Diritto /

Il Parlamento italiano

Il Parlamento italiano

user profile picture

Study with Meli

70 Followers
 

Diritto

 

5ªl

Sintesi

Il Parlamento italiano

 CAP. 1) IL PARLAMENTO
1. IL BICAMERALISMO PERFETTO
Il Parlamento è l'organo costituzionale i cui componenti sono eletti dai cittadini. Al P

Commenti (1)

Condividi

Salva

18

Riassunto del libro di diritto su "Il Parlamento italiano".

Non c'è niente di adatto? Esplorare altre aree tematiche.

CAP. 1) IL PARLAMENTO 1. IL BICAMERALISMO PERFETTO Il Parlamento è l'organo costituzionale i cui componenti sono eletti dai cittadini. Al Parlamento spetta il potere legislativo. → fare le leggi e controllare l'operato del Governo Il Parlamento è un organo bicamerale: composta dalla Camera dei deputati (Montecitorio) e il Senato della Repubblica (Palazzo Madama). Camera dei deputati - → rappresentare l'intero popolo nel suo insieme Senato → rappresentate le Regioni Le Camere operano separatamente ma svolgono le medesime funzioni. Bicameralismo perfetto = indica la parità di poteri fra le due Camere La differenza tra Camera e Senato riguardano la composizione e i criteri di elezione. CAMERA DEI DEPUTATI →400 componenti → eleggere i deputati = occorre avere 18 anni → essere eletti come deputati = 25 anni SENATO → 200 componenti → eleggere i senatori = 18 anni → essere eletti come senatori = 40 anni → 5 senatori a vita nominati dal Presidente della Repubblica In alcuni casi, le due Camere si riuniscono in seduta comune dei loro membri. Parlamento presieduto dal Presidente della Camera dei deputati I. Casi: 1. elezione e giuramento del Presidente della Repubblica 2. messa in stato d'accusa del Presidente della Repubblica per alto tradimento e attentato alla Costituzione 3. elezione di 5 giudici costituzionali 4. elezione di 8 componenti del Consiglio Superiore della Magistratura 2.LE NORME ELETTORALI PER IL PARLAMENTO Art. 48 →...

Con noi per un apprendimento più divertente

Aiuto per i compiti

Con la funzionalità Domande, è possibile porre domande e ricevere risposte da altri studenti in qualsiasi momento.

Imparare insieme

Unisciti a migliaia di studenti per condividere conoscenze, scambiare idee e aiutarvi a vicenda. Un'applicazione interattiva all-in-one.

Sicura e testata

Che si tratti di riassunti, esercizi o appunti delle lezioni, Knowunity garantisce che tutti i contenuti siano verificati e crea un ambiente di apprendimento sicuro a cui il vostro bambino può accedere in qualsiasi momento.

Scarica l'applicazione

Didascalia alternativa:

i cittadini maggiorenni hanno la capacità di votare Tale norma disciplina il cosiddetto elettorato attivo, cioè la capacità di votare che è subordinata a due requisiti: possedere la cittadinanza italiana e la maggiore età. 11 Elettorato passivo = la capacità di essere eletti (25 e 40 anni) Il sistema elettorale per il Parlamento è disciplinato da legge ordinaria. I SISTEMI ELETTORALI Chiunque venga eletto alle Camere ottiene un seggio: i sistemi elettorali sono i criteri usati per trasformare i voti in saggi. Per attribuire i seggi rispetto ai voti ottenuti esistono vari metodi, e a ciascuno sistema elettorale corrisponde un risultato diverso. → distinzione tra: sistema maggioritario = | seggi vengono assegnati a chi ottiene più voti → meccanismo = Paese diviso in tanti collegi elettorali quanti sono i deputati da leggere e i seggi da assegnare → elettori di ciascun collegio sono chiamati a eleggere un solo deputato (sistema uninominale) più voti = ottiene il seggio ● sistema proporzionale = seggi vengono assegnati in proporzione ai voti ottenuti Maggioranze parlamentari stabili e una rappresentanza parlamentare per tutti i partiti sono aspetti importanti per la democrazia. Sistema maggioritario = risponde alla governabilità la rappresentanza di tutte governabilità = situazione in cui la maggioranza parlamentare è coesa e il Governo ha un indirizzo politico ben definito Stati adottano un sistema elettorale misto Sistema proporzionale = permette 12 IL SISTEMA ELETTORALE ITALIANO Italia 1948-1992 = sistema di tipo proporzionale → ha creato doveri inconvenienti tra cui l'instabilità del Governo '90 = di è passato a un sistema prevalentemente maggioritario → si è tornati a un sistema di tipo proporzionale Attuale legge elettorale → sistema misto: → vengono eletti ¾ dei deputati con un sistema proporzionale → collegi si dicono plurinominali perché eleggono una pluralità di parlamentari → mentre 1½ è eletto con il sistema maggioritario, in collegi uninominali (un solo parlamentare) Per evitare un numero eccessivo di partiti, è stata inserita la soglia di sbarramento del 3% su partiti singoli e del 10% per le coalizioni dei partiti. Per favorire la presenza femminile in Parlamento. sono state previste le quote rosa. LA CIRCOSCRIZIONE ESTERO Molti italiani sono residenti all'estero possono votare alle elezioni alle ambasciate - → elezione dei 6 senatori e dei 12 deputati della circoscrizione Estero avviene con un sistema proporzionale - possibilità di esprimere voti di preferenza 3.LA LEGISLATURA La legislatura, cioè la durata delle Camere, è di 5 anni. → si stabilisce che la proroga di esse al di là dei 5 anni è ammessa solo con legge o in caso di guerra I lavori parlamentari non conclusi devono ricominciare davanti al nuovo Parlamento. LO SCIOGLIMENTO ANTICIPATO DELLE CAMERE Secondo l'art. 88, il Presidente della Repubblica può sciogliere le Camere prima della scadenza del quinquennio. Il comma 2 dell'articolo 88 stabilisce che il Presidente della Repubblica non possa sciogliere anticipatamente le Camere negli ultimi 5 mesi del suo mandato settennale, periodo di tempo che viene definito semestre bianco. 13 È prevista un'eccezione a questo divieto di carattere generale nel caso in cui il semestre bianco coincida in tutto o in parte con gli ultimi 6 mesi della legislatura. 4.RAPPRESENTANZA POLITICA E GARANZIE DEI PARLAMENTARI Art. 67 → la Costituzione stabilisce il divieto di mandato imperativo libera I singoli parlamentari dal dovere di sottostare a specifici interessi, li responsabilizza e rende il Parlamento un luogo di compromesso in cui si possa realmente operare in nome degli interessi generali e permanenti della Nazione. LE IMMUNITÀ PARLAMENTARI Per tutelare la libertà dei singoli parlamentari, la Costituzione ha previsto le immunità parlamentari garantiscono l'indipendenza del Parlamento → sono l'insindacabilità per le opinioni espresse e i voti dati e l'inviolabilità o immunità penale. Il parlamentare non può rispondere in alcuna sede per le opinioni espresse e i voti dati nell'esercizio delle sue funzioni insindacabilitá = copre l'attività del parlamentare anche dopo la scadenza del suo mandato e ne tutela la libertà di opinione Se un parlamentare commette un reato comune, cioè al di fuori dell'esercizio delle sue funzioni, è perseguibile → per poterne limitare la libertà occorre una speciale autorizzazione a procedere dalla Camera in cui appartiene che deve essere richiesta per: → arresto o qualunque altra limitazione della libertà personale, salvo che si tratti di arrestare il parlamentare colto nell'atto di compiere un grave reato (flagranza di reato) oppure di tratti di dare esecuzione a una sentenza di condanna definitiva; → perquisizione personale o domiciliare → intercettazione delle comunicazioni telefoniche, telematiche ed epistolari Si parla in tal caso di inviolabilità o immunità penale. L'autorizzazione che a procedere dovrebbe essere negata solo in casi limitatissimi, quando vi sia il sospetto di una persecuzione giudiziaria (fumus persecutionis = situazione in cui sembra essere presente nell'autorità giudiziaria un intento persecutorio nei confronti di un parlamentare). I CASI DI INCOMPATIBILITÀ PARLAMENTARE Talvolta la legge impedisce a uno stesso soggetto di ricoprire due cariche diverse → casi di incompatibilità Le cause di incompatibilità mirano a garantire l'efficienza (doppia carica = lavoro svolto male), imparzialità (svolgere in lavoro in modo imparziale) o la distinzione fra funzioni. INDENNITÀ PARLAMENTARE I parlamentari ricevono un'indennità che era un corrispettivo per il danno derivante dal non potersi dedicare ad altre attività. esigenza di prevedere un compenso per i deputati e senatori è derivata dalla necessità di consentire a tutti di sedere in Parlamento si tratta di una vera e propria retribuzione non rinunciabile stabilita per legge 5.L'ORGANIZZAZIONE INTERNA DELLE CAMERE LE MAGGIORANZE PARLAMENTARI Perché le Camere possano deliberare (decidere), è previsto il quorum di validità (numero di persone necessarie per le riunioni e le decisioni di un organo collegiale). Perché la deliberazione risulti approvata occorre che la maggioranza si sia espressa a favore → esistono differenti maggioranze: → Camere = maggioranza semplice = voto favorevole della metà più uno dei presenti → maggioranza assoluta = metà più uno dei componenti → maggioranza qualificata = superiore a quella assolta ( per deliberare l'amnistia) 14 Per quanto riguarda i metodi di votazione si distinguono in: →voto segreto = voto elettronico che si esprime attraverso pulsanti e che compare su un tabellone in forma anonima → voto palese = voto per appello nominale, quando il deputato o il senatore deve di chiare il suo voto apertamente Voto palese = costituisce la regola ed è richiesto quando la deliberazione deve avere un chiaro significato politico Lo scrutinio segreto si utilizza nei casi in cui è più direttamente interpellata coscienza personale. I REGOLAMENTI DELLE CAMERE Le Camere sono organi di grandi dimensioni che richiedono una complessa organizzazione interna. Tanto quest'ultima quanto lo svolgimento delle funzioni parlamentari trovano la loro disciplina fondamentale nel testo costituzionale e nei regolamenti parlamentari. Per l'adozione del regolamento di ciascuna Camera, è richiesta maggioranza assoluta dei suoi componenti. I PRESIDENTI DELLE CAMERE Ciascuna Camera elegge il proprio Presidente e l'Ufficio di presidenza. Il Presidente ha il compito di regolare l'attività di tutti gli organi del ramo del Parlamento che presiede facendone osservare il regolamento. La principale differenza tra il Presidente della Camera dei deputati e il Presidente del Senato della Repubblica e consiste nel fatto che il primo presiede il Parlamento in seduta comune, mentre il secondo supplisce il Capo dello Stato nelle ipotesi di impedimento. I GRUPPI PARLAMENTARI Nell'espansione del Parlamento, un ruolo di primaria importanza è svolto dai gruppi parlamentari, ossia dall'unione dei membri di una Camera che siano espressione dello stesso partito. Camera = 20 deputati Senato = 10 senatori Quelli che non si riconoscono in nessun gruppo parlamentare confluiscono nel Gruppo misto. I gruppi parlamentari sono espressione dei partiti politici, ma i singoli parlamentari non sono soggetti al vincolo di mandato. LE COMMISSIONI PARLAMENTARI Le commissioni parlamentari sono organi minori delle Camere. Sono composte da parlamentari di tutti i Gruppi, in proporzione al numero dei loro membri. 15 Le commissioni possono essere: permanenti = organi stabili e necessari di ciascuna Camera, costituite all'inizio della legislatura e destinate a rimanere in carica fino alla fine della stessa; esse sono 14 in entrambi i rami del Parlamento, competenti ciascuna su argomenti specifici. → temporanee = assolvono compiti specifici e durano in carica il tempo stabilito per l'adempimento della loro funzione → esempio = Commissioni parlamentari d'inchiesta = compito di indagare su fatti e situazioni di rilevanza politica → bicamerali = formati in parte eguali dai rappresentanti delle due Camere pur rispecchiano la proporzione dei vari Gruppi → monocamerali 6.LA LEGISLATURA ORDINARIA La funzione legislativa, spetta alle Camere, che la esercitano collettivamente. Per l'approvazione di una legge occorre il voto favorevole sia della Camera dei deputati sia del Senato.

Diritto /

Il Parlamento italiano

Il Parlamento italiano

user profile picture

Study with Meli

70 Followers
 

Diritto

 

5ªl

Sintesi

Il Parlamento italiano

Questo Contenuto è disponibile solamente nell' app di Knowunity

 CAP. 1) IL PARLAMENTO
1. IL BICAMERALISMO PERFETTO
Il Parlamento è l'organo costituzionale i cui componenti sono eletti dai cittadini. Al P

Aprire l'app

Condividi

Salva

18

Commenti (1)

I

Un appunto così carino per la scuola 😍😍, è davvero utile!

Riassunto del libro di diritto su "Il Parlamento italiano".

CAP. 1) IL PARLAMENTO 1. IL BICAMERALISMO PERFETTO Il Parlamento è l'organo costituzionale i cui componenti sono eletti dai cittadini. Al Parlamento spetta il potere legislativo. → fare le leggi e controllare l'operato del Governo Il Parlamento è un organo bicamerale: composta dalla Camera dei deputati (Montecitorio) e il Senato della Repubblica (Palazzo Madama). Camera dei deputati - → rappresentare l'intero popolo nel suo insieme Senato → rappresentate le Regioni Le Camere operano separatamente ma svolgono le medesime funzioni. Bicameralismo perfetto = indica la parità di poteri fra le due Camere La differenza tra Camera e Senato riguardano la composizione e i criteri di elezione. CAMERA DEI DEPUTATI →400 componenti → eleggere i deputati = occorre avere 18 anni → essere eletti come deputati = 25 anni SENATO → 200 componenti → eleggere i senatori = 18 anni → essere eletti come senatori = 40 anni → 5 senatori a vita nominati dal Presidente della Repubblica In alcuni casi, le due Camere si riuniscono in seduta comune dei loro membri. Parlamento presieduto dal Presidente della Camera dei deputati I. Casi: 1. elezione e giuramento del Presidente della Repubblica 2. messa in stato d'accusa del Presidente della Repubblica per alto tradimento e attentato alla Costituzione 3. elezione di 5 giudici costituzionali 4. elezione di 8 componenti del Consiglio Superiore della Magistratura 2.LE NORME ELETTORALI PER IL PARLAMENTO Art. 48 →...

Non c'è niente di adatto? Esplorare altre aree tematiche.

Con noi per un apprendimento più divertente

Aiuto per i compiti

Con la funzionalità Domande, è possibile porre domande e ricevere risposte da altri studenti in qualsiasi momento.

Imparare insieme

Unisciti a migliaia di studenti per condividere conoscenze, scambiare idee e aiutarvi a vicenda. Un'applicazione interattiva all-in-one.

Sicura e testata

Che si tratti di riassunti, esercizi o appunti delle lezioni, Knowunity garantisce che tutti i contenuti siano verificati e crea un ambiente di apprendimento sicuro a cui il vostro bambino può accedere in qualsiasi momento.

Scarica l'applicazione

Knowunity

Scuola. Finalmente semplice.

Aprire l'app

Didascalia alternativa:

i cittadini maggiorenni hanno la capacità di votare Tale norma disciplina il cosiddetto elettorato attivo, cioè la capacità di votare che è subordinata a due requisiti: possedere la cittadinanza italiana e la maggiore età. 11 Elettorato passivo = la capacità di essere eletti (25 e 40 anni) Il sistema elettorale per il Parlamento è disciplinato da legge ordinaria. I SISTEMI ELETTORALI Chiunque venga eletto alle Camere ottiene un seggio: i sistemi elettorali sono i criteri usati per trasformare i voti in saggi. Per attribuire i seggi rispetto ai voti ottenuti esistono vari metodi, e a ciascuno sistema elettorale corrisponde un risultato diverso. → distinzione tra: sistema maggioritario = | seggi vengono assegnati a chi ottiene più voti → meccanismo = Paese diviso in tanti collegi elettorali quanti sono i deputati da leggere e i seggi da assegnare → elettori di ciascun collegio sono chiamati a eleggere un solo deputato (sistema uninominale) più voti = ottiene il seggio ● sistema proporzionale = seggi vengono assegnati in proporzione ai voti ottenuti Maggioranze parlamentari stabili e una rappresentanza parlamentare per tutti i partiti sono aspetti importanti per la democrazia. Sistema maggioritario = risponde alla governabilità la rappresentanza di tutte governabilità = situazione in cui la maggioranza parlamentare è coesa e il Governo ha un indirizzo politico ben definito Stati adottano un sistema elettorale misto Sistema proporzionale = permette 12 IL SISTEMA ELETTORALE ITALIANO Italia 1948-1992 = sistema di tipo proporzionale → ha creato doveri inconvenienti tra cui l'instabilità del Governo '90 = di è passato a un sistema prevalentemente maggioritario → si è tornati a un sistema di tipo proporzionale Attuale legge elettorale → sistema misto: → vengono eletti ¾ dei deputati con un sistema proporzionale → collegi si dicono plurinominali perché eleggono una pluralità di parlamentari → mentre 1½ è eletto con il sistema maggioritario, in collegi uninominali (un solo parlamentare) Per evitare un numero eccessivo di partiti, è stata inserita la soglia di sbarramento del 3% su partiti singoli e del 10% per le coalizioni dei partiti. Per favorire la presenza femminile in Parlamento. sono state previste le quote rosa. LA CIRCOSCRIZIONE ESTERO Molti italiani sono residenti all'estero possono votare alle elezioni alle ambasciate - → elezione dei 6 senatori e dei 12 deputati della circoscrizione Estero avviene con un sistema proporzionale - possibilità di esprimere voti di preferenza 3.LA LEGISLATURA La legislatura, cioè la durata delle Camere, è di 5 anni. → si stabilisce che la proroga di esse al di là dei 5 anni è ammessa solo con legge o in caso di guerra I lavori parlamentari non conclusi devono ricominciare davanti al nuovo Parlamento. LO SCIOGLIMENTO ANTICIPATO DELLE CAMERE Secondo l'art. 88, il Presidente della Repubblica può sciogliere le Camere prima della scadenza del quinquennio. Il comma 2 dell'articolo 88 stabilisce che il Presidente della Repubblica non possa sciogliere anticipatamente le Camere negli ultimi 5 mesi del suo mandato settennale, periodo di tempo che viene definito semestre bianco. 13 È prevista un'eccezione a questo divieto di carattere generale nel caso in cui il semestre bianco coincida in tutto o in parte con gli ultimi 6 mesi della legislatura. 4.RAPPRESENTANZA POLITICA E GARANZIE DEI PARLAMENTARI Art. 67 → la Costituzione stabilisce il divieto di mandato imperativo libera I singoli parlamentari dal dovere di sottostare a specifici interessi, li responsabilizza e rende il Parlamento un luogo di compromesso in cui si possa realmente operare in nome degli interessi generali e permanenti della Nazione. LE IMMUNITÀ PARLAMENTARI Per tutelare la libertà dei singoli parlamentari, la Costituzione ha previsto le immunità parlamentari garantiscono l'indipendenza del Parlamento → sono l'insindacabilità per le opinioni espresse e i voti dati e l'inviolabilità o immunità penale. Il parlamentare non può rispondere in alcuna sede per le opinioni espresse e i voti dati nell'esercizio delle sue funzioni insindacabilitá = copre l'attività del parlamentare anche dopo la scadenza del suo mandato e ne tutela la libertà di opinione Se un parlamentare commette un reato comune, cioè al di fuori dell'esercizio delle sue funzioni, è perseguibile → per poterne limitare la libertà occorre una speciale autorizzazione a procedere dalla Camera in cui appartiene che deve essere richiesta per: → arresto o qualunque altra limitazione della libertà personale, salvo che si tratti di arrestare il parlamentare colto nell'atto di compiere un grave reato (flagranza di reato) oppure di tratti di dare esecuzione a una sentenza di condanna definitiva; → perquisizione personale o domiciliare → intercettazione delle comunicazioni telefoniche, telematiche ed epistolari Si parla in tal caso di inviolabilità o immunità penale. L'autorizzazione che a procedere dovrebbe essere negata solo in casi limitatissimi, quando vi sia il sospetto di una persecuzione giudiziaria (fumus persecutionis = situazione in cui sembra essere presente nell'autorità giudiziaria un intento persecutorio nei confronti di un parlamentare). I CASI DI INCOMPATIBILITÀ PARLAMENTARE Talvolta la legge impedisce a uno stesso soggetto di ricoprire due cariche diverse → casi di incompatibilità Le cause di incompatibilità mirano a garantire l'efficienza (doppia carica = lavoro svolto male), imparzialità (svolgere in lavoro in modo imparziale) o la distinzione fra funzioni. INDENNITÀ PARLAMENTARE I parlamentari ricevono un'indennità che era un corrispettivo per il danno derivante dal non potersi dedicare ad altre attività. esigenza di prevedere un compenso per i deputati e senatori è derivata dalla necessità di consentire a tutti di sedere in Parlamento si tratta di una vera e propria retribuzione non rinunciabile stabilita per legge 5.L'ORGANIZZAZIONE INTERNA DELLE CAMERE LE MAGGIORANZE PARLAMENTARI Perché le Camere possano deliberare (decidere), è previsto il quorum di validità (numero di persone necessarie per le riunioni e le decisioni di un organo collegiale). Perché la deliberazione risulti approvata occorre che la maggioranza si sia espressa a favore → esistono differenti maggioranze: → Camere = maggioranza semplice = voto favorevole della metà più uno dei presenti → maggioranza assoluta = metà più uno dei componenti → maggioranza qualificata = superiore a quella assolta ( per deliberare l'amnistia) 14 Per quanto riguarda i metodi di votazione si distinguono in: →voto segreto = voto elettronico che si esprime attraverso pulsanti e che compare su un tabellone in forma anonima → voto palese = voto per appello nominale, quando il deputato o il senatore deve di chiare il suo voto apertamente Voto palese = costituisce la regola ed è richiesto quando la deliberazione deve avere un chiaro significato politico Lo scrutinio segreto si utilizza nei casi in cui è più direttamente interpellata coscienza personale. I REGOLAMENTI DELLE CAMERE Le Camere sono organi di grandi dimensioni che richiedono una complessa organizzazione interna. Tanto quest'ultima quanto lo svolgimento delle funzioni parlamentari trovano la loro disciplina fondamentale nel testo costituzionale e nei regolamenti parlamentari. Per l'adozione del regolamento di ciascuna Camera, è richiesta maggioranza assoluta dei suoi componenti. I PRESIDENTI DELLE CAMERE Ciascuna Camera elegge il proprio Presidente e l'Ufficio di presidenza. Il Presidente ha il compito di regolare l'attività di tutti gli organi del ramo del Parlamento che presiede facendone osservare il regolamento. La principale differenza tra il Presidente della Camera dei deputati e il Presidente del Senato della Repubblica e consiste nel fatto che il primo presiede il Parlamento in seduta comune, mentre il secondo supplisce il Capo dello Stato nelle ipotesi di impedimento. I GRUPPI PARLAMENTARI Nell'espansione del Parlamento, un ruolo di primaria importanza è svolto dai gruppi parlamentari, ossia dall'unione dei membri di una Camera che siano espressione dello stesso partito. Camera = 20 deputati Senato = 10 senatori Quelli che non si riconoscono in nessun gruppo parlamentare confluiscono nel Gruppo misto. I gruppi parlamentari sono espressione dei partiti politici, ma i singoli parlamentari non sono soggetti al vincolo di mandato. LE COMMISSIONI PARLAMENTARI Le commissioni parlamentari sono organi minori delle Camere. Sono composte da parlamentari di tutti i Gruppi, in proporzione al numero dei loro membri. 15 Le commissioni possono essere: permanenti = organi stabili e necessari di ciascuna Camera, costituite all'inizio della legislatura e destinate a rimanere in carica fino alla fine della stessa; esse sono 14 in entrambi i rami del Parlamento, competenti ciascuna su argomenti specifici. → temporanee = assolvono compiti specifici e durano in carica il tempo stabilito per l'adempimento della loro funzione → esempio = Commissioni parlamentari d'inchiesta = compito di indagare su fatti e situazioni di rilevanza politica → bicamerali = formati in parte eguali dai rappresentanti delle due Camere pur rispecchiano la proporzione dei vari Gruppi → monocamerali 6.LA LEGISLATURA ORDINARIA La funzione legislativa, spetta alle Camere, che la esercitano collettivamente. Per l'approvazione di una legge occorre il voto favorevole sia della Camera dei deputati sia del Senato.