Economia /

Il bilancio d'esercizio

Il bilancio d'esercizio

 DESCRIZIONE SCHEMA
La comunicazione aziendale è rivolta a 3 filoni:
1. COMUNICAZIONE DI MARKETING = attraverso il PIANO DI MARKETING ->
com

Commenti (1)

Condividi

Salva

4

Il bilancio d'esercizio

user profile picture

Study with Meli

71 Followers
 

Economia

 

3ªl/4ªl/5ªl

Sintesi

Riassunto sul bilancio d'esercizio.

Non c'è niente di adatto? Esplorare altre aree tematiche.

DESCRIZIONE SCHEMA La comunicazione aziendale è rivolta a 3 filoni: 1. COMUNICAZIONE DI MARKETING = attraverso il PIANO DI MARKETING -> comunicare tutte le leve operative e come creare le strategie per farsi conoscere sul mercato 2. COMUNICAZIONE SOCIO-AMBIENTALE (Moncler) = come l'azienda distribuisce valore all'ambiente e alla comunità IL BILANCIO D'ESERCIZIO 3. COMUNICAZIONE ECONOMICO-FINANZIARIO = ha come documento il BILANCIO che è composto da: STATO PATRIMONIALE (attività e passività) riguarda la situazione finanziaria e debitoria dell'azienda CONTO ECONOMICO = costi e ricavi di competenza di un esercizio RENDICONTO FINANZIARIO NOTA INTEGRATIVA Tutti e i 4 elementi sono COMPLEMENTARI tra di loro e danno informazioni in modo differente ma che letti insieme ci aiutano ad avere un quadro della situazione dell'azienda. SITUAZIONE CONTABILE NON È IL BILANCIO!! Con le scritture di assestamento abbiamo calcolato dei valori di competenza e non. I valori non di competenza vanno nella SP perché è l'unico prospetto che è di collegamento da un esercizio all'altro, da un periodo amministrativo all'altro. IL BILANCIO D'ESERCIZIO È UN DOCUMENTO A SE'! La SP e la SE andranno rimaneggiati (tramite un rimaneggio di numeri) in modo da PRESENTARE all'ASSEMBLEA il bilancio come richiesto dal Codice Civile. TEMPISTICA DEL BILANCIO (CODICE CIVILE) 31/12 Tempistica del bilancio (codice civile) d'exondrio- 28/12 31/3 (4) Comunicazione al colegio sindacale (art. 2425, comma 1, cc.) 120 Deposito presso la sede della società (ar 2439, comma...

Con noi per un apprendimento più divertente

Aiuto per i compiti

Con la funzionalità Domande, è possibile porre domande e ricevere risposte da altri studenti in qualsiasi momento.

Imparare insieme

Unisciti a migliaia di studenti per condividere conoscenze, scambiare idee e aiutarvi a vicenda. Un'applicazione interattiva all-in-one.

Sicura e testata

Che si tratti di riassunti, esercizi o appunti delle lezioni, Knowunity garantisce che tutti i contenuti siano verificati e crea un ambiente di apprendimento sicuro a cui il vostro bambino può accedere in qualsiasi momento.

Scarica l'applicazione

Didascalia alternativa:

3, cc] 100 Deposto presso utico delle imprese art. 3435 ce T 30/4 dall'approvazione 131 31/5 Con l'art.2364 del Codice Civile -> dice che il BILANCIO deve essere APPROVATO dall'ASSEMBLEA dei SOCI entro 120 gg dalla chiusura dell'esercizio (31/12). Gli amministratori entro 4 MESI devono convocare l'ASSEMBLEA DEI SOCI e con la MAGGIORANZA DEI SOCI approvano il BILANCIO D'ESERCIZIO. Approvare o non il BILANCIO è come essere fiduciosi o non nei amministratori. Non essere sicuro che il loro operato sia stato soddisfacente. Prima di approvare, gli AMMINISTRATORI devono COMUNICARE al COLLEGIO SINDACALE 30 gg prima il bilancio, devono depositarlo entro 15 gg nella SEDE DELLA SOCIETA'. 30 GIORNI DOPO L’APPROVAZIONE devono depositarlo presso l'UFFICIO DELLE IMPRESE. TUTTE LE SOCIETA' DEVONO SEGUIRE QUESTE REGOLE questo per UNIFORMARE le tempistiche del bilancio. QUALI SONO LE FUNZIONI DEL BILANCIO? (p.47) È un documento di DERIVAZIONE CONTABILE -> nasce dal SISTEMA INFORMATIVO AZIENDALE CONTABILE (non possono presentare un bilancio senza le scritture di assestamento che deriva dalla contabilità generale) STRUMENTO DI CONOSCENZA EFFICACE -> › perché leggendo i 4 documenti del bilancio noi possiamo farci un'idea chiara e in modo efficace, precisa, dell'andamento economico-finanziario dell'azienda STRUMENTO DI COMUNICAZIONE AGLI STAKEHOLDERS (interni ed esterni) INTERNI = informazioni sulla redditività, sull'operato degli organi amministrativi e sulla stabilità dei posti di lavoro ESTERNI = valutare la remunerazione perché questi avranno prestato del denaro all'azienda, valutare le garanzie che l'azienda è in grado di offrire STRUMENTO DI CONTROLLO SUGLI AMMINISTRATORI -> gli amministratori, attraverso il bilancio, devono dimostrare che le proprie strategie ed idee di gestione sull'azienda abbiano portato i loro frutti sia nell'aumento del ricavo, nell'aumento del fatturato, aumento delle attività, riduzione dei debiti -> SP e SE siano sane STRUMENTO DI CONFRONTO TEMPORALE = es. pagelle -> miglioramento dal 1 quad. -> confronto del bilancio di due anni diversi = si può vedere se c'è stato un miglioramento o no _STRUMENTO DI CONFRONTO TRA AZIENDE = Barilla e Pasta di Cecco, due aziende che producono entrambe la pasta, analizzando il loro bilancio si può capire quale delle due è + solida, + liquida, con la SP migliore ART.2364 CODICE CIVILE Dice che l'Assemblea ordinaria approva il bilancio. Se non lo approva oppure non è soddisfatto dei risultati economici dell'azienda può REVOCARE gli AMMINISTRATORI -> togliere a loro quindi il POTERE AMMINISTRATIVO di GESTIONE PUO' ANCHE RIDURRE IL COMPENSO PUO' DELIBERARE SULLA RESPONSABILITA' DEGLI AMMINSTRATORI E DEI SINDACI COME DEVONO ESSERE LE INFORMAZIONI DERIVANTI DEL BILANCIO? EFFICACI = devono arrivare allo scopo che è quello di informare CHIARE = quando il bilancio è trasparente, quando gli amministratori hanno osservato le disposizioni del Codice Civile che ne disciplinano sia la struttura sia il contenuto NEUTRALI = devono nascere da una verità OGGETTIVA ATTENDIBILI COMPARABILI NEL TEMPO E NELLO SPAZIO = dobbiamo seguire il principio di continuità, i criteri di valutazione devono essere sempre simili, utilizzati in modo omogeneo nei vari anni da poterli comparare Le informazioni devono tutelare gli INTERESSI dei CREDITORI e SALVAGUARDARE il PATRIMONIO AZIENDALE. Per fare questo si deve avere un BILANCIO che segue il Codice Civile sia nel contenuto sia nella forma. Il Codice Civile viene anche INTEGRATO dai PRINCIPI CONTABILI perché il Codice Civile è scritto da dei giuristi mentre i principi contabili sono nazionali e internazionali, sono scritti da dei economisti ed INTERPRETANO in modo economico e preciso le indicazioni del Codice Civile. I principi generali della riforma Direttiva 2013/34/UE La UE definì questa direttiva nel 2013 e in Italia viene recepita solo nel 2015, il cosiddetto decreto legislativo n.139. La direttiva ha abrogato le vecchie direttive la IV e la VII, questo per: ridurre gli oneri amministrativi a carico della Pubblica Amministrazione; rendere comparabile l’informazione economica-finanziaria; fornire informazioni contabili, utili agli stakeholders senza aumentare di dismisura la burocrazia informativa delle imprese. L'idea è di rendere tutti i bilanci europei di tutte le società europee e di riavvicinarli alla forma ordinaria ai bilanci e di semplificare gli adempimenti burocratici per le piccole e medie imprese. CRITERI PER CLASSIFICARE LE AZIENDE 1. TOTALE ATTIVO DELLO STATO PATRIMONIALE 2. TOTALE RICAVI DELLE VENDITE 3. NUMERO DIPENDENTI In base a questi criteri le aziende si considerano: grandi, PMI (piccole e medie imprese) e micro-imprese. TOT. ATTIVO TOT. RICAVI NETTI N DIPENDENTI IMPRESE GRANDI Superiore a 4.400.000 Superiore a 8.800.000 Superiore a 50 PMI Non superiore a 4.400.000 Non superiore a 8.800.000 Non superiore a 50 MICRO-IMPRESE Non superiore a 175.000 Non superiore a 350.000 Non superiore a 5 Classificazione imprese secondo l'art.2435 bis e ter. Se parliamo di un'azienda grande dovrà quindi fare un bilancio in forma ordinaria quindi Stato patrimoniale, conto economico, rendiconto finanziario e nota integrativa. Se parliamo di PMI dovranno fare un bilancio in forma abbreviata quindi Stato patrimoniale, conto economico e nota integrativa. Hanno l'esonero (quindi è facoltativo) fare la redazione del Rendiconto finanziario. (art.2435 bis) Se parliamo di una micro-impresa dovranno fare un bilancio contente lo Stato patrimoniale e il conto economico. Hanno l'esonero della redazione: del Rendiconto finanziario, della Nota integrativa purché in calce allo Stato patrimoniale siano presenti determinate informazioni. (art.2435 ter) IL CODICE CIVILE STABILISCE DELLE NORME PER LA SUA REDAZIONE!! Queste norme vano seguite per una maggiore chiarezza. Si parla di una piramide normativa: Alto = CLAUSOLA GENERALE -> articolo 2423 che è il + importante Centro = PRINCIPI DI REDAZIONE -> art.2423 bis Basso = CRITERI DI VALUTAZIONE -> art.2426 ARTICOLO 2423 – CLAUSOLA GENERALE "Gli amministratori devono redigere il bilancio di esercizio, costituito dallo stato patrimoniale, dal conto economico ((, dal rendiconto finanziario)) e dalla nota integrativa. ((246)) Il bilancio deve essere redatto con chiarezza e deve rappresentare in modo veritiero e corretto la situazione patrimoniale e finanziaria della societa' e il risultato economico dell'esercizio. Se le informazioni richieste da specifiche disposizioni di legge non sono sufficienti a dare una rappresentazione veritiera e corretta, si devono fornire le informazioni complementari necessarie allo scopo. ((Non occorre rispettare gli obblighi in tema di rilevazione, valutazione, presentazione e informativa quando la loro osservanza abbia effetti irrilevanti al fine di dare una rappresentazione veritiera e corretta. Rimangono fermi gli obblighi in tema di regolare tenuta delle scritture contabili. Le societa' illustrano nella nota integrativa i criteri con i quali hanno dato attuazione alla presente disposizione.)) ((246)) Se, in casi eccezionali, l'applicazione di una disposizione degli articoli seguenti e' incompatibile con la rappresentazione veritiera e corretta, la disposizione non deve essere applicata. La nota integrativa deve motivare la deroga e deve indicarne l'influenza sulla rappresentazione della situazione patrimoniale, finanziaria e del risultato economico. Gli eventuali utili derivanti dalla deroga devono essere iscritti in una riserva non distribuibile se non in misura corrispondente al valore recuperato. Il bilancio deve essere redatto in unita' di euro, senza cifre decimali, ad eccezione della nota integrativa che puo' essere redatta in migliaia di euro.” PAROLA CHIAVE = CHIAREZZA - RAPPRESENTARE IN MODO VERITIERO E CORRETTO LA SP E FINANZIARIA - INFO COMPLEMENTARI Le informazioni complementari vanno scritte nella Nota integrativa, in quel documento fondamentale che è scritto e dove il Consiglio d'amministrazione racconta e parla di quello che è successo all'interno dell'azienda. Si parla di casi eccezionali quindi di deroga obbligatoria -> applicando le normative di legge se si va contro la rappresentazione veritiera e corretta allora questi articoli o disposizioni non devono essere applicate. -> Questo perché il legislatore dice che è talmente importante che nel bilancio ci sia una rappresentazione veritiera e corretta della situazione economica-finanziaria dell'impresa che, se io imprenditore, seguendo le normative del Codice Civile che riguardano i criteri di valutazione, mi rendo conto che il mio bilancio non è più vero e corretto, allora poso fare una deroga. Però la nota integrativa deve spiegare il motivo per cui si fa questa deroga. PRINCIPIO DI RILEVANZA E SIGNIFICATIVITA' -> noi dobbiamo inserire nel bilancio dei numeri significativi, che devono essere importanti. Ad esempio se ci sono dei ratei e dei risconti, il cui valore è minimo, ecco che allora non si può mettere all'interno del bilancio. -> Questo principio, quindi, dice che i numeri che non hanno importanza possono essere tralasciati. PRINCIPI DI REDAZIONE – ART.2423 BIS (P.62)

Economia /

Il bilancio d'esercizio

Il bilancio d'esercizio

user profile picture

Study with Meli

71 Followers
 

Economia

 

3ªl/4ªl/5ªl

Sintesi

Il bilancio d'esercizio

Questo Contenuto è disponibile solamente nell' app di Knowunity

 DESCRIZIONE SCHEMA
La comunicazione aziendale è rivolta a 3 filoni:
1. COMUNICAZIONE DI MARKETING = attraverso il PIANO DI MARKETING ->
com

Aprire l'app

Condividi

Salva

4

Commenti (1)

S

Un appunto così carino per la scuola 😍😍, è davvero utile!

Riassunto sul bilancio d'esercizio.

DESCRIZIONE SCHEMA La comunicazione aziendale è rivolta a 3 filoni: 1. COMUNICAZIONE DI MARKETING = attraverso il PIANO DI MARKETING -> comunicare tutte le leve operative e come creare le strategie per farsi conoscere sul mercato 2. COMUNICAZIONE SOCIO-AMBIENTALE (Moncler) = come l'azienda distribuisce valore all'ambiente e alla comunità IL BILANCIO D'ESERCIZIO 3. COMUNICAZIONE ECONOMICO-FINANZIARIO = ha come documento il BILANCIO che è composto da: STATO PATRIMONIALE (attività e passività) riguarda la situazione finanziaria e debitoria dell'azienda CONTO ECONOMICO = costi e ricavi di competenza di un esercizio RENDICONTO FINANZIARIO NOTA INTEGRATIVA Tutti e i 4 elementi sono COMPLEMENTARI tra di loro e danno informazioni in modo differente ma che letti insieme ci aiutano ad avere un quadro della situazione dell'azienda. SITUAZIONE CONTABILE NON È IL BILANCIO!! Con le scritture di assestamento abbiamo calcolato dei valori di competenza e non. I valori non di competenza vanno nella SP perché è l'unico prospetto che è di collegamento da un esercizio all'altro, da un periodo amministrativo all'altro. IL BILANCIO D'ESERCIZIO È UN DOCUMENTO A SE'! La SP e la SE andranno rimaneggiati (tramite un rimaneggio di numeri) in modo da PRESENTARE all'ASSEMBLEA il bilancio come richiesto dal Codice Civile. TEMPISTICA DEL BILANCIO (CODICE CIVILE) 31/12 Tempistica del bilancio (codice civile) d'exondrio- 28/12 31/3 (4) Comunicazione al colegio sindacale (art. 2425, comma 1, cc.) 120 Deposito presso la sede della società (ar 2439, comma...

Non c'è niente di adatto? Esplorare altre aree tematiche.

Con noi per un apprendimento più divertente

Aiuto per i compiti

Con la funzionalità Domande, è possibile porre domande e ricevere risposte da altri studenti in qualsiasi momento.

Imparare insieme

Unisciti a migliaia di studenti per condividere conoscenze, scambiare idee e aiutarvi a vicenda. Un'applicazione interattiva all-in-one.

Sicura e testata

Che si tratti di riassunti, esercizi o appunti delle lezioni, Knowunity garantisce che tutti i contenuti siano verificati e crea un ambiente di apprendimento sicuro a cui il vostro bambino può accedere in qualsiasi momento.

Scarica l'applicazione

Knowunity

Scuola. Finalmente semplice.

Aprire l'app

Didascalia alternativa:

3, cc] 100 Deposto presso utico delle imprese art. 3435 ce T 30/4 dall'approvazione 131 31/5 Con l'art.2364 del Codice Civile -> dice che il BILANCIO deve essere APPROVATO dall'ASSEMBLEA dei SOCI entro 120 gg dalla chiusura dell'esercizio (31/12). Gli amministratori entro 4 MESI devono convocare l'ASSEMBLEA DEI SOCI e con la MAGGIORANZA DEI SOCI approvano il BILANCIO D'ESERCIZIO. Approvare o non il BILANCIO è come essere fiduciosi o non nei amministratori. Non essere sicuro che il loro operato sia stato soddisfacente. Prima di approvare, gli AMMINISTRATORI devono COMUNICARE al COLLEGIO SINDACALE 30 gg prima il bilancio, devono depositarlo entro 15 gg nella SEDE DELLA SOCIETA'. 30 GIORNI DOPO L’APPROVAZIONE devono depositarlo presso l'UFFICIO DELLE IMPRESE. TUTTE LE SOCIETA' DEVONO SEGUIRE QUESTE REGOLE questo per UNIFORMARE le tempistiche del bilancio. QUALI SONO LE FUNZIONI DEL BILANCIO? (p.47) È un documento di DERIVAZIONE CONTABILE -> nasce dal SISTEMA INFORMATIVO AZIENDALE CONTABILE (non possono presentare un bilancio senza le scritture di assestamento che deriva dalla contabilità generale) STRUMENTO DI CONOSCENZA EFFICACE -> › perché leggendo i 4 documenti del bilancio noi possiamo farci un'idea chiara e in modo efficace, precisa, dell'andamento economico-finanziario dell'azienda STRUMENTO DI COMUNICAZIONE AGLI STAKEHOLDERS (interni ed esterni) INTERNI = informazioni sulla redditività, sull'operato degli organi amministrativi e sulla stabilità dei posti di lavoro ESTERNI = valutare la remunerazione perché questi avranno prestato del denaro all'azienda, valutare le garanzie che l'azienda è in grado di offrire STRUMENTO DI CONTROLLO SUGLI AMMINISTRATORI -> gli amministratori, attraverso il bilancio, devono dimostrare che le proprie strategie ed idee di gestione sull'azienda abbiano portato i loro frutti sia nell'aumento del ricavo, nell'aumento del fatturato, aumento delle attività, riduzione dei debiti -> SP e SE siano sane STRUMENTO DI CONFRONTO TEMPORALE = es. pagelle -> miglioramento dal 1 quad. -> confronto del bilancio di due anni diversi = si può vedere se c'è stato un miglioramento o no _STRUMENTO DI CONFRONTO TRA AZIENDE = Barilla e Pasta di Cecco, due aziende che producono entrambe la pasta, analizzando il loro bilancio si può capire quale delle due è + solida, + liquida, con la SP migliore ART.2364 CODICE CIVILE Dice che l'Assemblea ordinaria approva il bilancio. Se non lo approva oppure non è soddisfatto dei risultati economici dell'azienda può REVOCARE gli AMMINISTRATORI -> togliere a loro quindi il POTERE AMMINISTRATIVO di GESTIONE PUO' ANCHE RIDURRE IL COMPENSO PUO' DELIBERARE SULLA RESPONSABILITA' DEGLI AMMINSTRATORI E DEI SINDACI COME DEVONO ESSERE LE INFORMAZIONI DERIVANTI DEL BILANCIO? EFFICACI = devono arrivare allo scopo che è quello di informare CHIARE = quando il bilancio è trasparente, quando gli amministratori hanno osservato le disposizioni del Codice Civile che ne disciplinano sia la struttura sia il contenuto NEUTRALI = devono nascere da una verità OGGETTIVA ATTENDIBILI COMPARABILI NEL TEMPO E NELLO SPAZIO = dobbiamo seguire il principio di continuità, i criteri di valutazione devono essere sempre simili, utilizzati in modo omogeneo nei vari anni da poterli comparare Le informazioni devono tutelare gli INTERESSI dei CREDITORI e SALVAGUARDARE il PATRIMONIO AZIENDALE. Per fare questo si deve avere un BILANCIO che segue il Codice Civile sia nel contenuto sia nella forma. Il Codice Civile viene anche INTEGRATO dai PRINCIPI CONTABILI perché il Codice Civile è scritto da dei giuristi mentre i principi contabili sono nazionali e internazionali, sono scritti da dei economisti ed INTERPRETANO in modo economico e preciso le indicazioni del Codice Civile. I principi generali della riforma Direttiva 2013/34/UE La UE definì questa direttiva nel 2013 e in Italia viene recepita solo nel 2015, il cosiddetto decreto legislativo n.139. La direttiva ha abrogato le vecchie direttive la IV e la VII, questo per: ridurre gli oneri amministrativi a carico della Pubblica Amministrazione; rendere comparabile l’informazione economica-finanziaria; fornire informazioni contabili, utili agli stakeholders senza aumentare di dismisura la burocrazia informativa delle imprese. L'idea è di rendere tutti i bilanci europei di tutte le società europee e di riavvicinarli alla forma ordinaria ai bilanci e di semplificare gli adempimenti burocratici per le piccole e medie imprese. CRITERI PER CLASSIFICARE LE AZIENDE 1. TOTALE ATTIVO DELLO STATO PATRIMONIALE 2. TOTALE RICAVI DELLE VENDITE 3. NUMERO DIPENDENTI In base a questi criteri le aziende si considerano: grandi, PMI (piccole e medie imprese) e micro-imprese. TOT. ATTIVO TOT. RICAVI NETTI N DIPENDENTI IMPRESE GRANDI Superiore a 4.400.000 Superiore a 8.800.000 Superiore a 50 PMI Non superiore a 4.400.000 Non superiore a 8.800.000 Non superiore a 50 MICRO-IMPRESE Non superiore a 175.000 Non superiore a 350.000 Non superiore a 5 Classificazione imprese secondo l'art.2435 bis e ter. Se parliamo di un'azienda grande dovrà quindi fare un bilancio in forma ordinaria quindi Stato patrimoniale, conto economico, rendiconto finanziario e nota integrativa. Se parliamo di PMI dovranno fare un bilancio in forma abbreviata quindi Stato patrimoniale, conto economico e nota integrativa. Hanno l'esonero (quindi è facoltativo) fare la redazione del Rendiconto finanziario. (art.2435 bis) Se parliamo di una micro-impresa dovranno fare un bilancio contente lo Stato patrimoniale e il conto economico. Hanno l'esonero della redazione: del Rendiconto finanziario, della Nota integrativa purché in calce allo Stato patrimoniale siano presenti determinate informazioni. (art.2435 ter) IL CODICE CIVILE STABILISCE DELLE NORME PER LA SUA REDAZIONE!! Queste norme vano seguite per una maggiore chiarezza. Si parla di una piramide normativa: Alto = CLAUSOLA GENERALE -> articolo 2423 che è il + importante Centro = PRINCIPI DI REDAZIONE -> art.2423 bis Basso = CRITERI DI VALUTAZIONE -> art.2426 ARTICOLO 2423 – CLAUSOLA GENERALE "Gli amministratori devono redigere il bilancio di esercizio, costituito dallo stato patrimoniale, dal conto economico ((, dal rendiconto finanziario)) e dalla nota integrativa. ((246)) Il bilancio deve essere redatto con chiarezza e deve rappresentare in modo veritiero e corretto la situazione patrimoniale e finanziaria della societa' e il risultato economico dell'esercizio. Se le informazioni richieste da specifiche disposizioni di legge non sono sufficienti a dare una rappresentazione veritiera e corretta, si devono fornire le informazioni complementari necessarie allo scopo. ((Non occorre rispettare gli obblighi in tema di rilevazione, valutazione, presentazione e informativa quando la loro osservanza abbia effetti irrilevanti al fine di dare una rappresentazione veritiera e corretta. Rimangono fermi gli obblighi in tema di regolare tenuta delle scritture contabili. Le societa' illustrano nella nota integrativa i criteri con i quali hanno dato attuazione alla presente disposizione.)) ((246)) Se, in casi eccezionali, l'applicazione di una disposizione degli articoli seguenti e' incompatibile con la rappresentazione veritiera e corretta, la disposizione non deve essere applicata. La nota integrativa deve motivare la deroga e deve indicarne l'influenza sulla rappresentazione della situazione patrimoniale, finanziaria e del risultato economico. Gli eventuali utili derivanti dalla deroga devono essere iscritti in una riserva non distribuibile se non in misura corrispondente al valore recuperato. Il bilancio deve essere redatto in unita' di euro, senza cifre decimali, ad eccezione della nota integrativa che puo' essere redatta in migliaia di euro.” PAROLA CHIAVE = CHIAREZZA - RAPPRESENTARE IN MODO VERITIERO E CORRETTO LA SP E FINANZIARIA - INFO COMPLEMENTARI Le informazioni complementari vanno scritte nella Nota integrativa, in quel documento fondamentale che è scritto e dove il Consiglio d'amministrazione racconta e parla di quello che è successo all'interno dell'azienda. Si parla di casi eccezionali quindi di deroga obbligatoria -> applicando le normative di legge se si va contro la rappresentazione veritiera e corretta allora questi articoli o disposizioni non devono essere applicate. -> Questo perché il legislatore dice che è talmente importante che nel bilancio ci sia una rappresentazione veritiera e corretta della situazione economica-finanziaria dell'impresa che, se io imprenditore, seguendo le normative del Codice Civile che riguardano i criteri di valutazione, mi rendo conto che il mio bilancio non è più vero e corretto, allora poso fare una deroga. Però la nota integrativa deve spiegare il motivo per cui si fa questa deroga. PRINCIPIO DI RILEVANZA E SIGNIFICATIVITA' -> noi dobbiamo inserire nel bilancio dei numeri significativi, che devono essere importanti. Ad esempio se ci sono dei ratei e dei risconti, il cui valore è minimo, ecco che allora non si può mettere all'interno del bilancio. -> Questo principio, quindi, dice che i numeri che non hanno importanza possono essere tralasciati. PRINCIPI DI REDAZIONE – ART.2423 BIS (P.62)