serre dedicati ad una divinità -gli esempi maggiori sono complessi di Luxor e di Karnak -sono costituiti da cortili con colonnati altissimi che introducono al santuario o sacrario (l'equivalente della cella nel tempio greco) -erano strutturati per processioni. feste cui partecipavano solo faraoni e clero, il popolo osservava dall'esterno Il tempio dio Amon a Karnak - uno dei templi più famosi è quello Karnak dedicato al dio Templi funerari: -si diffondono quando le piramidi vengono sostituite dalle tombe ipogee -si trovano in posizione diversa dalla tomba ma dispongono di una falsa porta che dovrebbe condurvi idealmente e dalla quale il defunto passa dal mondo dei morti a quello dei vivi -rappresentano un prolungamento si bolinò nel mondo dei vivi della tomba ipogea - si riteneva che in questi templi il faraone defunto partecipasse ai riti funebri in suo onore Nei templi funerari al cullo del Dio si affianca quello del faraone, le sue gesta e la sua grandezza vengono celebrate con sculture ciclopiche FITCE ****** TEAPLE OF BABARL Vi SENIORER 3238 Com 20000 Le colonne Le colonne erano molto decorate in base a chi era decimato il templio, esse sono composte da un FUSTO e da un CAPITELLO fusto liscio e poi un capitello, possiamo avere due tipi di capitello o quello a papiro chiuso o quello a papiro aperto Tombe ipogee (Nuovo Regno 1500-1000 a.C) -Sorge a Tebe e comprende oltre 100 tombe sotterranee, scavate nella roccia -Sono per i faraoni e i loro familiari Tombe ipogee (la Valle dei re) -Alcune sono decorate con pitture parietali che celebrano le imprese del defunto Tempio funerario di Hatschepsut (Nuovo Regno 1500-1000 a.C) E un tempio di tipo funerario il gigantesco complesso della regina Hatshepsut (1479-1458 a C.), una donna ambiziosa, mogle di Tuthmosi Il, che assunse il fitolo di faraone. A ridosso dei monti che delimitano la Valle dei Re, sfrutta il declivio naurale del terreno per innalzarsi a tre Tivelli con enormi terrazze sovrapposte. Ogni terrazza è delimitata da un sistema di portici colonnati comunicanti La valle dei Re La separazione delle due funzioni del monumento funebre reale ha avulo come conseguenza Taffollarsi delle tombe reali in uno del valloni, eri, rocciosi e desertici, che si aprono nella scarpata dominante la piana di Tebe. Questa valle ad un certo punto si biparte, il ramo occidentale o Valle delle Scimmle, contiene quattro Ipogel regall, 'altro ramo, la Valle del Re, ne contiene cinquantotto, supposto che tutte quelle che vi furono scavate siano state ormal scoperte. all'interno per mezzo di scale. Sulle pareti dei portici colonnati si sono conservati alcuni rilievi che raffigurano diversi momenti significativi del regno di Hatshepsut, esaltandone anche la natura divina.